A tarda ora mi sono messo a "navigare" su questo forum e sono incappato in circa un anno e mezzo di discussioni sul BERLUSCONISMO: uno spasso.

Tra  botte e risposte ne ho viste di tutti i colori: gli interventi più colorati ( quasi atti di Fede ), devo dire, sono quelli dell'iniziatore del dibattito, al punto che qualcuno ha esagerato parlando di innocente "innamoramento" ...
D'altra parte  il "berlusconismo" cioè la "maniera alla Berlusconi", il suo stile, la sua linea da défilée è solo concepibile come mitizzazione/santificazione di un leader maximus.
La storia ne ha sfornati un bel po': Castro...Mussolini... Stalin... Hitler... Craxi.... All'infuori dell'adorazione ("Meno male che Silvio c'è") il berlusconismo, accolto ed esploso come la vera innovazione di un'Italia vecchia e malconcia (il Governo del fare contro lo tsunami di Tangentopoli ) è andato via via ammosciandosi, rivelando la sua vera essenza: la deificazione, appunto, di un Salvatore che, gira gira, fin'ora è riuscito solo a salvare se stesso! "Se costui è veramente Figlio di Dio, ( Vangelo di Matteo ) scenda dalla croce e salvi se stesso!" E Lui l'ha fatto. Altro che Giudici infami e comunisti propagatori dell'odio.

Il Berlusconismo però è scivolato talmente in basso da offrire al mondo intero un'immagine vergognosa e cialtrona del nostro paese che, per la verità, un po' vergognoso e cialtrone lo è sempre stato ("Duce, duce, tu sei la Luce!") oppure non è così?

In pieno stato del "bunga bunga" mi piacerebbe conoscere che cosa pensano i vari blogghisti sull' ascesa o sulla parabola (discendente?) del Premier e con quali argomentazioni lo si possa ancora affossare o difendere.

Leggerò tutto con curiosità, salvo che non intervenga la Sant'Anchè!

Risposta di Fausto 21:43 - 23/01/11

Caro Arturo... come ho avuto modo di dirti apprezzo il tuo senso critico e le tue capacità artistiche (ancor più di critica artistica).

Però in questi interventi ti trovo molto molto banale, oltre al fatto che, ho visto, troppo spesso mescoli il sacro al profano a volte mettendo il primo al servizio del secondo...

Per quanto mi riguarda io la vedo così.. Voi antiberlusconiani avete un serio problema (che è Berlusconi) ma ancora più serio è il fatto che non vi rendiate conto della malattia che vi affligge.

Il primo passo per guarire è accettare di avere un problema... ma voi non ne siete ancora consapevoli.

In realtà voi pensate che le persone che non odiano Berlusconi, adorino Berlusconi.

Per questo continuate una incessante opera discreditatoria cercando di colpire "gli altri" distruggendo l'immagine che voi pensiate possano avere del loro Idolo.

Purtroppo questo non vi porta mai a nulla se non a rendervi antipatici.

In realtà a poche persone importa qualcosa di Berlusconi, in pochi lo idolatrano come pensate voi.

Siete accecati dall'odio per questo non avete una lettura imparziale della storia contemporanea.

Che questa cecità ti coplisca... sinceramente mi stupisce.

Io ho delle idee, e le avrei tranquillamente senza che esista Berlusconi, e attaccando la sua persona non indebolite affatto le mie posizioni, anzi... degradate l'eventuale alternativa.

Io credo nella migliore qualità del ramo privato rispetto alla macchina pubblica.

Credo che lo Stato debba ingerire il minimo possibile all'interno della mia esistenza.

Credo che lo Stato sia al mio servizio e non il contrario.

Credo nella solidarietà che non sconfina nell'assistenzialismo.

Credo nella certezza della pena che i garantisti di sinistra ci hanno tolto.

Credo che l'unico modo di responsabilizzare la mentalità Meridionale sia di di tagliare definitivamente i fondi assistenziali. (solo lo stato di necessità più estremo può far compiere una rivoluzione di costumi e cattive abitudini).

Credo nei valori Cristiani come base per una accoglienza in cui i ruoli tra ospite e ospitato rimangono ben distinti.

Credo che le donne abbiano maggiori capacità razionali (anche se minori doti di improvvisazione) perciò non ce ne saranno mai abbastanza in politica.

Credo nella servizio di sanità pubblica e credo che anche qui il grosso problema di sperperi risieda nel Meridione.

Credo che ci sia veramente un complotto che si oppone alla realizzazione del Federalismo (ma qui credo anche che Berlusconi ne tolleri l'esistenza).

Prima l'UDC era contro, poi si fa un'alleanza di governo in cui c'è il partito statalista per eccellenza che è AN ec... tutto fatto perchè arrivati al quid non si faccia na seg...

Credo che l'apertura dissennata delle frontiere sia un errore se non si è pronti ad accettare condizioni di lavoro da cinesi.

Perciò a me del Bunga Bunga, e delle mille beghe che può avere Berlusconi non me ne interessa na cippa.

Per quanto riguarda il mio giudizio personale penso solo che un Arturo Curà dovrebbe prima di esprimere un giudizio su uno che ha, imprenditorialmente e comunicativamente parlando, conquistato l'Italia, togliersi dalla mente l'utopia di Che Guevara e prendere le distanze da gente che si porta a casa 10.000 Euro al mese senza fare na cippa (e secondo me... il caffè glie lo offri pure tu!).

Questo è quello che penso. Siete malati inconsapevoli.

Fausto.

 
Risposta di PK 18:09 - 25/01/11

Mi scusi Maestro per il ritardo, ma prima il dovere (lavoro) e poi il piacere (l'opportunità impagabile di poterle rispondere).

Premetto che tutta la manovra portata avanti in questi mesi dalla procura di Milano mi ricorda molto l'antico ordine della Regia Marina Borbonica: "Facite ammuina", lo so è un falso storico ma rende l'idea, ne consiglio la lettura qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Facite_ammuina .

Detto ciò vediamo i fatti, lasci stare le accuse e le difese, esistono i tribunali in ogni loro grado di giudizio, esamini invece la procedura, le sembra normale che un'intera procura sia dedita ad ascoltare un cittadino (lasci stare le cariche consideriamo la semplice appartenenza al supergruppo cittadini italiani) non per un ipotesi di reato, semplicemente per verificare se esiste un ipotesi di reato, per lei è normale?

Se le sembra normale vada avanti nella lettura, al contrario si fermi qui.

Azzo è andato avanti, me lo aspettavo, da uno che mette nello stesso calderone personaggi come "Castro...Mussolini... Stalin... Hitler... Craxi" era impossibile una simile presa di coscienza del problema, è si, passi per i primi 4, ma l'ultimo non mi pare un dittatore del loro livello, ma neppure meritevole del titolo di dittatore, non vengono accumunati neppure dall'intitolazione di piazze o strade, se poi ci vuole far entrare pure Mr. B non riesco proprio a capire quale sia il suo processo logico.

Oddio, da uno che si sveglia la mattina e per prima cosa pensa a Mr.B (non lo neghi, è pure in buona compagnia) è ovvio che lo veda ovunque, anche un artista come Giovannotti (che l'artista per essere tale deve essere di sinistra) dichiara: sono 20 anni che cerco di capire Mr. B, e che probabilmente tu per 20 anni mica avevi altro a cui pensare, se la fabbrica chiudeva, se erano dolori uscire di casa e farti la tua come lavoratore precario, se quelli che dovevano difendere i tuoi diritti, i sindacati, erano i primi a infilartelo nelle terga, magari mica ci pensavi al Mr. B.

Ora dovrebbe avere gli elementi per darsi la risposta, sul motivo per cui nonostante le emerite cazzate che continuamente vengono propinate dai quotidiani e dai programmi di kultura, l'indice di gradimento di Mr. B è immutato.

Non ho la pretesa di averle aperto la mente, hai voglia, per favore non faccia il piccato che mi da pure più gusto poi "stimolarla", però pensi ad altro e come dice Pennacchi (uno di sinsitra che è talmente capace di pensare di suo che la sinistra non lo vuole): "Dire che l'unico problema dell'italia è Berlusconi, è una stronzata" e allora scattò il vaffa a Vattimo.

PK :-)

 
Risposta di Arturo Curà 17:51 - 26/01/11

Perchè su questi forum deve finire sempre tutto in vacca? C'è in giro un astio speciale per cui non si vede l'ora di aggredire "anonimamente" chi esprime proprie opinioni.  I risultati non possono essere che miserabili e lo stesso Gigi Cavalli, se non sbaglio, ha tirato le orecchie a qualcuno.

Le due risposte (?) non sono nient'altro che uno sberleffo volgare ( un tempo si definiva "da osteria" ) che a tratti vorrebbe essere sarcastico, nei miei confronti in questo caso, e in altri nei confronti di chi la pensa in modo diverso. Ma la mentalità odierna ( la Tv docet ) è siffatta: si buttano a vanvera pensieri perlomeno contorti per  scatenare lo spregevole tifo da stadio. Io, per mia fortuna, non mi alzo col pensiero fisso a Berlusconi perchè ho altre cose da fare ma devo ammettere che, davanti ai disastri politici e morali di questi anni, ne ho chiare le colpe: un Berlusconi che si è comperato tutto e una Sinistra colpevolmente imbelle che gliel'ha lasciato fare per poi urlare per 20 anni al conflitto di interesse. 

So benissimo che l'italiano inteso come cittadino meriterebbe di più ma so anche benissimo che il nostro paese non ha mai combattuto contro il malaffare dei cosidetti potenti di turno, salvo le piazze deprimenti che inneggiavano al giustiziere di turno, il Di Pietro di Mani Pulite, per poi dimenticarsene in fretta e continuare a subire a ruota libera ladrocinii e soprusi ben maggiori ( il più bieco affarismo che si fa potere politico).

L'italiano  si adegua, non s'impegna, perchè è meglio stare zitti, perchè quello è "figlio di", perchè "tanto sono tutti uguali", idea balzana che mette in pace chi ha occhi per vedere e non vuol vedere buttando tutto e tutti nello stesso calderone populista e liberatorio. All'italiano insomma piace interpretare sempre la parte del suddito( "Arlecchino servo di due padroni") . Berlusconi l'ha intuito, ne ha aprofittato, ha riempito il paese di fantasiose promesse, ha stregato la massa che ha applaudito e applaude al Salvatore della Patria, Patria che Lui ha dimostrato sempre di non tenere minimamente in conto.

Ma, tornando a bomba, non intendo commentare le due "risposte anonime" perchè non le ritengo rilevanti. Risponderò solo a chi si firma nome e cognome cercando di iniziare, se è il caso, un dialogo a distanza che non sia il solito tritacarne qualunquista purtroppo in gran voga da troppi anni. Accetterò ben volentieri tutte le argomentazioni,favorevoli o contrarie, pur che siano civili. Lo stupido battibecco personale non rientra nei miei interessi e, credo, nemmeno in quelli di chi frequenta questo forum.

Risposta di Luigi Battoglia 18:48 - 26/01/11

Caro Arturo,
ho ben poco da aggiungere a quanto da te appena scritto perchè sono COMPLETAMENTE D'ACCORDO.

Risposta di Fausto 21:38 - 26/01/11

Sei stato molto chiaro Arturo perciò non faccio altro che risponderti che trovo alquanto discutibile la tua scelta di proporre un argomento nei termini in cui lo hai fatto tu (con l'ovvio scopo di stuzzicare la discussione) e poi alla prima (o seconda) risposta che ti va di traverso alzi i toni. Visto che la mia stima rimane inalterata, nonostante questo che ritengo essere uno svarione dettato dalla foga, cedo il passo per rispetto dell'età e della tua persona. Anzi da oggi le darò del lei. Non entro nel merito del secondo suo intervento perchè se ho trovato banale il primo, trovo il secondo ancor meno adatto ad un intellettuale come lei.

