Sarebbe bello, senza voler far della polemica, utilizzare questo post per dare informazioni, idee e fare segnalazioni su cose o luoghi che possono migliorare Bedonia.

Risposta di Remo Ponzini 13:32 - 22/01/11

Carissimo signor Brontolo,
la tua idea di fare una carrellata di segnalazione e di suggerimenti mi sembra molto apprezzabile e meritoria.
Condivido anche il tuo intento di non voler trasformare questo blog in un agglomerato di polemiche pretestuose e/o rancorose.
Il bene del paese deve interessare tutti i suoi abitanti sia che abbiano appoggiato questa amministrazione e sia che abbiano votato contro (come il sottoscritto).

E per non apparire eccessivamente ... brontolone un primo compitino semplice già segnalato e documentato da Gigi nel blog " Comune di Bedonia in pillole " riguardante la raccolta differenziata delle BATTERIE e dei FARMACI SCADUTI.
I commenti sono superflui; le foto parlano senza mentire.

Risposta di Gigi Cavalli 10:31 - 24/01/11

Ciao Remo,
ad onor di cronaca volevo segnalare che ieri pomeriggio sono ripassato in zona "ex macello" e ho potuto constatare che il contenitore delle batterie è stato svuotato e sono state raccolte le batterie sparse nell'area circostante.

Risposta di Remo Ponzini 14:27 - 24/01/11

Caro Gigi,  
mi fa molto piacere che abbiano già provveduto a sanare quei rifiuti tossici che tu avevi documentato con foto molto eloquenti.
Evidentemente è stata proprio la tua segnalazione a generare un così rapido e provvido intervento.
Ciò è doppiamente meritorio in quanto ci fa ritenere che le segnalazioni riversate su questo forum trovono, negli uffici competenti, la dovuta attenzione e le necessarie risoluzioni.
Un grazie a te ed uno alla nostra pubblica amministrazione.

Risposta di Gigi Cavalli 14:57 - 24/01/11

Remo,
anch'io ho l'impressione che il "mezzo" funzioni, già altre volte è servito a migliorare i servizi, però c'è anche l'altro lato della medaglia, ovvero quello di apparire come "Catone il Censore" o peggio una sorta di "Savonarola"...
Certo, argomenti ce ne sarebbero eccome, però se questi vengono sempre dal solito pulpito si corre il rischio di essere fraintesi...

Per quanto riguarda le multe... ti posso confermare che la zona a traffico limitato ha delle lacune, specialmente il tratto di Via Garibaldi e quella nel tratto di Via Trento (ce l'ho sotto il naso), lì ogni sabato o in estate noto la solita discussione lamentata nell'intervento, tant'è che poi la gente entra in agenzia arrabbiata e chiede "Hai visto il vigile? Vorrei fargli notare che...".

 
Risposta di Brontolo 09:24 - 24/01/11

Grazie Remo per essere intervenuto, spero che tanti altri lo faranno.

Pensavo che forse togliere dal 1 ottobre al 31 di maggio quella noiosa e insignificante limitazione alla sosta di un'ora in tutto il centro, potrebbe non essere una brutta cosa. Se proprio si vuole, si potrebbe lasciare per il sabato mattina, giorno di mercato.

Ciao

Brontolo

Risposta di Brontolo 15:56 - 24/01/11

Buongiorno Remo, rispetto la tua opinione ma non posso essere d'accordo con quello che tu scrivi, perchè se tu guardi i parcheggi nel periodo invernale sono quasi sempre vuoti. Se la memoria non mi inganna non ricordo particolari garage naturali quando i parcheggi erano liberi e neanche persone che non riuscivano a fare spesa o andare al bar perchè non sapevano dove mettere la macchina. Ricordo solo posti auto utilizzati da chi abita in loco.

Ciao Brontolo

 

Risposta di Remo Ponzini 18:05 - 24/01/11

Caro Brontolo,
capisco benissimo la tua rispettabile opinione ma in un parcheggio a tempo ci deve essere quasi sempre essere la possiblità di trovare posto.
Si potrebbe trovare una soluzione intermedia con quelli laterali di via Mons. Checchi. E' solo una idea buttata li ma comunque c'è pur sempre il parcheggio del Breia dove, con esclusione del sabato, si trova sempre posto.

Risposta di Brontolo 10:01 - 25/01/11

Buongiorno Remo, può essere un'idea, si potrebbe aggiungere magari anche i parcheggi di via Moro dalla Credem fino alla pizzeria.

ciao Brontolo

 
Risposta di Nano Nannolo 12:11 - 24/01/11

Allora dico anch'io la mia perche' da migliorare c'e' anche l'interpretazione della legge da parte dei vigili comunali.
Me la sono legata al dito perche' non e' giusto multare la mia macchina quando alle altre tre davanti alla mia non e' stata fatta, due erano nel Carico e scarico e una subito dietro ma senza lo spazio riservato dei disabili. Sta storia che i proprietari che parcheggiano vicino alla loro attivita' deve finire oppure si multano tutti o nessuno.
Ai vigili paghiamo noi lo stipendio, sarebbe giusto che si studino bene le leggi prima di applicarle. Questo se no si chiama batter cassa. Saluti BC

 
Risposta di Remo Ponzini 14:10 - 24/01/11

Carissimo Brontolo,
abitualmente non amo confabulare sui forum con anonimi ma considerando l'utilità dell'argomento che hai proposto ho accantonato le solite consuetudini e ritrosie. Va anche considerato che ti sei proposto con finalità costruttive molto apprezzabili.

Sui parcheggi, ma non solo, penso che ogni cittadino avrebbe una sua proposta da sciorinare. Mi capita di scambiare opinioni con amici ma le ricette suggerite sono molteplici e, troppo spesso, divergenti.

Personalmente ritengo che siano strutturati in modo soddisfacente. Il tuo suggerimento di renderli tutti liberi nel periodo invernale potrebbe limitarne l'uso a chi ne abbisognerebbe temporaneamente per il bar, la spesa o quant'altro. Direi che bisogna evitare che tante persone utilizzino dello spazio pubblico in modo permanente manco fosse una garage personale a cielo aperto.

Le osservazioni e le critiche del signor Nano Nonnolo sono sacrosante. La legge dovrebbe essere uguale per tutti senza se e senza ma. 

Ma in questi casi sarebbe opportuno sentire anche l'altra campana; quella dei vigili. O, quantomeno,  sarebbe stato corretto che questo signore si fosse manifestato con nome e cognome assumendosi la responsabilità di quanto ha dichiarato.

 
Risposta di Remo Ponzini 17:56 - 24/01/11

Caro Gigi,
convengo appieno con le tue affermazioni e comparazioni. E' molto probabile che a noi due abbiano già applicata, con marchiatura a fuoco, l'etichetta indelebile di censori o, nella migliore di ipotesi, di emeriti rompiballe. Possiamo solo sperare di non fare la fine di Savonarola che, dopo essere stato esposto al pubblico ludibrio e scomunicato come eretico, fu arso vivo su ordine del Papa. Ma sembra che ora, quella stessa Chiesa che l'aveva condannato, lo voglia beatificare e poi santificare. Io nella mia limitatezza intellettiva certe cose non riuscirò mai a capirle; spero che qualche illuminato mi ... illumini.

Ho divagato ma ho pure perfettamente capito quello che intendevi dire. Sono i soliti noti quelli che si espongono a viso scoperto; ed essendo in pochi si rischia di finire al rogo ... quantomeno metaforicamente. Siamo alle solite; si preferisce proditoriamente sparlare per le strade criticando tutto e tutti sistematicamente anzichè confrontarsi pubblicamente in un sito come questo senza timori e senza auto-censure. Mi sembra di averlo già scritto che così facendo si rinuncia ad una fetta consistente della nostra libertà di espressione ma evidentemente i più preferiscono sguazzare nelle acque torbide e basse; per nascondersi meglio, per non dispiacere ai "potenti".

Eppure qui abbiamo la fortuna di possedere questo spazio che permette a chiunque di manifestare il proprio pensiero in assoluta libertà e con il vantaggio di ...non pagare il canone. E' sufficiente volerlo senza alcuna tema; è un nostro diritto primario.

E per finire ritorniamo all'argomento multe. Capisco benissimo che il metodo vada perseguito per fare intendere ai riottosi come ci si debba comportare ma sempre con egualitarismo, senza spirito persecutorio e senza praticare la necessità di fare cassa (prassi molto diffusa). Basterebbe un maggior uso del noto " buonsenso" da parte di tutti.
Nel caso specifico di via Garibaldi e di via Trento penso che sarebbe opportuno integrare i segnali esistenti con indicazioni più comprensive e visibili.
Troppa gente resta attonita e sconcertata; va semplicemente aiutata a comprendere utilizzando maggiormente quella orizzontale o altri strumenti di rapida lettura.
Caro Gigi,  bisognerebbe trasformare il piccolo pulpito che hai citato in un palcoscenico ma per raggiungere questo obbiettivo occorrerebbe che i numerosi lettori assumessero un ruolo attivo manifestando il loro pensiero e che quelli che già scrivono con un nick-name abbandonassero l'anonimato.
Io continuo a sperarlo ... chissà!!!!

 
Risposta di Brontolo 09:53 - 26/01/11

Girando per la Pieve, purtroppo ho visto alcuni angoli del paese, che per la maleducazione della gente (soprattutto ragazzi giovani), risultano essere piene di cartacce, lattine, bottiglie ecc.

Potrebbe essere un'idea, qualora fosse possibile, creare una collaborazione Comune e scuole (elementari, medie e superiori) per far fare dei cartelli educativi da mettere per il paese.

Sarebbe bello vedere le idee dei ragazzi di diversa età che affrontano il problema dell'educazione civica. Potrebbe essere istruttivo per tutti.

Ciao Brontolo

Risposta di Gigi Cavalli 10:00 - 26/01/11

Caro Brontolo,
ti rispondo subito. I cartelli sarebbero assolutamente inutili, bisognerebbe alzare la testa per leggerli...
Basta guardare che fine hanno fatto i nuovi cestini posti nel centro storico e posizionati solo lo scorso anno per rendersi conto della civiltà in cui viviamo... ne saranno sopravvisuti due, i restanti sono stati tutti abbattuti o danneggiati dalle auto o da non so cosa (oltre che ad essere utilizzati per i rifiuti casalinghi).
Una scelta più oculata sarebbe di recarsi nelle scuole e fare un'ora di "educazione civica pratica" e dire chiaramente che le bustine delle figurine, la carta della focaccia e le lattine vanno riposte nei cestini... compito che dovrebbere assolvere il genitore, ma come ben si sa... sarebbero guai solo a pensarlo!

Risposta di Brontolo 11:42 - 26/01/11

Ciao Gigi,
hai proprio ragione, ma  forse si potrebbe provare lo stesso perchè magari i ragazzi facendo i cartelli avrebbero un più coscienza del fatto e magari almeno per i ragazzi piu piccoli si protrebbero coinvolgere i genitori.

Forse è solo utopia......... ma

Risposta di zeneise 19:17 - 04/02/11

premetto che non abito ne a Bedonia , ne' in Valtaro, pero' giro parecchio.

voi che avete la fortuna di abitare in un borgo a dimensione umana e non in una grande citta' ,  che potete notare quste piccole "situazioni " , che in una grande citta' oramai sfuggono per vari motivi, gia' comportandovi da" bravi  cittadini " date sicuramente un buon esempio visibile e tangibile

Quello della civilta' , del senso civico , credo sia oramai un problema sentito da molti e dopo aver visto paesi , dalla sicilia alla Val d 'aosta , passando anche per l 'apennino ho sempre notato che in un paese "pulito " e ben tenuto , sei comunque portato a comportarti bene , posteggiare bene  come dire.. ( parere personale ) a comportarti in base anche a come vedi intorno.

Poi ovvio, ci sono sempre maleducati, sporcaccioni  ,casinisti ecc e

mentre in una citta' nessuno se ne cura, e il "modo " di usare le cose comuni e diventato oramai qualcosa di estraneo , per cui anche a buttare un immondizia sotto casa in cui ci passi tutti i giorni , non ci si fa caso ....con una maleducazione ed un menfreghismo assurdo .

Risposta di Peppino Serpagli 21:49 - 04/02/11

Caro Gigi,
mi addolora apprendere che anche a Bedonia, che suppongo non si sia ancora ridotta a "periferia degradata", ormai si sta perdendo il senso civico, specie nel rispetto delle cose publiche. Questi sono i frutti di anni e anni di lassismo e perdonismo da parte di scuole, famiglie e modelli culturali (in senso lato). Pressapoco dai bei tempi dei mitici Baffo e Davide, non prendo la corriera Borgotaro-Bedonia e quindi non so se anche lì gli adolescenti si siedono mettendo i piedi (anche con scarpe infangate!) sui sedili davanti a loro, come succede di regola qui a Milano e sui treni. Non parliamo poi di cedere il posto agli anziani: i giovani italiani mai, molti stranieri invece lo cedono! A Milano, come saprai, non mancano certo i cestini per i rifiuti (nella Metro ci sono persino quelli bianchi per la carta) eppure non é raro vedere le bottigliette di birra abbandonate per strada a pochi metri da un cestino! Così va il mondo.
Peppino Serpagli (Mi)

 
Risposta di Brontolo 12:30 - 07/02/11

Mi chiedo come sia possibile che a tanti anni dalla costruzione della pista ciclabile (pedonale sarebbe meglio visto la sua pericolisità) ci siano ancora alcuni punti pericolosissimi come in località Moronera (credo si chiami così) dove c'è un restrigimento ingiustificato e un pericolo evidente di caduta e in località Follo dove improvvisamente per continuare la passeggiata devi entrare nella sede stradale.

Spero vivamente che qualcuno intervenga prima che possa succedere qualcosa.

Saluti

Brontolo

 

Risposta di Paolo 22:43 - 07/02/11

''alcuni punti pericolosissimi come in località Moronera (credo si chiami così) dove c'è un restrigimento ingiustificato e un pericolo evidente di caduta''...

Mamma mia, cos'è una corsa a ostacoli?? La prossima volta che ci passerò mi verrà l'ansia di cadere dal burrone o di essere falciato da qualche disco volante!!!

Scherzi a parte, tornando al tema iniziale: una cosa che si potrebbe migliorare per Bedonia sarebbero i servizi igienici pubblici.

Ce ne sono due:in Piazza del Municipio e al cimitero.

Dal Comune, sono a dir poco osceni, piove dentro, non esiste lo sciacquone, sporchi, non ti puoi chiudere dentro, ecc ecc. Nel cimitero addirittura il water è spaccato, in modo che tutto ciò che entra esce sul pavimento a livello piedi...
Ma costa così tanto metterli a posto?

 
Risposta di brontolo 14:14 - 15/02/11

Più che migliorare sarebbe un abbellire il paese, ma credo che sia necessario.

Oggetto è piazza Senator Micheli

A quando la rimozione della statua? Quando la sostituzione dei pali dell'illuminazione pubblica? Forse si potrebbe rivedere anche il sistema viario del quartiere?

Capisco che non sia un'opera prioritaria ma essendo pieno centro della "Pieve" bisognerebbe trovare una soluzione (come anche per via Trieste e via Vittorio Veneto)

Credo che questo sia un'esempio di come a volte si spendano molto male i soldi pubblici e il dramma che per risistemare bisognerà spenderne altri....forse

Si potrebbe provare a vendere la statua!!!!!!!!

Saluti

Brontolo

Risposta di Trezeguet 14:17 - 18/03/11

Brontolo ma che fine hai fatto? quella di PISOLO? Ma nulla di nuovo alla pieve?

 

Risposta di Mattia Lezoli 11:16 - 29/04/11

Non so se fa parte del migliorare Bedonia, ma magari evitare che esploda!

Quella perdita di gas che c'è in Piazza Micheli davanti all'ex ''Las Vegas''dall'estate scorsa, la sento solo io??? e sì che è molto forte l'odore del gas...

 
Risposta di Gigi Cavalli 16:26 - 25/05/11

Ho notato che il paese sta per essere tirato a lustro, anche per dare una buona accoglienza alle centinaia di alpini che arriveranno nei prossimi giorni, perchè allora, tanto che si è in ballo, non approfittare per pulire le palle dei lampioni di Piazza Centinaro/Peschiera? Ora che i lampioni sono più visibili, perchè liberi dalle piante, stanno veramente male, ovviamente sempre in attesa di sostituirli defitivamente... 

 
Risposta di brontolo 08:25 - 13/06/11

Ho visto che è stato aperto il nuovo parcheggio del Breia (credo che in settimana sia stata fatta un'inauguarazione), ma mi chiedo se otto mesi di lavoro (forse ci saranno stati degli impedimenti????) siano un po' troppi per esegiure quelle lavorazioni e se era il caso di aprire senza avere neanche aver toccato il fatiscente muro che collega la nuova scala al campo di pallavolo. E poi, come mai la nuova scala non è ancora aperta?

Risposta di lorella aviano 09:48 - 13/06/11

Io invece vorrei fare i complimenti per il Breia: bel lavoro, anche con la piantumazione degli alberi) ho circumnavigato il campo e devo dire che rispetto a prima è davvero migliorata. Ora manca la sistemazione del prato e i nuovi spogliatoi (qui, vicino a me, hanno fatto un bellissimo lavoro con il prato artificiale .. ero scettica all'inizio, ma devo dire, ora che i lavori sono ultimati, che stà proprio bene e credo che a questo punto la necessaria manutenzione sia minima..il mio consiglio è di cercare sponsor privati). Sarebbe bella, senza polemiche, contando invece sull'aiuto di tutti, un'inaugurazione definitiva con tutto a posto.