Chiedo venia, non per ciò che ho scritto che confermo e ribadisco, ma per il tono confidenziale con il quale mi sono permesso di rapportarmi.

Saluti, Fausto

 
Risposta di Claudio Agazzi 20:22 - 26/01/11

Caro Fausto,
ho ben poco da aggiungere a quanto da te appena scritto perchè sono COMPLETAMENTE D'ACCORDO.

Claudio Agazzi

Risposta di Ruggero 14:50 - 27/01/11

Carissimo Arturo Cura',
ho messo il nome e il cognome per stimolare in te una risposta e per limitarti il nervosismo che logicamente scatena lo scrittore incognito e misterioso!!

Qual'e' l'alternativa al NON voto in questa situazione politica caotica italiana??

Berlusconi, molto probabilmente si è bruciato la credibilita' personale in un letto messo in una stanza di vetro dove tutti potevano vedere e sentire che cosa faceva!!

Berlusconi e' di certo uno dei piu' grandi illusionisti che siano mai esistiti sulla scena politica di questo paese anche grazie a gente (che lui puo' pagare bene!!) che gli dice sempre cosa dire, come dirlo e in che momento dirlo!!

Berlusconi ha il potere del denaro che puo' convincere chiunque anche chi gli e' avversario, soprattutto quando la legislazione sta per finire e il "povero" deputato o senatore deve trovare una sistemazione futura! Soprattutto mantenere la solita auto blu per andare a vedere il derby di calcio a Roma (ne sono entrate ben 72 all'ultimo!!).

Berlusconi, come gia' avevo detto, ha una fortuna sfacciata e quando qualcuno gli vuole fare lo sgambetto (vedi Fini!!) finisce sempre per inciampare a sua volta (vedi Montecarlo!!).

Finocchiaro, Di Pietro, Veltroni, Vendola, D'Alema, Fini hanno in comune una cosa con Te (e Battoglia!!): l'odio e il parlare male di Berlusconi!!

E' possibile che anche tu (e Battoglia), come loro, non hai capito che oggi, come da sempre, vale il detto: parlane bene o parlane male ma l'importante e' che ne parli!! 

Qui non si tratta di difendere o attaccare il berlusconismo ma semmai si tratta di trovare un programma di riforma strutturale per il paese, con nuove facce, che sia alternativo a Berlusconi!! Al momento non sussiste questa possibilita' perche' anziche' far scrivere sui giornali: "la mia proposta per l'Italia è questa!!"...in mancanza di idee valide...meglio fare scrivere che Berlusconi è andato a letto con Ruby e ha pagato con 100 collanine d'argento!! Sai che ne frega agli italiani che arrivano "quasi" al 20 del mese poi "ciccia"!!

Dimenticavo...secondo me vince ancora!!

Ruggero 

Risposta di Patrizia 18:07 - 27/01/11

ho letto il tuo post. Mi dispiace solo  che non ci sia, come c'è in  facebook la casellina "mi piace" e quindi per dirlo ho dovuto scriverti anche se non ho altro da dire in merito.

Risposta di Arturo Curà 09:59 - 28/01/11

      Carissimo Ruggero, grazie per il tuo intervento. Credo proprio che avrai ragione tu a proposito di eventuali elezioni poichè non c'è cosa più difficile che sradicare un mito dalla testa di molta gente che in quel mito crede ciecamente e religiosamente. Per carità, ognuno deve essere libero di adorare chi vuole anche se l'adulazione già di per sè può nascondere una debolezza: la mancanza di senso critico.

      Ed è proprio questo che mi disturba: la mancanza di quel senso critico che a differenza il popolo di sinistra ha sempre avuto nei propri confronti magari esagerando e combinando disastri ( "Continuiamo a farci del male!" diceva Nanni Moretti in un suo celebre film profetico ). Mi disturba  quella gente che (per rispetto della Destra non definirò "di destra" ma solo "di Berlusconi") non manifesta mai nessun dubbio, nessun cedimento nei  confronti di un governo che persino la Marcegaglia ha definito elegantemente "immobile"(Il famoso Governo del Fare ), non dimostra perlomeno un piccolo fastidio davanti ad un premier autodefinitosi "l'unto dal signore" e talmente arrogante da voler fare e disfare il Paese a suo capriccio (Leggi personalizzate, ribaltamento della Costituzione, aggressione quotidiana alla Magistratura ed altro ).

    Tu dici giustamente, caro Ruggero, che il "nostro" illusionista di Arcore in questi ultimi tempi ha speso troppo in fuochi artificiali e che gli ultimi botti sono quelli della fine spettacolo. Ma ci credo fino a lì. Credo purtroppo che da un paese per un terzo ancora col naso all'aria ad ammirare le girandole colorate ci siano poche vie di fuga. Chi non è stato catturato dal fascino berlusconiano (l'altro terzo del paese ) è nelle mie condizioni di tristezza. Gli altri hanno la nausea e non accettano più la politica dicendo che "tanto sono tutti uguali" cioè "i se rangeràn!" ( altra botta di tristezza per me! perchè non è così! ).

    Ti assicuro che io non odio Berlusconi, anzi, ti devo confessare che da un paio di mesi seguo le sue evoluzioni erotiche con amaro divertimento come se stessi vedendo una di quelle commediacce di Alvaro Vitali, ma, se possibile, ancora più spinte e scollacciate.  A questo, cioè al film comico da caserma ci ha portato quel Berlusconismo trionfante che avrebbe arricchito gli italiani dalla sera alla mattina. Moralmente ed economicamente!

     Sono rattristato davanti ad un premier e ad un governo etichettato e lanciato sul mercato come "Il Buon Governo" che lui ha formato a propria immagine e somiglianza,  come il Padreterno nell'atto di mettere in piedi Adamo. Sono rattristato dal suo insopportabile Velinismo interiore ed esteriore: dalle gaffes internazionali alle barzellette da "Bagaglino", dalla figuraccia al Parlamento Europeo quando ha dato del Kapò a Schultz ai rifacimenti estetici e alle bandane imbarazzanti per un uomo maturo che riveste un tale incarico istituzionale. E poi i lifthing, i trapianti, i tacchi alti, l'ossessione per le "fanciulle in fiore" che peraltro lo stanno coprendo di insulti e rivelazioni irripetibili finite su tutta la stampa mondiale. Più l'apparire che l'essere è sempre stata la sigla delle sue TV, e mi viene da dire che Lui non è... appare, ultimamente anche in voce.....

    Io non odio Berlusconi, caro Ruggero, perchè l'odio è un sentimento  estremo da tragedia greca e lui  è solo un guitto d'avanspettacolo. E un guitto da avanspettacolo al massimo lo si commisera o lo si fischia.

Risposta di Strazza 11:51 - 28/01/11

...."Io non odio Berlusconi, caro Ruggero, perchè l'odio è un sentimento  estremo da tragedia greca e lui è solo un guitto d'avanspettacolo. E un guitto da avanspettacolo al massimo lo si commisera o lo si fischia."

STANDING OVATION!!!

 
Risposta di Claudio Agazzi 14:12 - 28/01/11

Buongiorno

In questa frase di Arturo Curà, che saluto e stimo davvero come persona e come artista, c'è concentrato il pensiero degli antagonisti di Sivio Berlusconi. Vi prego di rileggerla un paio di volte e soffermarvi sulle affermazioni fatte:

"Carissimo Ruggero, grazie per il tuo intervento. Credo proprio che avrai ragione tu a proposito di eventuali elezioni poichè non c'è cosa più difficile che sradicare un mito dalla testa di molta gente che in quel mito crede ciecamente e religiosamente. Per carità, ognuno deve essere libero di adorare chi vuole anche se l'adulazione già di per sè può nascondere una debolezza: la mancanza di senso critico."

Chi vota Berlusconi lo fa perché vede in lui un mito. Non perché crede in quello che propone o valuta quello che fa.

Chi vota Berlusconi crede ciecamente e religiosamente, quindi essendo così fanatico non si riesce a ritornare sulla retta via.

Ognuno deve essere libero di adorare. L'ha detto Fausto (che anonimo non è). Gli antagonisti di Berlusconi credono che chi non la pensa come loro adori Berlusconi.

Chi vota berlusconi è molto probabile che abbia perso il senso critico quindi, la maggioranza degli italiani è persa religiosamente in questa adulazione verso il mito Berlusconi e non avendo più senso critico non è capace di intendere e di volere.

Suggerisco agli antagonisti di intentare una causa collettiva per manifesta incapacità. Potreste farci togliere il diritto di voto e così risolveremmo per sempre questo annoso problema.

Visto che l'UOMO di Bersani, non voglio dire di sinistra per rispetto degli ideali che anche io ho, è così bravo a fare autocritica, non potrebbe fermarsi un attimo e capire che in una parte della magistratura sicuramente qualche cosa che non va c'è? Potrebbe osservare che molto spesso i magistrati fanno indagini da odience per poi candidarsi con questo o quel partito politico? Non gli dice nulla all'uomo di Bersani che per consegnare un mandato di comparizione a Silvio Berlusconi, i magistrati di Milano usarono due pagine del Corriere della Sera pagandole decine di migliaia di Euro portando come scusa il fatto che i testimoni erano tanti e si faceva prima a scriverli sul giornale? Non pare strano all'uomo di Bersani che un pool così bravo dedichi tutto questo tempo per conoscere chi invita Silvio Berlusconi a casa? Non è disgustatano che l'organo massimo della magistratura alla fine sia diviso in schieramenti politici che votano per imposizione invece che con la loro testa? Se si fermano liberamente ad osservare magari si accorgono che un pochino di accanimento c'è davvero e allora io mi dico: è così anormale che uno tenti di difendersi arrivando a volte vicino a quel confine che è la leicità. Io lo farei. Io mi difenderei.

Siete molto preoccupati di queste donnine e non vi fermate a guardare che sono solo giochi giornalistici per vendere copie e fare ascolti. Vi faccio una domanda, ma di quella Noemi di Napoli perché non si parla più? Quale fu poi il fatto? Dove sono le prove provare che se l'è portata a letto? Se se la fosse portata a letto che danno avrebbe avuto l'Italia? Ecc. ecc. ma per voi di Bersani è importante questo. E' importante invadere il web di commenti ironici (vedi facebook) mentre non avete occhi ed orecchie per vedere oltre.

Io sono molto critico con tutti, con la Lega (non mi piace per nulla ad esempio la vicenda delle quote latte), con Berlusconi, non ha fatto abbastanza in tutto questo tempo e poteva fare di più, ma se ho davanti una scelta da fare, tra qualcuno che penso possa fare e qualcuno che invece non ha neppure una faccia (e parlo della sinistra) beh non ho dubbi.

Caro Arturo dici di osservare le avventure erotiche di Berlusconi con amaro divertimento ma compi, nel dare per vero quello che leggi, un atto di leggerezza enorme. Sei disposto a credere a questa o quella ragazza ma non agli altri pur sapendo come funziona il mondo dello spettacolo dove quello che conta è apparire anche a costo di raccontar palle. Ma per tè è più attendibile la Macrì che chiuque altro. Attendibile ovviamente solo se parla male del premier. Dove è il tuo senso critico? Quello che tu hai, quello che ti fa vivere così male in questi casi? Per te, il solo fatto che un giornale, che i giornali riportino frasi allusive o mezze frasi è una realtà. Ti invito a provare a registrare una tua conversazione telefonica magari un po' goliardica e poi a trascriverla. Mamma mia quante ipotesi di reato :) (spero tu capisca il senso eh).