Vorrei anche fare un piccolo PS (come aggiunta ai post di "cosa si può migliorare a Bedonia" in questo caso "cosa si può migliorare nelle sue frazioni"): ho notato spesso i cartelli all'entrata dei borghi con sotto di loro (o molto vicino) i cassonetti dell'immondizia - non è un buon benvenuto nè una buona presentazione: chiedo all'amministrazione comunale, se possibile, di studiare un alloggiamento un po' più defilato e meglio consono; spesso i vecchi cartelli (quelli con l'indicazione  dell'altitudine) sono i più belli - anche se i più datati - sarebbero da valorizzare da parte dell'amministrazione; tutti con una bella ciotola o un grande contenitore di qualsiasi genere tenuto pieno di fiori, in questo, è chiaro, si può chiedere l'aiuto del pollice verde degli abitanti? (che è già così ben sviluppato - ma lo scrivo meglio su apposito post sul concorso "fotografare le frazioni" :)).

 

 

 

 
Risposta di Gigi Cavalli 15:18 - 15/07/11

Segnaletica per raggiungere Bardi da Bedonia, via Cereseto.

Nei giorni scorsi è stata rimpiazzata gran parte della segnaletica del capoluogo, volevo però far notare una piccola mancanza, ovvero l'indicazione "reale" per raggiungere Bardi, intendo quella in direzione Cereseto, molto più corta e di assoluta comodità rispetto a quella invece segnalata, direzione Pione/Piacenza, di fatto molto più lunga e di una scomodità inaudita.

Basterebbe aggiungere due segnali al bivio per il Serpaglio: "Cereseto" "Bardi".

Credo che tale indicazione sai una vera e propria cortesia verso quelle persone che, non conoscendo la via alternativa, si avventurano verso la strada ampiamente segnalata.

Risposta di Sergente Lorusso 15:28 - 15/07/11

Io segnalerei piuttosto che la strada per Pione è transitabile solo con mezzi fuoristrada... mountain bike, moto da Trial Enduro e Cross... o naturalmente a piedi, ma con scarponi.

mi offro per mettere i cartelli davanti alla sede degli organi competenti sul tratto di strada Masanti - Bivio Pione - Bardi

se uno ci arriva in moto ai 60 all'ora rischia la vita!!!

Nicola

 
Risposta di Claudio Agazzi 12:39 - 11/09/11

Tra le cose che si possono fare senza stravolgere il bilancio comunale ne segnalo due.

La prima riguarda il vicolo delle Muline dove una volta c'era un bel ciottolato. Me lo ricordo bene perché lo percorrevo ogni giorno per andare a scuola.

Ora c'è una pavimentazione improponibile (notare l'eleganza del termine :). Suggerirei all'Amminstrazione nel caso si trovassero i fondi di intervenire anche perché fa parte di quelle azioni di miglioramento che è già stato intrapreso con cestini rifiuti e segnaletica.

La seconda invece riguarda il ponte sul torrente Pansamora in Via Mons Checchi. Come vedete dall'immagine il marciapiede è indecoroso da tanto tempo.

Tra l'altro segnalo la ringhiera presente che a mio avviso è veramente pericolosa per i bambini più piccoli in quanto potrebbero oltrepassare facilmente la stessa.

Due piccoli contributi. Fattibili. Quindi non idee troppo creative e infattibili.

Speriamo che l'Amministrazione risponda e ci dica se e cosa intende fare.

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Brontolo 08:49 - 12/09/11

bravo Claudio due punti del paese possono essere recuperati senza tante spese. Aggiungerei anche il ciottolato che sono stati rovinati dallo spartineve quest'inverno che collega via Divisione Julia alla strada che sala a S. Marco (scusate se non ricordo il me delle vie!!!).

Qualcuno sa quanto è stato speso per il rifacimento della segnaletica?

grazie 

Risposta di Gigi Cavalli 09:42 - 12/09/11

Claudio,
hai ragione, proprio l'altra sera, a cena dalla Giuseppina Lagasi, si parlava di quella via dimenticata da tutti, eppure è tra le più vecchie del paese... abbandonata solo perchè non è trafficata (è pedonale) e quindi caduta nel dimenticatoio.

Sempre la Giuseppina ci ricordava quando alle Moline ci abitavano 200 famiglie e di quando queste andavano a prendere l'acqua alla fontanella, proprio in quella che dovrebbere essere una piazzetta e non un parcheggio.

Risposta di Brontolo 08:25 - 14/09/11

Credo che sia arrivato il momento di capire che le cose sono cambiate. I lavori vanno fatti e pagati nel giusto modo, sono passati i tempi delle "vacche grasse". Credo che chi amministra debba capire come fare e quando fare le cose migliori per la comunità e gestirle come se fossero soldi suoi (nessuno butta i propri soldi!!!).
Basta sperperi in cose inutili e soprattutto un controllo maggiore e di qualità su tutte le opere che vengono fatte. Non è concepibile che lavori che vengano fatti, dopo poco tempo siano già in un stato di degrado avanzato. E poi le scelte progettuali devono essere piu attente a quelle che sono le esigenze e l'ambiente in qui vengono fatte. 

Questa non vuole essere assolutamente una critica all'amministrazione attuale, è solo un punto di vista di un cittadino che pensa che mettersi ad amministrare un Comune piccolo sia veramente difficoltoso e soprattutto richieda un impegno gigantesco.

Saluti

Brontolo

 
Risposta di Claudio Agazzi 18:23 - 13/09/11

Brontolo e Gigi, vi rendete conto che stiamo parlando di dimenticare? Dimenticatoio? Quando è che si dimentica? Forse quando non si è sensibili?

Non credo dipenda in questo caso dalla poca memoria, forse è proprio insensibilità verso qualche cosa che qui in questo form è molto sentita.

Forse chi amministra la pensa diversamente, è legittimo, certamente gli auspici che credo facciamo tutti qui è che coloro che governano siano meno sordi di quanto lo sono stati e lo sono verso questi temi.

Ci dobbiamo rendere conto tutti che i bilanci sono quelli che sono ma come sempre la buona volontà, un po' di creatività che non guasta, a volte sono miracolose.

Comunque dai, attendiamo ancora un po' per vedere se l'Amministrazione ci risponde, di solito quella di Bedonia è sempre stata presente nelle risposte.

Ciao

Claudio

Risposta di Remo Ponzini 09:46 - 14/09/11

Il problema del Vicolo delle Moline mi fa pensare che non sia stato risolto perchè si tratta di stradina visibile solo dalle persone che ci abitano e da quei pochi che ci transitano. Ma è una viuzza storica che va salvaguardata e tutelata.  

Se Claudio non avesse sollevato la problematica nè io e nè altri l'avremmo saputo. Capisco benissimo anch'io che una Amministrazione deve tenere presente le priorità dovendo combattere ogni giorno con un bilancio sempre più striminzito ma la spesa di un ripristino decoroso non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile.

La ringhiera del ponticello sul rio Pansamora va senz'altro sanata con una griglia fitta aggiuntiva che un buon fabbro potrebbe fare in poco tempo. Che io ricordi è così da decenni ma mi sembra doveroso un intervento urgente per il pericolo che rappresenta per i più piccoli. E poi una sistematina a quel marciapiede sottostante (solo 7 o 8 metri) sarebbe opportuna.

Ha fatto bene Claudio a precisare che il suo intento è solo collaborativo. Noi possiamo solo evidenziare e fare suggerimenti senza sollevare polemiche pretestuose che non servono a nulla. Il dialogo con il Comune di Bedonia c'è da diverso tempo. Fa piacere sapere di essere ascoltati. Fa piacere leggere i comunicati informativi che la Veronica Galli ci sforna con molta solerzia. Grazie.

 

 
Risposta di Brontolo 10:18 - 19/09/11

E' tornato l'autunno, e come al solito la vita della Pieve riprende il ritmo, però mi accorgo che anche quest'anno sono presenti in più vie del paese la limitazione di parcheggio a 1 ora.
Ieri girando per il paese (è vero che pioveva ma non credo che quando sarà bello cambierà molto) ho visto i parcheggi completamente deserti. E allora perchè ci deve essere la limitazione ad 1 ora? Credo che possa essere utile al sabato mattina, durante tutte le manifestazioni, ma non certo durante la vita quotidiana nei mesi che partono da ottobre e arrivano a giugno.

Saluti

Brontolo 

 
Risposta di Claudio Agazzi 21:01 - 20/09/11

Amici, vicini e lontani :)

Caro Remo. Tu sei un grande adulatore e lo sanno tutti. Poi con la Veronica come si fa? E' davvero una splendida persona in tutto e lo dico ovviamente con estrema sincerità. Però, lo sai che c'è sempre un però, noi siamo qui, come tu dici a dialogare e invece a volte son monologhi.

Ho sollevato una questione concreta: la pericolosità di una ringhiera e l'inadeguatezza di alcuni manufatti presenti a Bedonia. L'amministrazione nel frattempo è intervenuta sul sito dicendoci che ci sarà un gruppo in seminario proveniente dalla Lombardia (ne sono felice, soprattutto perché come è scritto, sono arrivati grazie all'iniziativa della Sampdoria) ma forse non ha visto la mia richiesta/spunto e poi la tua ripresa e quella di Gigi con Brontolo.

Lo dico candidamente.

Spettabile Amministrazione, quando si accetta come avete fatto, di scendere nell'arena del web lo si deve fare con lo stile consono: rispondere sempre alle persone che si firmano con nome e cognome, sempre. Anche con frasi del tipo: "grazie per la segnalazione", "Stiamo analizzando il problema e le sapremo dire". Altrimenti uno poi per farsi rispondere deve usare toni e metodi meno concilianti.

Sapete, esiste  un gruppo di cittadini come il sottoscritto e come Remo (scusa se ti tiro sempre dentro) che se pur non della votra corrente politica vi spronano e vi supportano per il buon governo del paese.

Mi rendo conto che il tempo a disposizione sia poco e i problemi davvero importanti però dai...

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Remo Ponzini 16:51 - 21/09/11

Caro Claudio,
posso solo sperare che il tuo compostissimo rimbrotto produca quel riscontro che noi tutti ci attendiamo. 

Immaginavo che tu saresti tornato qui a pungolare. Non sei certo un tipo rinunciatario che lascia cadere le sue testimonianti osservazioni in un cestino dei rifiuti. Da persona civile qual sei pretendi, sempre con cortesia, che la controparte abbia quella attenzione doverosa che è indispensabile in un contesto civile.

Bastava uno di quei semplici pronunciamenti che hai elencato per conservare quel dialogo fruttuoso che si era instaurato. Avremmo senz'altro compreso anche un messaggio di rinvio al prossimo esercizio per mancanza di fondi.

Ma non voglio affatto dimenticare la gratificante e proficua comunicazione intercorsa sino a poco tempo fa. Vedrai che la dolce Veronica si farà viva stupendoci. Con i giovani operosi cerco di essere comprensivo. Abbi fede. Ma anche un semplice verbo del Sindaco non sarebbe affatto sgradito.

Mi capita spesso di confrontarmi con te e quindi so benissimo che le tue osservazioni non sono mai dettate da contrapposizioni partitiche. Non assumi  posizioni aprioristiche basate esclusivamente sulla colorazione politica. I ragionamenti che facciamo (mi ci metto anch'io) tendono solo a salvaguardare il bene collettivo. Essendo ben consci, per quanto ovvio, che evidenziamo ed esprimiano solo pareri. Apertissimi anche a critiche, come sempre.

Ciao.

Risposta di Gianpaolo Serpagli 10:11 - 23/09/11

Caro Claudio e cari lettori,
ho letto con interesse le segnalazioni che ci avete posto. Ne eravamo al corrente tanto da inserirle nel programma amministrativo. Non voglio fare il solito pianto. Comunque i tagli degli enti superiori sono sotto gli occhi anche dei cittadini più disinteressati. E purtroppo fare amministrazione vuol dire fare scelte. Le nostre scelte, credo che si stia già vedendo, partono dal presupposto di non andare a fare tamponamenti che durano una stagione, ma quando facciamo un intervento tentiamo di farlo risolutivo e di lunga durata. Su via mons. Checchi la nostra intenzione era di fare una riqualificazione complessiva. Non credo riusciremo a farla in questa legislatura. Ma tenteremo. I finanziamenti che ci arrivano dalla Regione o dalla Provincia impongono un cofinanziamento che spesso implica sacrifici pesanti o spesso non sostenibili. Riassumendo: tenteremo nel limite del possibile di prendere in esame le vostre segnalazioni e cercheremo di provvedere a risolvere i problemi che ci sottoponete, ma la situazione è complicata non solo dal punto di vista dei trasferimenti ma SOPRATTUTTO dal punto di vista dell'occupazione che è il nostro primo impegno che in questi giorni sta occupando il 90% del tempo a nostra disposizione.

Ringrandovi per l'interesse per Bedonia che state dimostrando vi saluto.

Gianpaolo Serpagli

Risposta di Remo Ponzini 13:39 - 23/09/11

Un bel GRAZIE molto sonoro, caro Gianpaolo.

Capiamo benissimo che, con questi chiari di luna, la Pubblica Amministrazione debba operare con la massima oculatezza per non fare deragliare il bilancio.

A noi interessa conservare quel rapporto informativo che si era proficuamente instaurato. 

Ogni giorno, come ben sai, approdano su questo sito centinaia di persone che apprezzano di essere tenute al corrente degli accadimenti del Palazzo.

Oltretutto, da politico attento qual sei, sai benissimo che i cittadini meritano attenzione e rispetto. E' altresì evidente che è meglio beccarsi dei ringraziamenti che dei rimbrotti.

 
Risposta di Claudio Agazzi 19:38 - 23/09/11

Ciao Gianpaolo,
mi associo a tutto quanto detto da Remo.

Mi rendo conto che tutto non si possa fare. Il problema della ringhiera è però tema di sicurezza e quindi forse andrebbe visto con priorità.

Mi auguro che questo dialogo tra Amministrazione e cittadini sia fruttifero e l'inizio di qualche cosa di diverso rispetto il passato, sia recente che remoto.

Buon lavoro

Ciao

Claudio

 
Risposta di BRONTOLO 11:37 - 26/09/11

Non riesco a capire bene, qui tutti fanno i complimenti a tutti, ringraziando di collaborazioni e quantaltro. Ma in questo caso esprimo il mio piccolo pensiero: mettersi in una lista è una scelta personale che a mio giudizio deve essere ponderata bene, perche sei fai questo passo devi essere consapevole dell'impegno che ti vai ad assumere, e questo impegno è per diversi anni.
Il consigliere viene eletto dal cittadino e quindi credo che sia doveroso che questo fornisca spiegazioni ricordando che gestiscono i beni e le risorse della popolazione. Ricordo che stiamo parlando di un incarico pubblico!!! Un grazie a Gianpaolo che ha risposto, come in precedenza hanno fatto altri. La comunicazione è alla base di tutto.

Chiedo infine a Giampaolo cosa intende quado dice " che il 90% del tempo viene utilizzato per i problemi dell'occupazione"? Credo che sia giustissimo farlo e soprattutto prioritario ma credo che sarà il sindaco con QUALCHE collaboratore a occuparsi del problema non l'intero consiglio e l'intera giunta.

saluti

Brontolo

Risposta di Mattia Lezoli 18:21 - 26/09/11

La mia proposta sarà forse considerata indecente...

ma alle prossime elezioni perchè non create una lista con i vari "brontoli" della situazione??

Chissà, magari, se questa lista vincesse le elezioni, avrebbe modo di dimostrare sul campo, qual è il modo "giusto" di amministrare un paese, gestire il tempo, le spese, e cambiare le ringhiere ai ponti!!
Prendetela come semplice battuta, non voglio offendere nessuno, ci mancherebbe altro!!!

La mia è solo una provocazione, perchè, sembra che si voglia cambiare il mondo da dietro un computer, anzi, sembra che si voglia far cambiare il mondo dagli altri, dando indicazioni da dietro un computer...
Forse scendere in campo sarebbe la scelta migliore...

saluti a tutti...

 
Risposta di Claudio Agazzi 19:58 - 26/09/11

Caro Mattia.

Forse non lo sai ma la legge non impone ad un libero cittadino di candidarsi al governo di un paese. E' una libera facoltà che viene data a tutti quelli che ne hanno le caratteristiche, maggiore età, godimento dei diritti policiti e altro ancora.

Non essendo un obbligo di legge si evince che qualcuno ami candidarsi, in pratica si offre volontario.

Offrendosi volontario assume tutti i doveri (gli onori sono pochi) che questa sua scelta comporta.

Trovo molto fuori luogo questa tua esternazione anche perché avvenuta in un momento di dialogo garbato tra cittadini e istituzione. Brontolo ha ragione nel dire che l'assessore deve comunicare con il cittadino ma è altrettanto vero che non è un obbligo istituzionale e potrebbe anche comunicare attraverso le vie canoniche. Ad esempio io gli scrivo una bella lettera raccomandata e lui mi risponde. Poi sta nell'intelligenza dell'amministratore capire che viviamo nel 2011 e che le cose sono cambiate.

Quindi visto che Gianpaolo ha cortesemente risposto, mi ha fatto piacere, come ha fatto piacere a Remo.

Davvero però sono sorpreso di questo tuo post che definisco un controsenso: usi questo mezzo per esternare i tuoi pensieri, evidentemente lo leggi, contribuisci a farlo diventare un valito strumento di progresso e poi ti sorprendi così tanto se da questo mezzo alcuni cittadini che ci mettono la faccia dicono come la pensano? E non mi dire che non era riferito a me o ad altri che si firmano ma solo agli anonimi perché allora mi faresti arrabbiare.