Parli della nostra immagine all'estero. Ma non ti preoccupi se Di Pietro compera due pagine su un importante quotidiano inglese per sputtanare il suo paese. Gli uomini media di Bersani godono di questo sputtanamento e non sono preoccupati del loro prestigio ma anzi approfittanto degli articoli "contro" dei loro corrispondeti e amici (ti consiglio di leggere El Pais) per riportarti sui nostri quotidiani e giocare in questo modo come un gatto che si mangia la coda.

Che ti importa se si tinge i capelli? Tu non tieni al tuo lato estetico? Sicuramente si ed è giusto così. Che ti importa se gli piace la f. C'è qualcuno a cui non piace????

ll nostro è un corto circuito, da un lato gli uomini di Bersani che credono che gli altri siano mentalmente devastati e dall'altro gli uomini di Berlusconi che si chiedano come facciano gli uomini di Bersani ad essere così mentalmente devastati.

Ma siccome vi voglio bene ho pensato di sollevare un po' i vostri pensieri da tutte queste donnine e dalle prestazioni sessuali del premier.

Vi faccio una domanda che è poi una considerazoine. Mentre questo terzo del paese è disgustato dalla prestazioni sessuali del premier ci sono 1.100.000 dipendenti di un'azienda che sono sottopagati e che hanno molto meno diritti degli altri lavoratori. Questi 1.100.000 dipendenti lavorano per un'azienda che fattura 127.000.000.000 di Euro. Un'azienda che non paga gran parte delle tasse. Tasse che potrebbero arrivare ad essere circa 5.000.000.000 di Euro se pagate e contribuire a migliorare i servizi.

Questa azienda, una delle prime 5 in Italia si chiama COOP. Invece di occuparvi delle donnine perché non ci preoccupiamo un po' di questi lavoratori sfrutttati? NON VI HO MAI SENTITO PARLARE DI QUESTI TEMI (INTENDO VOI UOMINI DI BERSANI).

Eh no, questo è un argomento troppo noioso, non fa spettatori, e poi il PADRONE (Bersani) non vuole e allora va bene parlare di donnine.

Io come devo chiamare questo vostro atteggiamento? Mancaza di senso critico? Devozione al padrone? Credo religioso verso il sistema?

Con rispetto

IL mentecatto, fazionso, religioso, devoto, Claudio Agazzi

Risposta di Fausto 16:20 - 28/01/11

Grazie Claudio per aver concesso molto del tuo tempo prezioso ed aver riportato dati molto interessanti, tra cui quelli relativi alle COOP, di cui non ero proprio a conoscenza. Vediamo un pò come rispondono...

Vedi questo mi piace degli uomini non eterei... mi sono preso pure la briga di leggere tutto lo scritto riportato dal Sig. Arturo Curà e per la terza volta consecutiva non vi ho trovato altro che insulti e correlazioni blasfeme ed irriverenti tra Credo e Politica.

Perciò se ti va di scrivere due righe ogni tanto sappi che ti leggo sempre volentieri.

Ti ringrazio anche per aver sottolineato il fatto che la mia firma risulti anonima solo per chi si è calato in questo spazio in questi ultimi tempi, guarda caso proprio sotto elezioni amministrative del capoluogo della Valtaro (non a caso citai i Compagni di Caffè..).

Tra l'altro viene mossa come critica proprio il fatto di accettare imbelli le ingiustizie e di non scendere in campo in prima persona.

Beh, credo proprio di essermi fatto tanti amici scrivendo sui social network!!!

Chiudo dicendo che comunque io perdono perchè sono convito che se una persona colta e perspicace prova tanto "odio" (anche se si cerca di rinominarlo e presentarlo sotto altre sembianze) lo fa solo perchè ne è acciecato. Forse col tempo, o forse mai... non lo posso sapere... si renderanno conto che non ce l'hanno con Berlusconi (che hanno semplificando identificato come la causa, l'origine), ma se la prendono, in maniera patologica, con chiunque abbia una opinione differente dalla loro perchè non accettano il fatto che esistano i diversi. Ed oltre tutto si spacciano pure per tolleranti.

Penso che chi ha avuto modo di seguire questo dibattito, e non sia offuscato dall'odio viscerale, abbia avuto modo di raffrontare la vacuità delle argomentazioni proposte a carico del Presidente del Consiglio (se vogliamo chiamare argomenti insulti e congetture mai confermate da prove).

Tra l'altro, ma lasciamo perdere che è meglio..., si tratta di argomentazioni ampiamente diffamatorie,,, ne cito solo una... "l'ossessione per le "fanciulle in fiore".

Se una persona descrivesse pubblicamente il nostro Critico Artista come "ossessionato dalle fanciulle in fiore" sono certo non ne sarebbe molto felice, e magari si scomoderebbe pure con una mezza querela...

Ma visto che ormai tutta la stampa di sinistra spara 24/24 congetture ed ilazioni sul Presidente del Consiglio... allora tutti si sentono autorizzati a farlo.

Il limite del buon gusto non lo supera lui che se le fa in casa... ma quelli che le scrivono in pubblico!!!

Ps. io non ammiro la vita privata di Berlusconi, ma credo che cristianamente parlando non spetti a nessuno di noi giudicarlo. Salvo che non ci si creda dei Dio in terra.

Risposta di Ruggero 23:06 - 28/01/11

Arturo la mia enorme e stupida superstizione, mi ha portato a toccarmi piu' volte per questi tuoi continui e ripetuti "Caro Ruggero" che mi sanno da estinto!!            

Io avevo iniziato con un "Carissimo" per cercare subito di arginare la tua solita vena letteraria-artistica, a modo inchino rinascimentale, ma ho miseramente fallito il mio obiettivo!! Qui saro' piu' diretto e andro' prima al dunque della tua iniziale questione!!

Voglio contestarti l'affermazione di Sinistra italiana dotata di autocritica perche' a me sembra tutto fuorche' rinnovata, le facce che tirano le fila sono sempre le stesse da almeno vent'anni e mancano di un progetto serio e condivisibile dai loro stessi elettori naturali, quella classe operaia che sembra addirittura essersi spostata sul voto leghista!! Nel periodo di crisi si sa che l'italiano va sempre piu' spesso verso un voto di protesta ma stranamente si è assistito in questi ultimi anni ad uno smarcamento verso la Lega di buona parte dell'elettorato roccaforte di sinistra! Di solito questi cambi repentini da una parte all'altra erano tipici degli elettori non marcati politicamente come invece dovrebbero esserlo gli iscritti ai sindacati operai! Qualcosa è cambiato col malcontento nelle fabbriche e il voto pro-Marchionne lo conferma!

Appena poi un giovane e rampante Renzi con la parlata toscana simpatica e ricca di "h" si mostra di piacere alla gente ma parla di mandare a casa i vecchi coccodrilli del suo PD, ecco che lo fanno fuori e gli limitano le uscite televisive!!

La Sinistra ha quindi i suoi problemi disorganizzativi mentre passando dall'altra parte c'è da dire che non ho mai visto ricevere 300 perquisizioni in 3 anni alle proprie aziende ad altri imprenditori come è successo invece a quelle che fanno capo a Berlusconi!! Mi viene in mente un De Benedetti che tempi addietro ebbe qualche problemuccio aziendale ma riusci a saltarci fuori indenne...non mi ricordo bene come ci riusci?! Forse perche' non e' entrato in politica allora, o forse perche' c'è entrato adesso...

Certo anche a me piacerebbe vedere anziche' delle ex subrette fare il ministro, delle ragazze che hanno avuto un percorso formativo piu' appropriato per fare politica alle alte cariche ma non posso certo dire di trovare poco stupore ad ascoltare il Tonino nazionale esporre le sue idee con un italiano sgrammaticato in verbi ed aggettivi!!

Mi sembra di scorgere un po' ( ma metto un pochino per non innervosirti troppo!!) di accanimento giudiziario dopo che è entrato in politica questo discusso Cavaliere!! Cosi' come non mi sembra normale dare credito come "oro colato" a racconti piuttosto fantasiosi di ragazze pronte a tutto pur di entrare a fare soldi facili nel tritacarne televisivo o partecipazioni a talk show di Santoro! Anche qui parlare di induzione alla prostituzione mi sembra un accusa davvero grave, talmente grave da sembrare costruita ad arte!! Ci fu una signora, che oggi si occupa a tempo pieno della vita privata di Berlusconi, che subi' un procedimento disciplinare negli anni ottanta con richiesta di trasferimento per indegnita' dell'allora suo capo che oggi si è mostrata indigniata perche' si è parlato della SUA vita privata!

Insomma ci sono vite private "manifeste" e vite private "segrete" in questo paese!?! E' diventato un paese dove la legge non è uguale per tutti??

Ho notato pero' in questi interventi che tu sai usare l'italiano abilmemente per girare attorno al vero problema, Fausto ha elencato alcuni punti focali su cui dovrebbe poggiarsi un Italia migliore pero' continuo a non vedere i tuoi!! Tu cosa faresti per rinnovare un paese difficile come questo...non dirmi con un tuo film sulla Passione di Cristo perche' sarebbe scontato chi metteresti sulla croce come tuo protagonista !!     Ti chiedo questo perche' sono un sognatore e nel mio incubo notturno ricorrente mi vedo scivolare lungo le vetrate di un grattacielo chiamato "Italia" senza appigli e con mani sudate...mi fermo ad un piano e puntando i piedi scorgo tra i vetri sporchi una TV sul Grande Fratello...scivolo ancora piu' in basso e scorgo una TV fissa invece su Anno Zero e le escort al centro... mentre continuo a precipitare mi domando:" Ma che cavolo ci sara' in TV al piano terra???".