Il web è un luogo comune di condivisione che nel 2011 può contribuire al miglioramente della vita sociale.

Forse per te proporre idee, suggerire soluzioni è poca roba se provengono dal web. Per me è tanta roba se le si sapessero cogliere.

Forse ti sfugge come sono spesso sfuggite agli amministratori locali che da questo luogo sono arrivate si critiche ma anche lusinghe per chi si danna l'anima per amministrare.

Forse ti sfugge che il sottoscritto a offerto gratuitamente il proprio lavoro professionale e che tale offerta non ha ricevuto nessun cenno di considerazione da parte degli amministratori. Evidentemente hanno altri consulenti più bravi e meno costosti. Quindi prima di esprimere giudizi sei pregato o di discernere o di informarti.

Se non ricordo male e se non confondo le persone, tu stesso sei venuto nel mio ufficio, ti è stato dato quello che hai chiesto, ho impiegato persone che lavorano da me per l'amministrazione di questo comune e nessuno ha chiesto un solo euro.

Come vedi si può dare anche senza candidarsi.

Sinceramente questo tuo atteggiamento mi rattrista e mi sconforta, forse è stata una reazione istintiva e non ponderata.

Infine caro Mattia permettimi di sentirmi libero di NON candidarmi al governo del paese, di scrivere qui tutte le volte che voglio, di criticare, di congratularmi senza avere il timore di suscitare la tua reazione reazionaria...

Caro Mattia, si chiama diritto di critica, democrazia, ed è anche un dovere di ogni cittadino dedicare del proprio tempo al controllo dell'operato dell'amministrazione, ma credo che l'educazione civica da tanto tempo non la insegnino più nelle scuole.

Con vivo stupore e tristezza

Claudio Agazzi

Risposta di Mattia Lezoli 21:54 - 26/09/11

Mamma mia, non pensavo di turbare così tanto gli animi...

Le garantisco che non sono "reazionario" e che il mio senso civico non lo si vede certo da un post del genere... E soprattutto non ho espresso alcun giudizio, ma semplicemente una mia idea... Il forum lo seguo, come sito internet di informazione, peraltro molto utile...

Mi spiace quando noto un certo accanimento terapeutico accompagnato da paginate di polemica... Ma anche la polemica può essere utile in certi casi..

Cmq, la mia era una semplice battuta....tranquilli.....

PS

Uno che si firma brontolo, mi fa venire in mente l'anno scorso il paesano deluso. Queste persone (che non si firmano) non danno nulla di costruttivo, altrimenti mi viene da pensare che hanno vergogna pure delle proprie idee oltre che del proprio nome...

 
Risposta di Claudio Agazzi 22:44 - 26/09/11

Caro Mattia.

Troppo comodo gettare il sasso e poi girarsi dall'altra parte. Le battute sono battute  se sono sincere. Quando sono palesemente ironiche come le tue per me non sono battute ma un modo come un altro di denigrare.

"ma alle prossime elezioni perchè non create una lista con i vari "brontoli" della situazione??"

Se mi permetti "brontolo" vorrei lo dicessi ad altri. Specifichi meglio e va bene, ma a me del brontolo per cortesia non lo dai. Ripeto ti informi, magari chiedi nel caso mi fossi espresso male ma non accetto questo atteggiamento che scade sul giudizio personale. Discuti sul tema delle ringhiere, dimmi che il comune non ha fondi, argomenta, ma giudizi sulla persona per cortesia no grazie.

Chissà, magari, se questa lista vincesse le elezioni, avrebbe modo di dimostrare sul campo, qual è il modo "giusto" di amministrare un paese, gestire il tempo, le spese, e cambiare le ringhiere ai ponti!!

Non hai mai considerato che anche uno che non è consigliere, non è assessore, possa contribuire al miglioramento del paese? Allora cosa ci stanno a fare tutte le associazioni, gli enti che, le organizzazioni non governative. Io sono un libero cittadino che se può, anche con le sole idee e suggerimenti vuole contribuire al migliramento di Bedonia.

La mia è solo una provocazione, perchè, sembra che si voglia cambiare il mondo da dietro un computer, anzi, sembra che si voglia far cambiare il mondo dagli altri, dando indicazioni da dietro un computer...

Sembra che si voglia cambiare... anzi che si voglia far cambiare il mondo agli altri.

Vedi che non hai ben compreso ma la colpa è mia perché se uno non capisce il problema e di chi ti parla. Quindi ti spiego meglio la mia posizione: il cittadino attento, non solo va a votare ma cerca nel suo limite di contribuire al bene della collettività. Tu evidentemente hai scelto strade diverse, io e altri abbiamo scelto la strada della condivisione delle proprie idee e opinioni qui in questo luogo che è stato anche creato per migliorare il presente.

Mi dispiace aver disturbato il tu silenzio ma sai da qualche parte si chiama omertà e noi "brontoli" tutto quello che è omertoso ci da fastidio. Oh mi raccomando prendila come battuta eh.

Clao

Claudio

 
Risposta di Brontolo 08:13 - 27/09/11

"Uno che si firma brontolo, mi fa venire in mente l'anno scorso il paesano deluso. Queste persone (che non si firmano) non danno nulla di costruttivo, altrimenti mi viene da pensare che hanno vergogna pure delle proprie idee oltre che del proprio nome..."

Penso che Mattia (che non so neanche che faccia abbia) prima di scrivere debba riflettere bene, molto bene. La scelta di Brontolo viene semplicemente perche molto spesso nei vari post qualcuno viene indicato di destra piuttosto che di sinestra invece che discuttere sul contenuto di quello che ha scritto. Io penso che nel governare il piccolo Comune non ci sia ne dx ne sx ma solo il buon governo fatto da persone che concedono il proprio tempo ed il proprio impegno per la collettività. Se tu avvessi letto l'inizio del post da me fatto avresti forse capito che qui si scrive non per fare polemica ma per dare spunti a chi governa.

E poi credo che non ti debba permettere di scrivere che Brontolo "non da nulla di costruttivo altrimenti mi viene da pensare che hanno vergogna pure delle proprie idee oltre che del proprio nome..."  forse quello è solo un problema tuo e delle tue idee (se ne hai?).

Comunque veramente complimenti tu con una risposta sei riuscito a non cogliere quello che per tutti era lo spirito del post.

Saluti

Brontolo

PS
ciao Claudio, di brontolo ci sono solo io. 

 
Risposta di Claudio Agazzi 18:17 - 27/09/11

:) Non volevo, da Mattia, essere definito "brontolo". Non era assolutamente una presa di distanza da te e dai tuoi commenti che spesso se non sempre condivido.

Ciao

Claudio Agazzi

 
Risposta di Brontolo 08:16 - 04/10/11

Con grande rammarico devo segnalare che da tanto tempo un'area in pieno centro che ogni giorno ospita bambini di tutte le età è in stato di completo abbandono. Si tratta del campo da pallavolo adiacente la canonica.  Oltre all'immondizia che da mesi è sparsa per tutta l'area anche la rete di recinzione non è mai stata ripristinata dopo i lavori di ristrutturazione della canonica. Inoltre sono apparsi anche scritte nere sui muri.

Il punto è che se da un lato abbiamo chi sporca (quindi i bambini/ragazzi a cui non è stata insegnata l'educazione) dall'altra abbiamo chi non gestisce tale area, che dovrebbe arrivare dove magari i genitori non sono riusciti.
Credo che il senso civico debba essere insegnato dai genitori, dalla scuola, dalla chiesa, solo così si potrà riprendere il rispetto per le cose altrui.

Fiducioso di avere al più presto dei riscontri (soprattutto per i bambini che passano interi pomeriggi a giocare in tale area) colgo l'occasione per porgere distinti saluti.

Brontolo

Risposta di Luigi Battoglia 16:44 - 04/10/11

Carissimo Brontolo,
di norma non mi piace rispondere ad utenti anonimi ma questa volta farò una piccola eccezione, visto che l'argomento si presta ad alcune riflessioni.

Riparto dal titolo iniziale: Cosa si può migliorare a Bedonia?

Certamente le condizioni del campetto da pallavolo non fanno onore al nostro paese.

Quando Don Pietro lo costrui, credo l'avesse immaginato come uno spazio di gioco e di aggragazione per i ragazzi.

In massima parte così è stato. La proprietà è privata [della parrocchia appunto] che oltre a metterla a disposizione ed allestita gratuitamente non penso possa anche accolarsi le spese di manutenzione, soprattutto ora che non naviga nell'oro.

Idem l'amministrazione comunale la quale non avrebbe nessun titolo per gestire un'area privata anche se di pubblica utilità.

E' quindi evidente che sembra non esserci via d'uscita.

Siamo troppo abituati a lamentarci [anche giustamente] senza reagire in prima persona.

Io sono un frequentatore dei boschi, la mia passione è quella di girovagare con la moto per gran parte del nostro territorio.