Ruggero

 
Risposta di John Sabini N.Y. 19:58 - 29/01/11

"SI" Se ci sono le elezioni IO votero per Berlusconi. Ma e possibile che esisti una nazione, con un sistema cosi balordo, dove il popolo elegge un capo di stato, e poi un gruppo di disgraziati , in parlamento , si mettono dacordo per buttarlo giu???
Questa non è DEMOCRAZIA, questa è ANARCHIA... In USA si dice che in Italia ci sono stati piu governi , dal 1946 ad'oggi, che NATALI!!! Ormai facciamo proprio ridere il mondo. Se uno ha un po' di buon senso capisce che Berlusconi non è entrato in politica nel suo paese per fare del male, ma per fare del bene. Ma in Italia quelli che tentano a fare del bene vengono massacrati e uccisi...
Ci sono stati pochi eroi in Italia nel dopo guerra, ne conosco 4.
Uno era ENRICO MATTEI che guardava di fare del bene per L'Italia, ma l'anno ucciso... Gli W.A.S.P. che sono le 7 sorelle ci fanno vergognare ancora di più a usare Italiani a uccidere MATEI.
ALDO MORO era unn'altro che voleva fare del bene per l'Italia, anche FALCONE e BORSELLINO volevano fare del bene per L'Italia, ma in Italia si paga con la PELLE se si vuole fare del bene...Io non capisco come fa una persona a paragonare BERLUSCONI con Castro, Hitler, Stalin,e Craxi???"
A proposito", cosa centra CRAXI con HITLER E STALIN???Qui ce odio senza buon senso..."A tutti voi", Sapete cos'e la differenza fra la USA e L'Italia?
La USA se la prende con il mondo. Loro vanno, fanno guerre, si apropriano delle loro risorse, ECT. l'Italia, invece, se la prende con la sua gente.
I criminali distrugono aziende con il pizzo e estorsioni, la burocrazia affoga quelli che vogliano mettere su aziende e i nostri GENI devono andare all'estero perchè in Italia il merito non va avanti...
Ormai non se ne puo piu, facciamo schifo... NESSUNO in Italia ha fatto cosi tanto per sconfiggere la criminalita organizata come BERLUSCONI. BERLUSCONI ha fatto tanto per i terremottati in Abruzzo. BERLUSCONI ha fatto molto per pulire su la mondizzia a Napoli, ma come si puo fare la gù?...
Quando Berlusconi fu colpito al viso da quel balordo a Milano lui lo perdonò... Sapete cosa sucederebbe in USA se uno colpisse il presidente??? andrebbe in prigione per 30 anni.
IL FEDERALISMO va fatto in Italia e se non riesce Berlusconi non si fara più.....
Ma è possibile che tutta la porcheria che viene dalla USA, come la musica violenta, cinema violenti, giochi violenti, slogans, ECT. noi in Italia la mangiamo come le caramelle? Ma il bene che e in USA, "quello no". Quello non lo vogliamo. Come meno burocrazia, istituzioni che funzionano e un governo stabile, ECT.
Non cambierà niente in Italia perchè il popolo se ne frega. Si pensa a fare delle feste... Se si vuole cambiare in Italia bisogna prima sconfiggere la criminalità organizzata, che si è impestata dapertutto. Ma ormai solo un dittattore puo farlo.
INCREDIBILE che questa nazione che ha dato così tanto all'ocidente, più di qualsiasi nazione, si sia ridotta cosi allo sbando..."Si", se si candida BERLUSCONI IO lo voterò per non darla vinta a quei criminali organizzati che vogliano distruggerlo e credo che il popolo Italiano fara uguale...... Per favore non rispondetemi, non mi interessa come la pensate, anche se concordo con te FAUSTO.....
Mi e venuta un'Idea, PERCHE' non prendiamo BERLUSCONI e lo portiamo in piazza a Milamo e lo uccidiamo con le pietre come hanno fatto i talebani con quella giovane donna??? In Italia siamo tutti senza PECCATO... POVERO BERLUSCONI, NEMMENO LUI PENSAVA A COSI TANTI MALVAGI IN ITALIA

John Sabini N.Y.

 
Risposta di Arturo Curà 10:39 - 30/01/11

Carissimo Ruggero, grazie ancora per il tuo intervento.  

I miei saluti sono sinceramente affettuosi e nient'affatto ironici o iettatori come mi è parso di capire dal tuo strano incipit .Stavolta, se va bene, ti toccherai solo una volta!  E rispondo a due domande del tuo intervento.

    La prima :"E' diventato un paese (l'Italia)dove la legge non è uguale per tutti?" Con questa richiesta mi inviti a nozze perchè se l'Italia ha avuto una persona che da vent'anni si impegna a che la Legge non sia uguale per tutti cercando con ogni mezzo di sottrarsene,  questa, dovresti saperlo, è proprio il signor Berlusconi che ha portato in Parlamento truppe cammellate di avvocati pronti a proteggerlo in ogni modo. Gli esempi non li elenco per amor di patria ma ti faccio io una domanda: E' stata forse  la bieca sinistra ad inventarsi le cosidette "Leggi ad personam"?

     Nella seconda frase, con un sarcasmo che potevi facilmente evitare  ma ti perdono, mi chiedi: "Che cosa faresti per rinnovare un paese difficile come questo?" Accidenti... domanda dalle 100 pistole! La mia risposta è solo quella non di un "artista", come certi blogghisti dallo sberleffo facile insistono a denominarmi, ma di un uomo pensante. Mi sembra già di essermi espresso chiaramente: bastava leggermi con un po' di attenzione. Allora ripeto. Ho fatto l'insegnante elementare e ripetere i concetti era uno dei miei compiti quotidiani.

     Questo paese che storicamente non ha mai brillato di luce propria è sceso così in basso che dovranno passare decenni perchè si rianimi e riacciuffi i sani principi del vivere civile che tutti dovrebbero sapere ma che pochi praticano. La dignità, il rispetto delle Leggi, la rettitudine morale. Ce n'è ancora in giro a partire dalle cosidette Alte Sfere che dovrebbero essere esempio per tutti? Ho più di un dubbio.

Io che cosa potrei fare? Ho settant'anni. La mia parte più o meno l'ho fatta inciampando e risollevandomi, mettendo un impegno persino esagerato in qualsiasi settore mi sia trovato, tanto nell'insegnamento come nel fare televisione, come nell'esercitarmi in svariati impegni e sempre con entusiasmo e con idee chiare. Non posso fare di più. Purtroppo ho un grave difetto "senile": quello di vedere con chiarezza un'Italia berlusconizzata cioè superficiale, sciatta, ricoperta di lustrini e malata dentro, analfabeta e rissosa, culturalmente, civilmente, economicamente in coda a tutti i paesi vicini e lontani. Dopo questa bestemmia devo andarmi a confessare?

Un caro saluto.

Risposta di Ruggero 15:25 - 30/01/11

Arturo, non preoccuparti del fatto che ti ho rigettato i tuoi "Caro Ruggero" ma ammetto che mi piace provocare e poi tu stesso hai chiesto una discussione aperta!! Se finissimo a tarallucci e vino non ci sarebbe godimento a fare botta e risposta con te!!

Tu ti definisci giustamente "uomo pensante", cosa al quale io credo fortemente, cosi' come credo alle tue indubbie qualita' artistiche che grazie al cielo hai passato a Francesco e Valentina, ammetto che dove passi tu, sembra essere passato un uragano perche' lasci sempre il segno con idee innovative...vedi scuole elementari di Bedonia!! Questo mi sembra di avertelo ampiamente riconosciuto!! 

Io invece non sono artista, mai stato insegnate ma studente, sono poco pensante, certamente impulsivo e sono di certo sull'altra sponda di questa nostra contesa pseudopolitica, ma sono rimasto un po' legato ai miei studi da ragioniere e quindi ti dico che per il quotidiano "The Econosmist", l'Italia non e' tragicamente ultima come tu affermi, rispetto ai paesi vicini, e... pensa un po'...nemmeno a quelli lontani!!

Da un indice che si chiama "Misery Index" di un economista di cui non ricordo il nome, e che somma il tasso di disoccupazione col tasso di inflazione, traspare che l'Italia è al 16° posto tra i paesi piu' sviluppati e comunque messa meglio di Gran Bretagna, Francia, Spagna e adddirittura degli Stati Uniti!! Il suo andamento poi e' andato migliorando rispetto al 2007 che era ad 8.1 ad oggi che si attesta su 10.1. Quindi, cavolo non siamo sempre ultimi!!! Un po' di ottimismo ci vuole ogni tanto!

La crisi è evidente ma ha iniziato dai mercati finanziari d'oltre oceano e il sistema Italia ha tenuto molto meglio di altri! Sara' colpa di Berlusconi pure quella?! Puo' darsi, mi documentero' al riguardo!! Certamente il debito pubblico e' enorme ma qui entriamo in una discussione che abbraccia tutto l'arco parlamentare e i suoi riconosciuti sprechi di denaro pubblico comprese regioni e province e proviene da molto lontano!! E non mi sembra nemmeno quella imputabile tutta al Cavaliere!

Per quanto riguarda l'aspetto prettamente culturale-sociale, per carita', mi inchino a quello che dici sul fatto che si è toccato il fondo, ma mi sembra anche di averlo scritto prima e quindi anche tu leggi velocemente le mie affermazioni!

Adesso poi dire che questa TV di veline è frutto della psicologia berlusconiana mi fa sorridere perche' mi ricordo dei programmi Rai di Arbore con "Indietro Tutta" dove tutti attendevano l'apparizione delle ragazze Cocodè, ma nessuno allora parlava di sconcerie, tu ne eri entusiasta...adesso siamo passati alle Schedine della Ventura ma siamo sempre sull'intrattenimento da "tutta tetta"...piu' che da "tutta testa" modello Super Quark!! E parliamo sempre di TV pubblica!! Anche se ormai siamo digitalizzati!!

Berlusconi e' entrato in politica per salvare le sue aziende?? Si puo' essere possibile, ma fossi in lui me ne sarei guardato bene dal farlo!! Poteva fare una scelta modello "Agnelli"...molto piu' facile tanto poi avrebbero pagano le future generazioni!! Tanzi pero' e' finito male eppure anche lui poteva avere pool di avvocati per difendersi?? Ci sono quindi diversita' di vedute e di comportamenti per un attivita' imprenditoriale!! La situazione dei lavoratori nelle COOP e' gia' stata trattata da Claudio in maniera evidente!! La situazione invece dei dipendenti di Berlusconi è improntata alla massima liberta' come piu' volte ha espresso lo stesso Mentana quando era al TG5!! Che di certo non era inchinato a lui come Emilio Fede!!

Ora dirai o penserai che io sia evidente espressione del berlusconismo di questo paese...niente di piu' sbagliato...io non subisco Berlusconi ma lo giudico con obiettivita' senza farne ne' un Santo e nè un Diavolo!

Sono arrivato, sempre scivolando, al piano terra del grattacielo Italia e guardando tra i vetri vedo due TV, una sui soliti canali Rai dove niente è cambiato ed un altra sulle repliche storiche dei telegiornali locali di RTA dove conduci tu...li c'era da divertirsi perche' poi i giorni dopo erano polemiche Bedonia-Borgotaro per cavolate!!  

Attendo la tua risposta e ti stringo la mano!

Ruggero

 

PS: Sentiro' Don Costa per la bestemmia di cui parli sopra...ma secondo me te la cavi con poco!! Chiedigli sempre le caramelle perche' non le da a tutti ma le ha sempre nella tasca destra!!

Risposta di Claudio Agazzi 17:02 - 30/01/11

Ciao

Spero che il riferimento a: "certi blogghisti dallo sberleffo facile" non fosse riferito a me. La mia stima è sincera, e come dicevo ho avuto modo di vedere le tue opere presentate a Borgotaro che ho molto apprezzato.

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di John Sabini N.Y. 06:17 - 31/01/11

Caro Arturo: so chi sei ma non ti conosco. Si può spendere una vita intera con una persona e non conoscerla completamente. A volte, e stato detto, non conosciamo nemmeno noi stessi.
Wayne Dyer, uno dei piu grandi scrittori sulla terra dice che per conoscere se stessi bisogna uscire da se stessi e diventare l'osservatore di se stessi...
Dici che l'Italia e un paese dove le leggi non sono uguali per tutti. Caro Arturo, " non esiste un paese dove le leggi sono uguale per tutti ".
O.J. SIMPSON era stato assolto perchè aveva soldi e un buon avvocato, mentre centinaia di persone ricevono la pena di morte nel passato e anche oggi, perche' non hanno i mezzi.
Negli anni 70- 80 con il "S & L Scandel" in USA nessuno dei grandi sono andati in prigione. Potrei continuare on and on... Dici  che L'Italia, storicamente, non ha MAI brillato di luce propria! Questo e assurdo. ROBERT BROWNING, 1812-1889, disse," APRIMI IL CUORE E VEDRAI CHE C'E INCISO l'Italia... LORD BYRON, 1788- 1824, disse " ITALIA OH ITALIA, TU HAI IL DONO FATALE DELLA BELLEZZA"... (cio' e' cultura) RICHARD GARDNER, 1927 --, ambasciatore a Roma disse," L'ITALIA E' UNA NAZIONE POVERA CON UN POPOLO RICCO". (Cio' e' povero di risorse ma ricco di cultura)... Se vai a Vinci in Toscana, vicino alla casa natale di LEONARDO, vedrai una piazza dedicata a CHARLES DENT, pilota Americano di linea, che ha dedicato la sua vita a costruire un enorme cavallo di bronzo che LEONARDO non aveva potuto finire perche' i FRANCESI gli avevano distrutto la sagoma di gesso con le balestre. Dopo molti anni di lavoro da tanti, e molti  fondi, CHARLES DENT, che era morto pochi anni prima, e la sua familia avevano realizzato questo enorme cavallo per DONARLO A l'ITALIA per ringraziamento per tutto quello che l'ITALIA ha dato alla USA.
Questo cavallo si puo vedere a San Siro Milano... Le piu grandi parole nella costituzione Americana sono," THAT ALL MEN ARE CREATED EQUAL", sono state scritte lì per FILIPPO MAZZEI... Potrei continuare... 
Dici che hai 70 anni e non puoi fare di piu? La vita non finisce a 70 anni, e delle volte nemmeno a 90 anni... Dici che hai un grave diffetto ,"SENILE", quello di  VEDERE con CHIAREZZA un' Italia Berlusconizzata, ammalata, in coda a tutti i paesi vicini e lontani??? Ma ti rendi conto quello che dici??? L'ITALIA non e' BERLUSCONIZZATA ma AMERICANIZZATA...
Altretanto assurdo e' dire che L'ITALIA e' in coda a tutti i paesi vicini e lontani... "SI" , abbiamo dei problemi in ITALIA. I due piu grandi sono la criminalita' organizzata e un sistema di governo balordo...
Essere senile non e' necessariamente quello di vedere con chiarezza come dici tu... Non lasciarla diventare SENILISMO...
Fantastico WAYNE DYER scrive " SE TU CAMBI IL MODO IN CUI VEDI LE COSE, LE COSE CHE TU VEDI CAMBIANO...
Parole sagge che ne abbiamo bisogno tutti.

Cari saluti John Sabini N.Y.

Risposta di Arturo Curà 09:45 - 31/01/11

Caro Ruggero,
mi piace l'0pera lirica, ne sono un appassionato cultore e perciò questo duetto mi diverte. Comincerò in re minore con l'ennesima disanima del Berlusconi impresario ( + Ligresti... ) e in caduta libera ( una voragine finanziaria ) con le sue televisioni per di più dichiarate fuorilegge. Ma ebbe dal cielo un intervento miracoloso per mano di Bettino Craxi allora primo ministro che partì in aereo in tutta fretta da Londra per raggiungere il Parlamento e appianargli le cose: il Biscione iniziò così le sue fortune. Quando le tante fortune si assommarono alle tante disinvolte operazioni del Cavaliere spesso ritenute illegali, iniziò la cosidetta "persecutio ad personam" da parte della magistratura. Il resto è storia, purtroppo.
Ma rimaniamo nell'ambiente Televisione che citi ricordando "Indietro tutta" di Arbore & company. Passiamo allora al re maggiore nel doppio senso di "accordi allegri" e del "Re assoluto" dell'intrattenimento tv, Renzo Arbore appunto.
Ricordo che "Le ragazze coccodè" non erano altro che la satira divertita ma feroce di quella televisione già abbondantemente scosciata dei canali RAI/Finivest. Le "coccodè" dicevano agli italiani che le donne non dovrebbero essere interpretate e usate come galline da cortile... e qui il paragone con le "coccodè" di Arcore mi diventa obbligatorio senza aggiungere parola! Purtroppo il successo facilotto della televisione commerciale fu colpevolmente imitato da Mamma Rai al punto che oggi, salvo qualche eccezione, i programmi rai e quelli finivest sembrano due gocce d'acqua, alla ricerca della mediocrità che fa ascolti, della demenza che ne fa di più e dell'orrido attorno ai 5 milioni a puntata ( Isola dei Famosi-Grande Fratello etc... ).
Qui salvo Berlusconi che ha inventato una sua TV libera e vomito sulla RAI nazionale cui devo purtroppo pagare un canone....
Caro Ruggero, questo Duetto, con il gentile apporto di Claudio Agazzi si è trasformato in un trio. Naturalmente non disdegnerei quartetti e quintetti ma senza stonature, please. Il Coro potrebbe venire in seguito.
Un saluto ai due cantori.

Risposta di Ruggero 21:21 - 31/01/11

Arturo per favore,
mi stupisco che tu non sappia, o faccia finta di non sapere, in cosa consiste fare l'imprenditore in Italia?!?

Fare impresa all'estero consiste nel creare un prodotto (o dei servizi) a partire da un idea, piu' o meno geniale e innovativa, servendosi di capitali per arrivarne a produrre il massimo numero possibile e massimo profitto!!

Fare impresa in Italia invece, e' fare la stessa cosa che all'estero, con l'aggiunta pero' del compromesso con lo Stato e la sua enorme pressione fiscale e la sua politica invadente a tutti i livelli, il sistema bancario e purtroppo anche spesso sotto il ricatto malavitoso! Questo per una piccola azienda...tutto sempre piu' intricato quanto piu' le dimensioni aziendali aumentano!

Ecco spiegato perche' gli stranieri difficilmente vengono nel nostro paese a fare impresa!! Tu chiamali scemi!?!

Se parliamo del Cavaliere occorre dire che la sua ascesa in effetti coincide con quella di Craxi!! Siamo alla fine degli anni '70 e sono anni difficili e di piombo!! Agli Stati Uniti un uomo forte come Bettino in Italia sta bene perche' puo' arginare l'avanzata dell'ideologia comunista nel belpaese!! I nostri amici americani da sempre sono un po ingerenti...adesso i loro attori si voglione comprare tutte le ville piu' belle!! Beati loro!!

In realta' il nostro amato-odiato Silvio parte dall'edilizia della Milano periferica controllata dalla societa' San Martino SpA, nata a Roma (poi Milano 2 SpA) che poi sara' a sua volta controllata dalla prima Fininvest! Solo in un secondo momento Berlusconi si sposta alla TV con Telemilano, che in realta' non navigava in cattive acque come hai detto tu, ma comincia ad acquisire tante TV locali allargando la propria pubblicita'! Silvio, che era scaltro, capi' l'importanza del mezzo televisivo per i politici futuri e non fece altro che metterla al servizio del potente di turno che era pure suo ex compagno a scuola e poi da li la storia recente la sanno anche in 1a elementare!!

Tutto questo per dirti che non scopriamo niente di nuovo!! Un imprenditore che voglia essere di successo in questo paese deve avere il cosidetto "pelo sullo stomaco" per scendere a compromessi a tutti i livelli, essere capace di cogliere l'attimo nel vedere i desideri della gente e cercare di esaudirli!! 

Stiamo parlando di una persona cinica, determinata che voleva arrivare e che ha saputo sfruttare al meglio una fitta rete di amicizie, politiche e non, scelta di manager davvero preparati e colpi di genio e di fortuna che lo seguono da sempre!!

Certo che e' stato proprio un diavolo di imprenditore, il futuro poi ci dira' se ha fatto le pentole ma non i coperchi, oppure e' un diavolo molto piu' furbo!! Come io immagino sia!!

Un caro saluto.

Ruggero

PS: Purtroppo ignoro la lirica! Mi piacerebbe andare a vedere l'Aida a Verona...quella si! Magari andiamo insieme, guida Gigi ma non sedertici davanti perche' di solito usa disturbare con flash per le sue adorate foto!!!

Risposta di John Sabini 18:53 - 01/02/11

Caro Cura': il grande Wayne Dyer dice " NON CREDERE TUTTO QUELLO CHE PENSI." Poi dice " PUOI ESSERE 100% SICURO DI QUELLO CHE PENSI "...

Ormai non se ne puo piu' in Italia. Il popolo e' diventato sbalordito. Andiamo ancora avanti perche' possiamo ancora guadagnarsi qualcosa e dimenticarsi a fare delle feste. DISPIACE MOLTO perche L'ITALIA e un grande paese. Siamo un paese di tanti GENI che hanno contribuito tanto al mondo. Purtroppo siamo troppo individualisti...

Il vero governo di qualsiasi nazione democratica e' il POPOLO, ma in Italia ce ne freghiamo... Se vogliamo una nazione piu' rispettabile e piu' giusta dobbiamo prima SCONFIGGERE le mafie ( CRIMINALITA ORGANIZZATA CHE E' UNA PESTE ) e poi RINCOMINCIARE DA CAPO CON IL SISTEMA DI GOVERNO...

Berlusconi non e' il problema, siamo tutti noi Italiani il problema... Ormai bisogna cominciare a fare come in EGITTO se vogliamo un cambiamento, ma solo quando troveremo il corraggio di farlo...

John Sabini

Risposta di Corisco58 15:58 - 02/02/11

Egregio Sig. Sabini,
vorrei farLe presente che, nel grande e democratico Paese in cui Lei risiede, per governare non basta il consenso, ma bisogna, anche, rispettare la legge.

Penso che Lei ricordi bene la vicenda del Presidente Richard M. Nixon, il quale, pur non avendo, personalmente, commesso reati, solo per aver coperto dei suoi collaboratori che avevano infranto la legge (scandalo Watergate) fu costretto a dare le dimissioni.

Immagini, ora, che un Presidente degli States telefoni al N.Y.P.D. per far rilasciare una ragazza straniera, arrestata per detenzione di sostanze stupefacenti, affermando che si tratta della nipote del Capo di Stato di un Paese alleato e che, se la cosa fosse risaputa, potrebbe verificarsi un incidente diplomatico.

Supponga che, qualche mese dopo, la vicenda, con le testimonianze dei poliziotti che avevano ricevuto la telefonata, finisca sulle pagine del "New York Times", con la rivelazione che, in realtà, si trattava di una prostituta (anche chiamandola "escort", il senso non cambia), per giunta minorenne, abituale frequentatrice di festini orgiastici organizzati presso l'abitazione privata del Presidente.

A questo punto, conoscendo Lei meglio di me la mentalità americana, pensa che al Presidente, per non essere travolto dallo scandalo, basterebbe dichiarare di non aver saputo che la ragazza in questione era minorenne?

E ancora: conoscendo Lei meglio di me la mentalità americana, quanto tempo crede che passerebbe prima che il suddetto Presidente fosse costretto a dimettersi dai suoi stessi sostenitori?

Poiché, se anche fosse vero quanto Lei sostiene sul fatto che O.J.Simpson sia stato assolto nonostante fosse, probabilmente, colpevole, dubito che, se si presentasse alle elezioni, riuscirebbe ad essere eletto.

Attendendo, con ansia, una Sua risposta, porgo cordiali saluti.

Corisco58

Risposta di PK 18:31 - 02/02/11

Uomo della Filibusta, ma perchè ricordi Nixon, direi che è più pertinente ed attinente la situazione vissuta dal Pres. Clinton, per gli eventi e per le imputazioni, a proposito, leggersi il codice penale per favore, che avere rapporti con una 17enne non è reato, e di grazia mi si dimostri il contrario.

Ora ricordando il caso Clinton sarebbe anche il caso ricordare cos'è capitato al Procuratore Starr alla chiusura del caso :-)

PK

disse bene il Guardasigilli: “la caccia al reato la fanno i PM, la caccia al peccato lasciamola fare i preti“, per quanto riguarda rapporti con minorenni restando in campo cp leggasi art. 609-bis art.609-quater

amen

Risposta di John Sabini N.Y. 19:19 - 02/02/11

CORISCO 58: TI RISPONDERO' QUANDO  DARAI IL TUO VERO NOME, E CHE SI POSSA VERIFICARE...