Spesso mi capita di fermarmi in posti dove la totale inciviltà delle persone si palesa in bottiglie di plastica abbandonate, in spazzatura di varia natura disseminata in ogni dove ecc. ecc.

Dopo i primi periodi nei quali mi limitavo ad auguare lunghe sedute in bagno a questi individui da discarica, ora ho deciso di agire.

Ho una zaino al seguito che mi serve per portarmi oggetti di manutenzione della moto e spesso lo riempio della sporcizia lasciata da questi imbecilli.

Non si potrebbe fare la stessa operazione per le cose del paese?

Gli stessi genitori che hanno i loro figli a giocare in quel campetto non potrebbere qualche volta passare "casualmente" di la magari con una scopa in mano?

Sarebbe un bel esempio di amore per la pulizia e di civiltà da dare anche ai propri figli. Non crede?

Le persone meno giovani di noi questo esempio l'hanno dato.

Dal grande Mauro Ponzini ad Oscar del Sugremaro.

Imparare dalle persone piu umili sarebbe di grande giovamento.

Luigi Battoglia

Risposta di Mattia Lezoli 18:45 - 04/10/11

Sono d'accordo al 101%....... E' più facile "brontolare" che fare...

 
Risposta di Claudio Agazzi 18:25 - 04/10/11

ciao Luigi, concordo sul fatto che dovremmo riprendere le vecchie usi e costumi come appunto il manutenere le cose comune insieme.

Allora io per i marciapiedi di via Mons. Checchi ci metto il cemento. Lo offro io. Se qualcuno offre il proprio intelletto con un disegno tecnico, un'altro ci mette la manovalanza, un'altro il rivestimento, e qualcuno le ringhiere si fa.

Non scherzo eh... Un appello quindi agli amministratori comunali se voglino fare da coordinatori.

Complimenti poi Luigi per l'azione che fai nei boschi con lo zaino.

Ciao

Claudio Agazzi

 
Risposta di Gigi Cavalli 23:16 - 10/10/11

Segnalo una bicicletta che qualche cretino ha gettato nel Pelpirana, se venisse ripescata non sarebbe male, anche perchè è sotto al ponte, ingresso parco peschiera, da 20 giorni.

 
Risposta di Stefano Bruschi 22:54 - 11/10/11

La memoria dimenticata…

Programmare il futuro affinché sia certa la via per raggiungere la meta ed essere  possibilmente attrezzati ad affrontare gli imprevisti per quello che gli umani limiti consentono.

Attuare il presente con rigore, determinazione, onestà e tanto buon senso al fine di non sprecare risorse che, specialmente al giorno d’oggi sono particolarmente carenti.

Programmare il futuro ed attuare il presente sono due azioni che, secondo me, è possibile realizzare nel migliore dei modi se questi due pilastri poggiano solidamente sulle fondamenta rappresentate dal nostro passato, dalla nostra storia.

E’ per questo che non bisogna dimenticarla … la nostra storia!

La nostra storia non è soltanto quella che è raccontata nei manuali di scuola che la riportano, per ovvie necessità di sintesi, come una sequenza di battaglie, guerre, trattati, congressi, scoperte scientifiche ed altri avvenimenti simili.

La nostra storia è anche e soprattutto quella costituita dai piccoli avvenimenti che costellano la vita di ciascuno di noi, dei nostri padri, dei nostri nonni, dei nostri avi!
Tutti questi piccoli mattoni sono quelli che costruiscono la nostra storia, la nostra memoria.

Anche Bedonia ha i suoi piccoli mattoni.
Uno di questi è al cimitero: un cippo che ricorda un incidente ferroviario accaduto nel lontano 1907, il 27 marzo, a Colton in California.

Tra le vittime di quell’incidente ci furono cinque bedoniesi:

•    Bassi Francesco
•    Dellapina Ciriaco
•    Filiberti Natale
•    Soracchi Giacomo
•    Squeri Giuseppe

Peccato …

Peccato che il cippo versi in cattive condizioni: è pericolosqmente inclinato e le scritte sono alcune parzialmente, altre totalmente illeggibili.
Non dimentichiamo la nostra storia, non dimentichiamo la storia di queste cinque persone tragicamente perite mentre cercavano un futuro migliore, non dimentichiamo la storia di Bedonia.

Onestamente non so da chi fu eretta questa piccola stele quindi non posso parlare in questa sede di competenze e responsabilità.
Chiedo solo se è possibile effettuarne un dignitoso restauro che consenta di riportare all’attenzione di tutti una tessera di quel grande mosaico che rappresenta l’emigrazione, dalle nostre montagne, di tanti poveri individui che andarono alla ricerca di una ragione di vita in terre, che se oggi sono lontane, allora erano veramente oltre … le  Colonne di Ercole !!!

Allego copia di alcuni documenti dell’epoca (gentilmente fornite da un amico di Bedonia) che permettono di conoscere meglio gli accadimenti di quei tempi, oltre naturalmente le foto del cippo e, naturalmente, anche alcune foto del piccolo monumento.

Risposta di Alberto 12:34 - 12/10/11

I miei complimenti per questo rispolvero, con la speranza che il suo appello giunga a chi di dovere.

Risposta di Gianpaolo Serpagli 22:15 - 25/10/11

Caro Stefano e cari bedoniesi,
dopo la sua segnalazione abbiamo provveduto a una ripulitura profonda del cippo. Ma anche grazie al necroforo abbiamo rilevato che raddrizzarlo è molto complicato soprattutto perchè c'è il rischio di spezzare l'oggetto delle nostre attenzioni. Questo è dovuto alla posa fatta a suo tempo su terra invece che su un piattaforma. Comunque nei prossimi mesi provvederemo da un lato a ricalcare le scritte scolpite e dall'altro a verificare ogni possibilità di stabilizzare la struttura. In merito ai cimiteri volevo precisare alcune considerazioni.

La nostra amministrazione anche con decisioni non popolarissime, come aumentare il prezzo dei loculi, ha da subito cercato di mettere ordine nei nostri cimiteri. In quello del capoluogo oltre ad una fabbricazione di una nuova ala del cimitero si è provveduto a dare respiro a futuri sviluppi. Inoltre in due anni è sotto gli occhi di tutti il maggiore ordine e la maggiore pulizia dei cimiteri ma anche una risitemazione con investimenti continui ai tetti, ai pluviali e ad una serie di piccole manutenzioni. Nei cimiteri delle frazioni si è proceduto di conseguenza. In alcuni casi con investimenti importanti come la progettazione e la messa in opera di nuovi loculi, ma soprattutto con una cura continua in manutenzioni e pulizia.

E' un impegno gravoso soprattutto dovuto al fatto che nel nostro vasto comune sono tanti i piccoli cimiteri, ma sicuramente dovuto.

Voglio ringraziare chi come lei ci fa queste preziose segnalazioni.

Un riflessione sul cippo è dovuta.

Io, grazie soprattutto alla mia maestra elementare, sapevo della storia che sta dietro questo monumento. Ma vorrei da qui lanciare una proposta alle e agli insegnanti delle scuole di Bedonia per proporgli una visita ai monumenti che sono presenti nel nostro Comune al fine di creare quell'attaccamento al nostro paese e alla nostra, anche gloriosa, storia che rafforzerà i nostri futuri bedoniesi.

Risposta di Stefano Bruschi 07:13 - 26/10/11

Gentile Gianpaolo Serpagli,

che dire ... per ora GRAZIE!

Spero che l'intervento si possa effettivamente completare anche stabilizzando e quindi raddrizzando la stele. 

Spero vivamente che la cosa sia gradita a Bedonia tutta e che questo episodio possa contribuire a far conoscere a tutti i Bedoniesi e non solo, questo importante frammento di storia.

Ancora grazie

Stefano Brusch

 
Risposta di Brontolo 14:19 - 12/10/11

Complimenti a Stefano Bruschi per quanto illustrato, colgo l'occassione per ricordare che ci sono parti del cimitero in condizioni fatiscenti ed in alcuni casi anche pericolosi per le persone che vi accedono. Un esempio su tutti i distacchi di parti di cornicione ed intocanaci.

saluti

Brontolo

 
Risposta di Claudio Agazzi 12:01 - 15/10/11

Buongiorno

Io ho opzionato il cemento per i marciapiedi di Via Monsignor Checchi. Dall'Amministrazione nessun cenno. Neppure dai concittadini a dire il vero.

Allora rilancio.

Offro io il cemento per il rifacimento dei marciapidie, il progetto lo potrebbe fare il tecnico comunale a costo zero (se possibile). Ci mancano un po' di "ciappe" ma credo che potremmo chiderlo a qualche ditta locale.

La manodopera potrebbe essere chiesta alle aziende che da anni lavorano per il comune di Bedonia.

Cosa manca? La ringhiera? Potremmo farla anche che quella in sasso, un bel rivestimento di pietra di carniglia, rendendo quel ponte un po' più attraente.