Risposta di Corisco58p. 02:07 - 03/02/11

E no, caro PK, il paragone con Clinton non calza, perchè quelli erano rapporti fugaci negli uffici della Casa Bianca, non orge organizzate. E, comunque, Clinton non ha mai fatto pressioni sulla polizia per fare rilasciare qualcuno (abuso di potere?). Ti ricordo, inoltre, che, se avere rapporti con una diciassettenne non costituisce reato, è, però, reato indurla alla prostituzione (ma, questo, effettivamente, non è il caso di Berlusconi, poichè, per amissione dei suoi lacché, lui è solo "l'utilizzzatore finale". La Minetti,però?)

Il mio, però, non voleva essere un discorso giudiziario, bensì di morale politica.

Ripeto: un Presidente USA che si comportasse come descritto sopra (quindi come si è comportato Berlusconi) come verrebbe giudicato nel suo Paese?  

Tuo affezionatissimo, 

Corisco58

P.S.: "Capitao Corisco", detto, anche, il "Diavolo Biondo", non era un pirata caraibico, ma un condottiero dei "Cangaçeiros" del Sertao brasiliano negli anni '20-'30 del '900. Quando ci vediamo, a Borgotaro, andiamo a bere insieme.

 

Risposta di Gianpaolo Serpagli 14:48 - 03/02/11

Egregio sig. Sabini,
Le porgo le stesse domande di Corisco58 con le stesse premesse. Può rispondere a me?

Risposta di Corisco58 21:26 - 03/02/11

Ok., Mr. PK, ricapitoliamo.
Capita a casa del presidente del Consiglio una ragazzina di 17 anni che:
- Si spaccia per 24enne
- Si spaccia per egiziana
- Si spaccia per nipote di Mubarak

Il Presidente del Consiglio, incidentalmente anche a capo dei servizi segreti, non chiede a nessuno se questa millanta o no, le crede sulla parola. Incontra pure Mubarak ma si guarda bene dall'avvertirlo che lui frequenta sua nipote (il premier è uno timido). Inoltre, malgrado la facoltosa parentela, la ricopre di gioielli e denaro (non mi risulta che Mubarak sia indigente).
Poi un bel giorno scopre che la Ruby sta in questura e che è minorenne. Invece di dire “…ma guarda 'sta str..za m'ha raccontato una caz.ata approfittandosi della mia buona fede e magari si scopre che non è neppure nipote di Mubarak”, che fa?
Telefona in questura in qualità di Presidente del Consiglio per evitare un incidente diplomatico “… perché – pensa il Nostro -  si può mentire sull'età, ma non certo sulle parentele”.

Questo è quello che certificherà il parlamento, cioè che il Presidente del Consiglio è UN EMERITO BABBEO. E vorrebbe ancora governare per rilanciare l'Italia uno così???

Tuo affezionatissimo, Corisco58.

Risposta di Lo spione 21:42 - 03/02/11

Tu riporti voci di cronaca che a loro volta riportano voci di corridoio che a loro volta riportano voci da dietro le porte sentite da orecchie che origliavano ma che non sentivano bene oppure che per sentire meglio attaccavano l'apparato auricolare alle porte e che ogni tanto si giravano a chiedere:" Ma cosa ha detto?? Tu hai capito?? Io no ma di certo e' successo cosi'!!"...

Risposta di Corisco58p. 01:12 - 04/02/11

Non si tratta di voci di corridoio, ma di precise testimonianze, che Berlusconi abbia telefonato alla Questura di Milano affermando che Ruby era la nipote di Mubarak, lo dicono fonti della Questura medesima.

Che Berlusconi non sapesse che Ruby era minorenne, l'ha detto lo stesso Berlusconi

Risposta di John Sabini N.Y. 20:57 - 04/02/11

Risposta a Gianpaolo Serpagli e non solo: questo sara' l'ultimo intervento su questo argomento. Non sono ancora schiavo del computer e del cellullare. La vita e' molto piu fantastica...
La risposta e' semplice. Voi non avete letto ho capito l'altro che ho scritto sopra... L'argomento e' nato quando Arturo disse che in Italia la legge non e' uguale per tutti, qui io risposi " Non esiste un paese dove la legge e' uguale per tutti". E' inutile fare delle chiacchere perche' la mentalita' della gente e' difficile a cambiare...
Io sono cresciuto in USA con gli ANGLOSASSONI, sono andato a scuola con gli ANGLOSASSONI, ho partecipato nello sport con gli ANGLOSASSONI e ho lavorato una vita con gli ANGLOSASSONI. Vi posso dire che non sono cosi' tanto bravi. Preferisco essere ITALIANO...
Ho citato certe ingiustizzie sopra come OJ Simpson e altre, ma hanno solo acceso altri argomenti senza capire il punto che stavo facendo... Uno dei piu grandi criminali nella storia della USA era presidente ANDREW JACKSON ( deffinito OLD HICKORY, LA SUA FOTO E SUI 20$) che firmo' la legge " THE INDIAN REMOVAL ACT OF 1830", che ha visto massacrare migliala di indiani, uomini, donne e bambini.
Qui la legge non era uguale per tutti, anche se la costituzione diceva che lo era... Nel 1892 undici ITALIANI a NEW ORLEANS erano stati impiccati anche se erano stati trovati innocente dell'uccisione del capo della polizia DAVID Hennessey. Nemmeno qui la giustizzia era uguale per tutti, e nemmeno lo era per SACCO E VANZETTI...
Per continuare su BERLUSCONI vorrei chiedere " CI SARA MAI UN CAPO DI STATO CHE ANDRA BENE PER VOI IN ITALIA"??? A me piaceva anche PRODI e a molti altri, ma tutti sono stati buttati giu'.
In USA si dice che in Italia ci sono stati piu governi che NATALI... Quante volte devo ripetere che se vogliamo un paese piu' stabile e migliore dobbiamo, prima, sconfiggere la criminalita' organizzata e poi cambiare il sistema di governo insieme alle sue instituzioni piene di burocrazia...
Io supporto Berlusconi perche' e' stato eletto dal popolo Italiano e non voglio darla vinta a quelli del parlamento che si mettono daccordo per distruggerlo... PUNTO E BASTA.

 
Risposta di Stefano Bruschi 12:22 - 01/02/11

vorrei suggerirvi di leggere questo articolo del Corriere:

http://www.corriere.it/politica/11_febbraio_01/giornale-boccassini-perquisizioni_c5e7626a-2de9-11e0-8740-00144f02aabc.shtml .

Il tema è:

    * La Giustizia è uguale per tutti
    * bisogna strenuamente difendere la libertà di Stampa e di Parola di Gad Lerner, di Michele Santoro, di Giovanni Floris, di Concita De Gregorio, di Furio Colombo, di ...

ciao ...

Stefano

Risposta di Ruggero 14:22 - 01/02/11

Blocco un attimo la discussione e ti faccio leggere una cosa su cui di certo io e Te, Arturo possiamo andare d'accordo e dire che è questo il vero schifo e il vero freno al motore del paese!! Basta leggere le cifre di questo articolo per capire che non ci solleveremo mai da questo paese degli sperperi!! Possiamo discutere pure di Berlusconi si e Berlusconi no, ma anche quando lui non ci sara' piu', rimarranno sempre queste cifre che sono sempre in aumento e MAI in diminuzione...per il resto LORO fanno sempre tagli!! Questo è il partito che unisce destra, sinistra e centro!!

Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa € 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei
verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI ESENTASSE
+
TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro
1.472.000,00).
Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al
suo servizio)
La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare.... si sta promuovendo un referendum per l' abolizione
dei privilegi di tutti i parlamentari.... queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani.

Risposta di PK 16:17 - 01/02/11

Raggi ebbe l'ardire di vergare questo spazio con tali affermazioni: Blocco un attimo la discussione e ti faccio leggere una cosa su cui di certo io e Te, Arturo possiamo andare d'accordo e dire che è questo il vero schifo e il vero freno al motore del paese!!....

Permettimi, fai male a bloccare la discussione, hai citato una famosa bufala del web, se vuoi ti faccio una disamina atta ad identificare una bufala, comunque la cosa circola dal prima del 2004, esempio:

http://it-economia.confusenet.com/showthread.php?t=114190&page=2 .

qui la spiegazione della vicenda

http://attivissimo.blogspot.com/2008/01/antibufala-classic-gli-stipendi-dei.html .

e qui altre bufale che ciclicamente stritolano gli zebedei:
http://attivissimo.blogspot.com/p/indice-delle-indagini-antibufala.html#Appelli_politici .

PK

p.s.
Anche se mi avrebbe fatto piacere leggere le profonde considerazioni e i sinceri pianti del maestro.

Risposta di Pantera Rosa 17:44 - 01/02/11

PK non è che qui vedo scritte tante fandonie..... anzi i privilegi esistono eccome e siamo noi popolo italiano che tolleriamo questa cricca!

Se continua di questo passo i tumulti dell'egitto arriveranno anche da noi!

Risposta di PK 18:12 - 01/02/11

giusto inkazzarsi per i torti e le ingiustizie, ma che almeno siano vere, altrimenti si fa la figura dei pici.

Risposta di Ruggero 22:44 - 01/02/11

Pensa PK questa bufala io l'ho messa sulla mia bacheca di facebook, e l'avevo gia' vista qualche mese fa, anche se alcune cifre sono grossomodo veritiere!! Eppure ha scatenato discussioni senza che nessuno ne vagliasse la veridicita' o meno!! Tu sei invece molto piu' "navigato" perche' conosci il mezzo web informativo piuttosto a fondo!! Quanti si saranno poste le tue domande?? Un 4-5 % forse, mentre la maggior parte le ha assorbite e le ha prese come reali!! E qui torniamo sul motivo del contendere...

Uno che conosceva il mezzo televisivo poteva fallire la discesa nel campo politico?? Certo che no...perche' partiva avvantaggiato!! Ecco secondo me il colpo di genio di Berlusconi, la sua capacita' di servirsi dell'intorno circostante del momento, anticipando le esigenze della massa!! Prima Craxi, che gli agevola l'operazione economica, sia in campo immobiliare con una metropolitana che devia dal percorso progettuale iniziale per arrivare a fare fermata a Milano 2 (il governo di Milano era in mano ai socialisti!) rendendo piu' appetibili tutti i nuovi palazzi e relativi appartamenti e sia in campo televisivo con il riconoscimento delle antenne per l'inizio di Mediaset e una nuova TV mai vista prima!!

Oggi Cura' dice giustamente che schifo questa TV moderna ma allora tutti si andava a vedere Canale 5 e i suoi quiz di Mike Buongiorno e poi Italia 1 e i suoi telefim e film serali!! Le reti Mediaset hanno finito per svecchiare la programmazione delle reti pubbliche!! 

Ecco cosa penso sia Berlusconi, un innovatore e grande anticipatore di esigenze semplici dell'italiano in genere...e come lo faceva negli anni 70/80, lo sta continuando a fare anche oggi!! Il "Berlusconismo" non è quindi una scuola di pensiero ideologico e nemmeno una moda ma piuttosto un onda che secondo me continuera' ancora a lungo!

 
Risposta di Arturo Curà 23:58 - 01/02/11

Me l'aspettavo che si deragliasse e mi pare che ci siamo. In testa a questo forum c'è un titolo preciso: difendere o no il berlusconismo, tema che separa nettamente da tempo l'Italia. Io, inutile ribatterlo, non ho mai apprezzato il "metodo berlusconi" perchè istintivamente mi irritano i rumorosi imbonitori da fiera e di conseguenza chi interpreta la politica, cioè la vita del paese, come proprio tornaconto, facendone addirittura un credo universale.

Invece di fare giretti democristiani attorno all'argomento del Berlusconi sì, Berlusconi no... perchè a questo siamo da vent'anni , sarebbe utile manifestare a chiare lettere il proprio parere. Vi assicuro che Berlusconi non è la mia ossessione, è diventato purtroppo, volenti o nolenti, l'ossessione di buona parte dell'Italia.

Per dribblare l'argomento mettersi a sputare contro i giornalisti della sinistra e, in generale, contro gli intellettuali della sinistra è poi un fiacco e accidioso ritornello che non porta a nulla. Non prendiamoci in giro: questi sono bravi. Se dall'altra parte non si riesce ad esprimere un giornalista o conduttore all'altezza del suo compito non è colpa della sinistra. Se ci sono si facciano avanti ( hanno a disposizione tre reti fininvest e due reti della rai ) e saremo tutti contenti. Ma, per esemplificare, finchè le punte di diamante saranno i Sallusti e i Paragone una certa destra faticherà a mettersi al passo della società. Berlusconi o no.

Risposta di Stefano Bruschi 08:35 - 02/02/11

... "mettersi a sputare contro i giornalisti della sinistra e, in generale, contro gli intellettuali della sinistra è poi un fiacco e accidioso ritornello " ...

Non c' bisogno di "mettersi a sputare ...": è uno sforzo inutile, tanto il loro comportamento si commenta da solo !

E per onor di cronaca non ci sono SOLO Sallusti o Pragone: SOLO PER FARE un esempio fresco fresco pensiamo alla presa di posizione di Ferrara in questi utlimi giorni !

La "sinistra" non è solo fatta di intellettuali con gli occhialini tondi, la giacca di fustagno, i pantaloni stazzonati, le Clarks Desert Boot e La Repubblica sotto il braccio che giocano a fare il girotondo ... !!!

La "sinistra", quella vera, è fatta anche di uomini come Giorgio Oldrini, sindaco di sesto san giovanni, la Stalingrado d'Italia, che in modo pragmatico ha, per esempio, appena avvallato un ordinanza contro il burqa !!!

La faziosità è sotto gli occhi di tutti: Frattini indagato perchè ha fornito documenti attestanti la proprietà dell'ormai famoso appartamento di Montecarlo !!!

ROBA DA NON CREDERE !!!

Per favore un pò di equilibrio, per favore un briciolo di obbiettività !!!

Grazie

Stefano

 

Risposta di PK 09:30 - 02/02/11

Arturo Curà incurante degli effetti sul continuum spazio temporale scrisse:
Vi assicuro che Berlusconi non è la mia ossessione, è diventato purtroppo, volenti o nolenti, l'ossessione di buona parte dell'Italia.

Enunciato:
Arturo Curà è ossessionato dalla figura carismatica mediatica catodica di Sua Eccellenza il Cavaliere nonché Presidente del Consiglio, dott. Silvio Berlusconi, per brevità qui indicato come SECPDCDSB

Ipotesi:
Consideriamo per assurdo Arturo Curà estraneo all'insieme dei detrattori osservatori analisti di SECPDCDSB

Dimostrazione:
Nel caso in cui fosse verificato l'ipotesi di cui sopra noteremmo un numero di topic o unità di topic (post) di indirizzo vario e non attinente a SECPDCDSB, o perlomeno pari a N/2, intendendo N/2 come il numero di topic o unità di topic scritti da Arturo Curà dal momento in cui è venuto a conoscenza dell'esistenza di SECPDCDSB

Sillogismo:
Possiamo quindi introdurre il seguente processo logico, dato che Arturo Curà appartiene al gruppo turbato da SECPDCDSB, anche Arturo Curà risulta turbato da SECPDCDSB.

(per semplicita di ragionamento consideriamo SECPDCDSB appartenente ad uno spazio euclideo)

PK :-)

 
Risposta di Gigi Cavalli 11:24 - 02/02/11

A Giuliano Sala. Alla fine ho deciso di rimuovere il tuo intervento, questo in veste di moderatore e non per pertinenza politica. Il motto del forum è: "Non parlare se ritieni di non migliorare il silenzio".

Risposta di Ruggero 14:06 - 02/02/11

Caro Arturo,
parlando seriamente, la mia scelta come scrittore, filosofo e ideologo cade su Marcello Veneziani!! Non sono pero' cosi' religioso come lo è lui ma sono senz'altro dissacrante allo stesso modo!!

La penso uguale ovvero gli scrittori di sinistra sono portati ad essere faziosi perche' leggono sempre, e solo, giornali e riviste di sinistra mentre quelli di destra sono piu' realisti semplicemente perche' NON leggono per niente, ne' giornali di sinistra e ne' di destra! Colgono solo immagini del mondo reale e le prime pagine delle testate giornalistiche in edicola, senza avere i giusti filtri!!

Veneziani ha avuto il coraggio di scrivere in favore del reintegro in Rai di Santoro quando era stato sospeso, dalle pagine de "IL Giornale" di Feltri e quando Berlusconi gli ha manifestato il suo disappunto per telefono, se ne è fregato, e ha giustificato il suo intervento scritto!! Non mi ricordo stesse scene a parti inverse!!

Ha pure avuto il coraggio di snobbare un invito di Berlusconi in Sardegna per paura di farsi beccare con foto modello bandana sulla testa!!

Ha scritto piu' volte che è scomparsa la sinistra cosi' come è scomparsa la destra da questo paese, perche' tutti vogliono stare al centro e anche qui mi trova d'accordo! E ha scelto di difendere l'immagine della donna come elemento cardine per la famiglia anziche' vederla con l'immagine fissa di donna "da facili costumi" imperante nel mondo moderno!

Si e' detto disperato quando la ex-moglie gli bruciava la sua biblioteca, lui che si è beccato del fascista durante il '68 e poi leggeva libri e scrittori, che dal Fascismo invece lo allontanavano... qualche pensatore lo ha anche questa pseudo-destra e nemmeno tanto "servo del padrone" come di solito si definisce chi non scrive su "La Repubblica". 

Orami ti ho detto tutto e mi dileguo!!

Risposta di Arturo Curà 21:15 - 03/02/11

Ti prego, non ti dileguare, caro Ruggero. Sei uno dei pochi che tengono un discorso e il tuo suggerimento su Marcello Veneziani è puntuale. Veneziani è sicuramente un signore della scrittura, un osservatore originale e attentissimo e un giornalista, come si diceva un tempo, con la schiena dritta.

Ecco perchè non è andato a mettersi la bandana a Villa Certosa e dintorni.

Risposta di Ruggero 21:16 - 03/02/11

Senti Arturo caro,
io penso che tu voglia far tuo il personaggio di Robin Williams nello straordinario film "Attimo fuggente"!! Io non ti seguiro' mai nelle tue peregrinazione, a modi setta dei poeti estinti, per cercare di sminuire il personaggio Berlusconi divenuto ormai mitologico per questo paese!!

Nel bene, ma anche nel male per carita', ha caratterizzato questo ultimo ventennio!! Io lo ammiro per certe cose, molto meno per altre!! Ma non lo demonizzo!

Comunque sia, non riuscirai mai a farmi salire in piedi sui banchi di scuola (quelli in legno con il buco circolare in alto a destra per il porta inchiostro delle elementari!!) e alla pari della scena finale del sopracitato film, urlare: " Oh Capitano, mio Capitano ".

Sulla figura di Berlusconi avrai da me sempre un bel ammunitamento ai tuoi dettami o pensieri!! Purtroppo sono poco acculturato, un vero sempliciotto e faccio parte di quella plebaglia che ne ha seguito l'ascesa e ora ne seguira' la caduta!!

Fai conto che una delle tue opere liriche preferite (che stai di certo fischiando fin dall'inizio mentre digiti sulla tastiera) si stia eseguendo dal piccolo complesso che era a poppa del "Titanic" di James Cameron...tu di certo spereresti che a marzo si realizzi la storica fine della famosa nave...io invece che dimostri di essere l'inaffondabile che tutti dicevano o forse speravano quando imbarco' acqua gelida dell'Atlantico dopo lo speronamento!! Questa volta l'iceberg io l'ho chiamato "Ruby"...ma avrei tanto sperato che fosse un progetto serio e innovativo per questa Italia da parte della controparte politica!!

Io sono per l'alternanza tra schieramenti modello americano, prima tocca ad uno e poi all'altro! E avanti cosi', la "cagnara" solo durante la campagna elettorale invece che sempre e comunque!!

Tanti saluti.

Ruggero

 
Risposta di Claudio Agazzi 22:09 - 03/02/11

Buonasera,
personalmente mi spiace vedere pubblicato in questo forum un ANONIMO che definisce il capo dello governo italiano un EMERITO BABBEO. Avrei preferito metesse chiaramente la sua firma.

Avrei detto la stessa cosa se avesse definito allo stesso modo Bersani.

Credo che di esempi negativi se ne abbiano già abbastanza a livello nazionale.

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Corisco58 01:01 - 04/02/11

Hai ragione e chiedo venia. Purtroppo ho formulato la considerazione finale in modo sbagliato. 

LA FORMULAZIONE ESATTA DOVEVA ESSERE QUESTA:

"SE (e sottolineo il SE) questa fosse la realtà dei fatti. il Presidente del Consiglio farebbe la figura del babbeo"

 
Risposta di Gigi Cavalli 11:20 - 04/02/11

Ma sì, facciamoci due risate...

LA LAMPADA DI ALADINO

Luca Cordero di Montezemolo viaggia sull’autostrada con la sua nuova Ferrari rossa oltre ogni limite di velocità. Improvvisamente dallo specchietto retrovisore vede arrivare da lontano Silvio Berlusconi sopra una biga, stile Ben Hur.
Berlusconi supera Montezemolo e lo sperona, devastandogli la fiancata della Ferrari. I due si fermano.
L’ex presidente di Confindustria scende dalla macchina arrabbiato come una iena e tuona:
«Insomma, possibile che tu non permetti a nessun altro di correre in santa pace?». Berlusconi, sorridendo:
«E dai, non ti arrabbiare così! Sai che ho la lampada di Aladino e grazie a lei risolveremo tutto ».
Il premier estrae dalla tasca il mitico coccio e dice:
«Strofinala e chiedi quello che vuoi. Mi raccomando, grida perché il genio è vecchio ed è anche un po’ sordo».
Montezemolo manipola la lampada; il genio esce. Luca urla con la sua vocetta:
«Voglio un miliardo, un miliardo di euro per rimettere a nuovo la Ferrari».
Un tuono scoppia e si aprono, in alto, le porte dei cieli. Dalle nubi scende, precipitando, un oggetto: un biliardo, che si schianta sulla Ferrari distruggendola definitivamente. Montezemolo, sconvolto, rimprovera il genio:
«Vecchio rincitrullito, ho chiesto un miliardo, non un biliardo ! ».
Il Cavaliere gli posa bonariamente la mano sulla spalla e sorridendo dice:
«Te l’ho detto che è un po’ sordo. Secondo te io gli ho chiesto una biga?»

Risposta di Nicola Lorusso 12:37 - 04/02/11

Invece come ai tempi di Remo Gaspari ministro per la protezione civile (e questo lo dico a chi rimpiange i bei tempi andati) per la frana in valtellina, Silvio chiedeva una Diga!!!

Risposta di John Sabini N.Y. 17:31 - 04/02/11

Caro Gigi Cavalli "grazie".
Tutti abbiamo bisogno di ridere un po'. MOLTO BELLO...
John Sabini N.Y.