(qundi cavolo il cemento aumenta... va beh ormai l'ho detto)

ciao

Claudio Agazzi

 
Risposta di Claudio Agazzi 20:25 - 04/11/11

Aggiornamenti.

Un paio di persone mi danno una mano a comperare il cemento. Avendo ormai però detto che ce lo metto io significa che abbiamo due persone che ci mettono un po' di soldi per altri materiali.

Signori dell'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BEDONIA. Vi interessano un po' di soldi per il paese o ne avete così tanti da rifiutarli? 

Perchè o è vero che non ci sono soldi per fare oppure non è vero e allora dovreste fare. Quindi torno a bomba. Io ci metto il cemento vi interessa? Qualche altro euro sono sicuro che riesco a portarvelo a casa.

Mi sembra d'essere la molecola di sodio che chiede se c'è nessuno eheh.

Cordialmente

Claudio Agazzi
Dittatura Illuminata

 

 
Risposta di John Sabini 13:54 - 08/11/11

CAMBIARE IL SINDACO. 

John Sabini

 
Risposta di Claudio Agazzi 22:57 - 08/11/11

Buonasera Sig. Sabini, o meglio buongiorno visto mi pare lei abiti negli USA.

Che dire. Vede, qui in Italia sono tutti pronti a critare il pragmatismo degli stati esteri, UK, USA, Germania. Poi però quando qualcuno si comporta da perfetto anglosassone e cerca di dire cose concrete, vere, opinablli per carità ma almeno fondate su qualche elemento, tutti scappano come i topi dalla nave che affonda.

Tutti bravi a criticare l'innominato, guardi come ci mettono la faccia per criticare il capo del governo, ingiurie, paroloni forti ma quando c'è da critivare con fatti alla mano un politico più vicino a loro se ne guardano bene. Fuggono. Allora in quel caso l'italianità va bene. Allora in quel caso il controllo sui conti pubblici non va fatto, allora in quel caso le economie di scala non si devono fare, allora in quel caso gli sprechi dei soldi pubblici possono essere fatti. Le Maserati non vanno bene, le scale inutili di Bedonia vanno benissimo. Eppure proporzionalmente lo spreco e molto più grande.

Veda l'esempio di questo ponte che obiettivamente è in condizioni disastrose. Ha letto qualcuno che ha commentato la proposta? Meglio il silenzio, meglio far cadere l'argomento perché non esiste che qualcuno faccia qualche cosa a titolo gratuito in questo paese... non è catalogabile, ci deve essere per forza un motivo e vanno in tilt non lo capiscono.

Vede Mr. Sabini come è bella l'Italia di oggi. Creativa come sempre, ipocrita come sempre, esterofila come oggi però non la è mai stata.

Ho un po' divagato ma se lo legge bene questo episodio del ponte ci rappresenta.

Un cittadino dice: c'è un problema

L'amministratore dice: non ci sono i soldi

Un cittadino dice: te li do io

L'amministratore: scompare

Cordialmente

Claudio Agazzi
Dittatura Illuminata

Risposta di Fausto 15:06 - 09/11/11

Io due braccia da "garzone" ce le metto perchè non ho grandi competenze in materia edile.

Non sono di Bedonia, ma credo che se questa operazione andasse in porto in tutta la Valle partirebbe il "contagio" da diamo una mano alla nostra Terra.

Ho una assicurazione personale per gli infortuni, pertanto non credo ci sarebbero problemi per la mia partecipazione all'opera.

L'unico dubbio che mi rimane sarebbe sulla responsabilità, nel caso un domani accadesse qualcosa chi ne risponderebbe? Siamo in Italia mettiamo in mano i servizi pubblici ed i soldi pubblici ad soggetti falliti conclamati e poi se qualcuno ci mette del suo rischia poi di rimanerci impantanato.

Chiudo comunque confermando la mia disponibilità.

 
Risposta di Mattia Lezoli 00:31 - 28/11/11

Per una volta voglio fare una BRONTOLata anch'io, anzi due!!

Ho notato che dopo 2 settimane circa di lavori non è ancora stata completata del tutto la nuova pensilina-fermata bus che si sta realizzando a Bedonia dopo la piscina nella strada per Montevacà all'incrocio con via Don Stefano Raffi. Non so da chi sia stata chiesta ed eventualmente finanziata (se comune, provincia o Tep), non ne ho idea. Però....... siccome è sul lato in direzione Anzola, suppongo servirà principalmente ai ragazzi che escono dall'Ipsia per attendere la corriera che li porta a casa... Dunque questi ragazzi, specialmente nei mesi freddi, uscendo da scuola si percorrono il tratto dall'istituto, al seminario, all'incrocio con la Provinciale dove in futuro attenderanno cmq al freddo e all'acqua la loro corriera, in questa "pensilina" costata circa un mesetto di lavoro di muratori, ruspe, ecc....

Ma far passare la corriera per Anzola davanti a scuola???? Partendo da Bedonia capolinea non avrebbe allungato di mezzo metro il percorso, non avrebbe saltato altre fermate, avrebbe preso su la gente dove effettivamente ci sarebbe stata necessità, e avrebbe evitato di far pagare un mese di lavori per costruire una pensilina totalmente inutile... Ma vabbè...

Seconda cosa curiosa, se così si può dire: sabato mi è capitato di prendere quella "corriera" fino appena fuori Bedonia (per abbreviarmi il tragitto a piedi), viene usato un pulmino 9 posti qnd la gente a bordo è di 12-13 persone, costringendo la gente a salire nel bagagliaio dietro i sedili come fossero valigie contro ogni norma del codice della strada, sicurezza e confort.... Ma è tutta colpa della crisi o c'è dell'altro???

 
Risposta di Brontolo 09:49 - 07/05/12

Passeggiando nel tratto di pista denominata "ciclabile" fra Bedonia e il Ponte di Compiano mi sono domandato più volte se quella che percorrevo era una pista ciclabile o una pista pedonale. Sarei molto curioso sapere chi e come ha collaudato l'opera, in quanto per essere ciclabile una pista deve avere determinate caratteristiche geometriche.
Inoltre a pochi anni dall'esecuzione dell'opera ci ritroviamo con parecchi problemi non solo di manutenzione.
Sottolineo il fatto che alcuni punti hanno larghezza veramente ridotta e la scarpata verso il torrente Pelpirana è veramente molto ripida.
Sperando che non accada mai nulla non sarebbe meglio declassarla a pista pedonale?
E nel tratto dove devi camminare sulla strada provinciale (località Serra) si potrebbe fare qualcosa?
Saluti

Risposta di Claudio Agazzi 12:25 - 07/05/12

Buongiorno

Appoggio la richiesta di Brontolo di curare meglio questa pista che fu fatta con soldi pubblici e che credo sia anche apprezzata visto che vedo gente che la frequenta (prevalentemente a piedi).

Claudio Agazzi

 
Risposta di brontolo 13:30 - 07/05/12

Dimenticavo, complimenti all'amministrazione per lo sfalcio effettuato su tutto il verde.
Invece purtroppo devo segnalare che nonostante la pulizia effettuata poco tempo fa la strada che porta a san Marco (scusate ma non ricordo il nome), dove ogni giorno transitano decine di studenti, è ancora piena di cartacce e altro. Forse come già precedentemente detto in altri miei interventi l'istallazione di alcuni cestini per la raccolta non sarebbe poi una brutta idea.

Inoltre potrebbe essere una buona idea con il patrocinio del Comune fare un po di educazione civica nelle scuole e magari far fare da loro qualche cartello anche simpatico da mettere nelle vie del paese-

Saluti

 
Risposta di brontolo 13:35 - 07/05/12

Chiedo cortesemente l'intervento del Comune di Bedonia per poter ripristinare e mantenere in ordine un'area privata, ma ad uso pubblico, soprattutto di bambini:

IL CAMPO DI PALLAVOLO DELLA PARROCCHIA

Grazie

 
Risposta di Brontolo 13:54 - 07/05/12

Scusate qualcuno sa se è in circolazione il nuovo programma delle manifestazioni dell'estate bedoniese 2012?

Saluti

Risposta di Paolo 13:28 - 28/05/12

Noto con piacere che dopo parecchi mesi di buio è stata ripristinata l'accensione di almeno qualche lampione su Piazza De Gasperi e qualcuno ai giardini.... A quando tutti gli altri nella medesima via? Poi ci sarebbero quelli sulla strada per San Marco, sulla strada per il Serpaglio e altre zone completamente buie...
Capisco il risparmio, ma per la gente a piedi è un po' pericoloso.. Almeno accenderne uno sì e uno no!!

Poi ci sarebbe sempre quella perdita di gas al La Vesgas, ma ormai è un anno e mezzo, si vede che non è pericolosa!!