Risposta di Francesca C. 18:44 - 04/02/11

Bella, divertente!!!

...Deve averla scritta uno di sinistra! ;)

Risposta di PK 20:32 - 04/02/11

no, non sanno ridere

 
Risposta di Chicco 11:58 - 07/02/11

I disordini come quelli di ieri a Arcore sono un regalo clamoroso al Cavaliere. Per mandare a casa Berlusconi serve una politica seria e non gli scontri di piazza.

 
Risposta di Stefano Bruschi 12:07 - 07/02/11

Chissà se cè qualcuno che non è "viola" dalla vergogna e che ha il coraggio di dire qualcosa:

    * http://libero-news.it/news/663126/Salviamolo_dal__im_moralismo_degli_anti_Cav.html .

    * http://libero-news.it/news/662952/I__bravi__viola_all_assalto_di_Berlusconi.html .

DOPO, naturalmente DOPO ... ecco cosa succede:

"IL POPOLO VIOLA SI DISSOCIA - Il Popolo Viola «si è dissociato» dalle frange violente che hanno ingaggiato scontri con la polizia. Gli organizzatori della manifestazione con oltre seimila persone che nel primo pomeriggio si era svolta senza alcun problema, hanno anche diramato una nota per rimarcare la loro estraneità dagli episodi di violenza" (Corriere della Sera).

Quindi NON c'è alcun RESPONSABILE ... un dubbio ... ma questa parola fà parte della Lingua Italiana. Quasi quasi chiedo all'Accademia della Crusca ... !?!

Stefano

Risposta di Cruscotto 12:19 - 07/02/11

L'Accademia della Crusca Le risponderebbe che "fa" (voce del verbo fare) si scrive senza accento.

Cordialità

Risposta di Chicco 12:25 - 07/02/11

Cruscotto consulta anche tu l'Accademia della Crusca non sapevi che CE' non si scrive così ma con l'apostrofo?

Risposta di Marco 13:23 - 07/02/11

Non credo che il concetto del Bruschi cambi, la sostanza rimane! Non cercate di difendere il fattaccio spostando l'attenzione dall'argomento e piuttosto rispondete!!!

Risposta di Fausto 14:18 - 07/02/11

Stefano non ci trovo nulla di strano. Sono solo espressioni Artistiche. Non spariscono solo i termini dal dizionario, ma anche i reati (ingiuria) dal codice penale.

Però non facciamo di tutta l'erba un fascio, le mele marce ci sono a casa di tutti, sono certo che quelli che si sono dissociati, invece, lo amano il Premier!!!

Risposta di Cruscotto 16:18 - 07/02/11

E cosa ci sarebbe da difendere? Degli sciagurati che hanno rovinato gli intenti di una manifestazione sacrosanta? 

Dal Corriere della Sera di oggi <<È risultato che i promotori della manifestazione, rispettando le modalità concordate con le autorità di polizia, sono rimasti estranei a ogni deviazione dal percorso stabilito e a ogni violenza.>>

http://www.corriere.it/politica/11_febbraio_07/napolitano-disordini-inammissibili-maroni-condanna-esemplare_8a556844-32b9-11e0-804f-00144f486ba6.shtml .

Attaccare la manifestazione per colpa di pochi scemi sarebbe come dire che:

- la Lega Nord è un partito del cavolo perchè ha esponenti come BORGHEZIO;

- tutti quelli del PDL sono degli sciagurati perchè hanno un leader che ridicolizza l'Italia all'estero;

- tutti quelli di sinistra sono dei perditempo perchè non hanno un leader.

Non è così: ci sono energie positive e persone oneste sia a destra che a sinistra, ma BERLUSCONI, in Italia, rappresenta un "tappo" per la politica, che da ormai quasi vent'anni gira attorno ai suoi interessi personali (vi rendete conto di quanto potere ha in mano quell'uomo?), togliendo a TUTTI i partiti la possibilità di lavorare serenamente.

Speriamo si ritiri presto e qualcuno, di destra o sinistra, possa salire a Palazzo Chigi al suo posto.

 
Risposta di Claudio Agazzi 14:11 - 07/02/11

Non parlare se ritieni di non migliorare il silenzio!

Ritengo non migliorativo del silenzio contributi quali quello della persona che si cela sotto il nick name cruscotto.

Non sta a me dettare le regole di questo luogo privato ma sicuramente sento l'insorgere di un certo numero di nuovi commentatori che per tanti motivi preferiscono l'anomimato. Come dissi da qualche altra parte un po' li capisco.

Credo però che un nick name debba essere qualche cosa di più di un nome messo a caso. Se oggi mi firmo Cruscotto e domani arriva un altro che si firma Cruscotto io non so più qual è quello vero e quello finto.

Capisco anche che sia importante che molta gente partecipi alla discussione ma sicuramente se il partecipare in forma anonima come ha fatto tale Cruscotto per riprendere un errore grammaticale di una persona beh... io preferivo il silenzio Gigi ma è una mia visione personale. Credo che con Stefano Sala tu abbia addottato questa regola.

Il rischio è che tutto vada in vacca (un termine poco elegante ma che ben fa comprendere) e allora finirà come l'altro forum della montagna www.alicenonlosa.it. Una sorta di Novella 3000 virtuale.

Stefano, non ti fare intimorire da questi pusillamini (questi sì, questi che senza argomenti celano il loro nome) vai avanti perché di gente con una coscienza critica e civica  abbiamo bisogno.

Se posso rompere le palle ulteriormente suggerisco un login per chi lo vuole fare, cedendo i propri dati identificativi, in cambio agli utenti logati si potrebbe dare il vantaggio di veder pubblicati direttamente i propri post. E' un modo per invogliare e aggiungo io educare l'utente a metterci almeno un po' di faccia e soprattutto per rendere più chiaro il forum

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Marco 16:56 - 07/02/11

Gigi ti autorizzo a cancellare la mia risposta se la ritieni  offensiva ma lo scopo non era quello di offendere nessuno al massimo di correggere.

Se vi sentite offesi mi scuso ma siete suscettibili....

Risposta di Fausto 17:43 - 07/02/11

Marco, ma che stai addì???

Dove saresti stato maleducato oppure offensivo?

Non facciamo le vittime sacrificali... hai detto la tua punto e stop.

Di sicuro le critiche di Claudio erano rivolte solo a chi "eccede" e lo fa sotto nick non riconoscibile. 

Se uno evita di dare dei nomi ed usa un nick io non lo trovo per nulla sconveniente.

Certo che se alzi i toni... allora si che il nome ce lo devi mettere penso, ed è giusto anche nei confronti di Gigi, che ne co-risponde...

Io invece noto con piacere che il forum si sta allargando e per quanto mi riguarda sono tutti i benvenuti, anche se la pensano in maniera difforme.

L'anonimato non deve essere strumentale, ma non è un reato penso...

Ciao

Risposta di Arturo Curà 22:56 - 07/02/11

Carissimo Claudio Agazzi,
mi fa piacere che anche tu non condivida chi, nascondendosi dietro nomignoli di fantasia, approfitta per spargere volgarità gratuite e sciocchezze in libertà. Questo spazio è naturalmente un Gioco ma un gioco speciale che deve seguire innanzitutto la serietà ( anche un "comico" vero è serio, anzi, usando lo sberleffo analizza con maggior lucidità il potere e quello che ci sta intorno). Ridursi a inquinare un luogo di idee devastandolo con interventi biliosi non è accettabile. Ce n'è già troppa in giro di questa volgarità, basta guardare per qualche minuto molti programmi TV. E ridurre a pollaio tutto è un inquietante segnale di inciviltà.

 
Risposta di Claudio Agazzi 19:46 - 08/02/11

Ciao Arturo

Su questo siamo in perfetto accordo :) Il buon Gigi comunque fa buona guardia guardia. Mi rendo conto quanto sia difficile fare il moderatore, difficile giudicare cosa pubblicare e cosa non pubblicare.

Marco, assolutamente non mi riferivo a te. Scusa se l'hai pensato. Era per Cruscotto :), il nick però mi piace.

Buona serata

Claudio Agazzi

 

 

 
Risposta di Remo Ponzini 16:50 - 11/02/11

Egregi signori,
forse qualcuno di Voi si sarà stupito per la mia latitanza. Il motivo principale era riconducibile all'argomento analogo dello scorso anno " Difendiamo il Berlusconismo (n.1) " dove avevo già manifestato il mio pensiero. Oltretutto non avevo nulla di nuovo da dire se non rimarcare quello che avevo già scritto.

Ma oggi, ritornato a Bedonia dopo tre gg di assenza, ho trovato nella posta una mail di Stefano Bruschi che riportava questo articolo di Marcello Veneziani tratto da Il Giornale.
Vi faccio un copia-incolla perchè ritengo che la sue considerazioni siano meritevoli di attenzione e di riflessione indipendentemente dall'orientamento politico di ognuno di noi.

" Dopo PRIAPO ci aspettano solo le MEZZE-PIPPE "  di Marcello Veneziani  (incollo) :

Quando Berlusconi mollerà tirerò un sospiro di sollievo perché i magistrati non avranno più alibi per deci­dere sui governi, la tv, la vita e il voto de­gli italiani.

Quando Berlusconi mollerà, tirerò un sospiro di sollievo perché il sesso non sarà più organo di Stato, non andrà più in viva voce nel pianeta, non servirà più per abbattere i governi e far scattare allarmi costituzionali, ma riguarderà so­lo intimi piaceri e vite private. Quando Berlusconi mollerà, tirerò un sospiro di sollievo perché i magistrati mammasan­tissima non avranno più alibi per deci­dere sui governi, la tv, la vita e il voto de­gli italiani. Dovranno occuparsi di giusti­zia e non origliare sesso, dovranno far funzionare i tribunali e non sfasciare i governi.

Quando Berlusconi mollerà, sarò feli­ce perché Di Pietro, l'Italia dei livori, i media e gli altri dovranno trovarsi un mestiere, avendo perso la loro unica ra­gione pubblica d'esistere. E in tv non ve­dremo più Porca a Porca. Quando Berlu­sconi mollerà, sarò felice perché la sini­stra non potrà più campare sulle erezio­ni del premier satiro. Quando Berlusco­ni mollerà, sarò felice perché le Tre Gra­zie Gian Pier Fran, indossatori del Nul­la, dovranno dire da che parte stanno e non potranno più gufare sugli errori e sulle zoccole altrui. La satiriasi è una ma­­lattia ma non vale una crisi al buio che inguaia l'Italia intera. Se Berlusconi è il male, i suddetti sono nell'ordine il Peg­gio, il Vuoto e il Nulla. Il Peggio è il Paese che odia, il Vuoto è la sinistra che man­ca, il Nulla è il terzismo che affumica.

Dicono in coro che ci vuole decoro. Giusto. Ma il decoro è una categoria eti­ca, in parte politica, per nulla giudizia­ria. Non sono i giudici a sanzionarlo. Mi­sura il contegno, non la fedina penale. Se è in gioco la morale si esprimano con­danne morali, non penali né politiche.

Perfino Kant diceva «la legge morale dentro di me», mica invocava magistra­ti, gendarmi e parlamento. Il priapismo è un male antico del potere e non è tra i più gravi. E il decoro dei politici non ri­guarda solo i peccati di sesso, ma il ri­spetto dei ruoli e del popolo sovrano, l'uso e l'abuso delle risorse pubbliche, la lealtà. Quando resteranno i decorosi, i decorati, i decoratori, capiremo cosa ci siamo risparmiati in questi anni.
Dopo Priapo verranno le mezzeseghe.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2017