Risposta di MIchele I. 11:20 - 29/05/12

Proprio stamane possando di li, mentre andavo in banca la si avvertiva molto molto forte, non mi pareva piccola dall'intensità. Speriamo che la senta chi di dovere anche se non pericolosa direi che è ora di fare quello che va fatto, come costi penso che il comune non dovrebbe averne, ma non ne sono sicuro!?

 
Risposta di Nannolo 10:31 - 05/05/13

Perche' in via Trento la macchina (...) puo' parcheggiare in zona pedonale e fuori dalle strisce e le altre macchine si beccano la multa ? Il divieto non sarebbe uguale per tutti ?

----------------------------------------

(...) una parte della frase è stata rimossa perchè espressa in forma anonima.
G.C.

Risposta di P R 19:34 - 07/05/13

ma non è la sola macchina.. ci sono quelli che usano sempre il carico-scarico anche se non ne hanno diritto nel giorno di mercato

Risposta di Mattia Lezoli 14:30 - 08/05/13

La cosa più triste, e più grave, secondo me, è usare i parcheggi riservati ai "diversamente abili" oltretutto per andare al bar... Almeno a Parma è in uso un bellissimo servizio di rimozione forzata, che in quei casi, forse insegna di più di una semplice contravvenzione... Al di là del carico - scarico, disco orario, ecc., che di per sè, è sbagliato approffittarsene, ma chiudono sempre 10 occhi... sulla sosta dei disabili, sarebbe giusto guardarci di più, per rispetto di quelli che ne avrebbero veramente diritto..

 
Risposta di Filiberti M 19:05 - 20/05/13

Oggi ho visto la ruspa in azione così due bellissime piante davanti alla banca popolare sono sparite. Complimenti al comune di Bedonia per queste scelte acute

Risposta di Gigi Cavalli 11:28 - 21/05/13

Signor Filiberti, le piante sono state tagliate circa un mese fa e non ora.
Per saperne di più le indico un articolo scritto appositamente e ampiamente dibattuto:

http://www.esvaso.it/post.php?id=729

Saluti e grazie

 
Risposta di Roby 22:07 - 05/06/13

Mi potete confermare la notizia di una apertura di una sala funubre o di un servizio onoranze funebri in via Garibaldi? Il sospetto è reale perchè i vetri sono già stati coperti per i lavori. Sarà
Grazie

Risposta di Cip 10:50 - 06/06/13

Confermo perche' aprira' la DUOMO onoranze funebri di Borgotaro

Risposta di PM 15:44 - 28/06/13

Roby la notizia e' verissima è tutta la settimana che lustrano cosi' alle notti rosa diremo un requiem prima di ballare

 
Risposta di GINO DEL SASSO 23:34 - 09/06/13

E' UN VERO PECCATO CHE CHE VIA TRIESTE SIA STATA ANCORA INFIORATA, COME DEL RESTO SUCCEDE TUTTI GLI ANNI PER IL CORPUS DOMINI, PERCHE' CIO' NON VI HA PERMESSO DI NOTARE LO STATO DI DEGRADO E DI ABBANDONO IN CUI SI TROVA.
FORSE NON FA' PARTE DEL CENTRO STORICO O FORSE BEDONIA E' SOLO VIA GARIBALDI E VIA DE GASPERI?
SONO ANNI ORMAI CHE NON VIENE MOSSO UN SASSO O SISTEMATA UNA FONTANA, I MARCIAPIEDI, SI FA PER DIRE, SONO A PEZZI E PERICOLOSI PER I PEDONI.
GLI ULTIMI DUE INTERVENTI DI CUI NON RICORDO GLI ANNI IN CUI SONO STATI ESEGUITI SONO L'ELIMINAZIONE DI QUELL' "ORRENDO CIOTTOLATO" VISIBILE ANCORA NEL PEZZO DI STRADA OLTRE VIA DIVISIONE JULIA, SOSTITUITO CON UN BEL MANTO DI CATRAME, E IN SEGUITO CON LA POSA IN OPERA, PER SOSTITUIRE L'ASFALTO, DI QUEI BELLISSIMI BLOCCHETTI ROSSI.

 
Risposta di Claudio 21:25 - 12/06/13

Dal tg di questa sera non ho visto partecipare Bedonia al 40.esimo di fondazione del corpo vigili del fuoco a Borgotaro .....perchè forse lì non si spengono incendi????

 
Risposta di Claudio Agazzi 20:48 - 17/06/13

Buonasera

I paesi di Bedonia, Compiano, Tornolo, con questa mentalità campanilistica, invidiosa, partitica, familiaristica SONO MORTI.

Chi ha gli occhi vede. C'è gente che non esce più perché non ha soldi, ma c'è gente che non esce più per non deprimersi. Preferisce la televisione o Internet.

Ci vuole ancora molto per capire che è finita l'era dei partiti, degli affari di famiglia?

No non ci vuole molto, ma non basta. Si tratta quindi di suicidio collettivo. Si va avanti nel silenzio nella consapevolezza che in uno, due anni di questi paesi non ci sarà più nulla, solo un paese stile far west con una strada principale e nessuno in giro. Un vento gelido, una luce intensa ma vuota, saracinesche abbassate, negozi improvvisati, facce che non hanno più nulla da dire, sorrisi che non vengono più. Persone scomparse da anni ben lontane dal pensare di ritornare. Neppure il sabato, neppure a Pasqua o a Natale.

I tassi di decrescita del 2012 saranno solo ricordi piacevoli.

Un po' di respiro a Borgotaro, draga divoratrice delle ricchezze della valle. Va bene, vorrà dire che abiteremo ancora nelle nostre case e poi andremo a prendere il caffè a Borgotaro, andremo a cena o in pizzeria là.

Possiamo, potremmo solo migliorare, solo che non abbiamo il coraggio di dire che stiamo morendo.

Il tempo di raggiungere i 19 anni, appena preso il diploma o l'università o l'emigrazione a Parma se va bene o in qualche paese straniero. Nella migliore delle ipotesi un trasferimento causa matrimonio a Borgotaro.

Grazie a tutti.

Cordialmente
Claudio Agazzi

 
 
Risposta di Brontolo 16:48 - 20/06/13

http://www.valtellina.it/info/18734/fly_emotion.html

Potrebbe essere un'idea per attirare un pò di gente

ciao a tutti

 
Risposta di Brontolo 08:04 - 10/07/13

caro Gigi ho visto il post "Mettiamola in piazza III" nella quale fai vedere con qualche foto la sistemazione se così si può chiamare della piazza.
Sarebbe interessante, e qua chiedo il tuo aiuto, fare le foto dei vari tipi di lampioni che ci sono in giro per il paese, un vero catalogo di corpi illuminanti tutti completamente diversi, in un incrocio se ne possono ammirare quattro di diversa tipologia.
Mi chiedo, visto che si stanno cambiando con quale criterio e da chi vengano scelti.
Inoltre devo dire che la nuova aiuola presenta piu di una criticità, o parcheggi in mezzo alla strada o scendi dalla macchina in mezzo aiuola.
i lampioni gli avete visti tutti e per quanto riguarda l'aiuola rotonda si nota ancora una volta che tutto è lasciato al caso, basta fare qualcosa non importa che sia bello o brutto
Brontolo

 
Risposta di John Sabini 23:10 - 16/08/13

RIPETO, "CAMBIARE IL SINDACO"

 
Risposta di Remo Ponzini 09:56 - 06/09/13

Pulizia nel torrente Pelpirana.

Solo un mese fa mi ero ripromesso di fare un appunto alla nostra Pubblica Amministrazione per le condizioni del Pelpirana nel tratto che costeggia il Parco Cattaneo. Vegetazione fluviale in piena espansione che dava un senso di disordine e malessere. Mi trattenni perchè criticare senza conoscere le reali disponibilità di cassa mi sembrava un pochino fuori luogo. Oltretutto ero certo che gli amministratori ne fossero a conoscenza in quanto era sotto gli occhi di tutti.

Con grande piacere tre giorni fa sono iniziati i lavori di pulizia con il taglio di tutti gli alberi e della sterpaglia varia che si era accumulata sul greto del torrente. Non so se sono previsti altri interventi ma già queste mattina quel tratto dava piacevoli sensazioni di ordine e di decoro.
Una doverosa precisazione anche se questa amministrazione non l'ho votata.

 
Risposta di Lorenzo 14:07 - 26/11/13

Perchè in un paese civile non si devono considerare le cicche che i fumatori gettano a terra? Guardando davanti ai bar si potranno notare decine e decine di cicche gettate a terra o attorno ai tombini di scolo.
Un contenitore posizionato davanti ad ogni locale pubblico è necessario e non è superfluo.

Risposta di Isabel 16:55 - 26/11/13

Bravo Lorenzo l educazione prima di tutto

Risposta di Virgin 16:22 - 27/11/13

Noi cittadini dobbiamo fare la nostra parte ma è anche vero che non c 'è alternativa che gettarle. Dove le metto in tasca ?

 
Risposta di John Sabini 18:08 - 26/11/13

Il commento è stato rimosso per contenuti personalistici.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2017