Propongo l'articolo di Mauro Delgrosso, tratto dal sito Valtaro.it, in quanto la ricostruzione di quanto accaduto, a mio vedere, rispecchia una realtà oggettiva. 

Domenica 13 febbraio, una data che Borgotaro non dimenticherà molto presto. Si sono appena tenute tenute le primarie del centrosinistra di Borogotaro, in vista delle elezioni comunali in programma a maggio 2011. Lo spoglio delle schede é terminato da poco, é passata da pochi minuti la mezzanotte. Una svolta epocale é avvenuta.

Sarà infatti Diego Rossi, a 33 anni, l’attuale vicesindaco di Borgotaro (PD), il candidato sindaco del centrosinistra alle prossime elezioni comunali di primavera: su 2209 votanti e su 2179 schede utili, ha ottenuto 1385 voti (il 64%), il suo avversario si é fermato a 794 segni (34%).

Per Rossi, in diversi modi, si erano schierati tanti giovani, gli elettori attribuibili all'area civica, tutti gli esponenti degli ex Ds e della sinistra in genere, oltre che l’assessore Matteo Daffadà; Barilli era appoggiato dall'apparato definibile come "ex democristiano" composto dall’attuale vicepresidente della Provincia Pierluigi Ferrari, da Giuseppe Costella rientrato per l'occasione nella "politica giocata" e dal gruppo di Giacomo Bernardi, figura storica del gruppo dirigente del centro sinistra.
 
Borgotaro, un tempo storico feudo democristiano, volta così pagina, proponendo un sindaco "laico". Un cambio anche generazionale, vista l'età di Rossi e dei mezzi di comunicazioni utilizzati in campagna elettorale, internet e i social network per primi.

Da segnalare l’affluenza altissima alle urne che è stata, a detta di tutti, in primis un grande successo dello strumento delle primarie, ma anche un'affermazione personale sul metodo, basato sulla politica partecipata e condivisa, del locale segretario del PD, Paolo Giliotti, il principale promotore ed organizzatore dell’evento.

Risposta di Fausto 23:22 - 14/02/11

Caro Gigi sai come la penso io?
Penso che alla cena del forum qualcuno ebbe l'ardire di sostenere che "sia Lui che Diego Rossi non sarebbero mai stati messi nella condizione di contare qualcosa" che "sia Lui che Diego Rossi avevano dovuto mangiare tantissimi rospi perchè non gli lasciavano spazio". Io, davanti a testimoni, dissi che l'unico politico che poteva invertire la tendenza sarebbe stato proprio Diego Rossi, ma la mia affermazione venne accolta con grande ilarità!

Infatti entrambi erano presenti in studio a festeggiare con una sola differenza, Diego ci ha sempre creduto, Lui è come gli altri... sale sul carro quando la corsa è vinta.

Per cavalleria non ne farò il nome, ma sono curioso di capire se da Uomo verrrà qui a riconoscere che si sbagliava perchè Diego rappresenta una mosca bianca nel suo sciame di mosche nere...

E comunque come ho sempre avuto modo di dire a Diego... o si cambia lo sciame da solo oppure rischia di diventare inutile li in mezzo.

Chi può essere stato lo sciagurato cartomante? Vai col toto... ah... si dovrebbe rifare la cena e Lui dovrebbe pagare perchè è stato quella che l'ha sparata più grossa di tutti...!!!

Risposta di Fausto 10:30 - 15/02/11

Il toto cartomante è ancora aperto...

Già il toto email è andato disatteso... non è un bel segno!!!

 

Risposta di Fausto 23:36 - 16/02/11

Il politico cartomante è diventato muto? Non ha più previsioni da fare? Di solito la sa lunga e ci delizia anche in codesto forum con perle rare.

Ma proprio nessuno che tiri ad indovinare? O lo avete già capito tutti?

 

Risposta di Fausto 22:45 - 23/03/11

Il politico cartomante si è rifatto vivo... dopo aver espresso i dubbi sull'apertura mentale, del suo stesso partito, verso un ricambio generazionale (palesemente smentiti) ora ha sparato addosso al governo nazionale facendo una precisazione "politicamente doverosa". Secondo lui il governo ha tagliato i fondi a Comuni, Istruzione, trasporti, turismo ecc... beh... non ci resta che sperare che ci becchi come l'ultima volta.

Prima fate un plebiscito per mandare i soldi a Napoli e dintorni... poi vi lamentate che mancano per noi (forse pensate che nascano sull'albero dei denari?).

Coerenza sempre e comunque mi raccomando, oltre al fatto che non ha avuto il coraggio di ammettere che si era sbagliato di grosso. Ma forse l'unica cosa che aveva sbagliato era il paragonarsi a Diego solo per motivazioni anagrafiche.

Il cartomante con questa ennesima sparata ha messo le mani avanti prevedendo un'annata catastrofica, mi sa che qualcosa bolle in pentola... preparatevi a Bedonia e dintorni...

 
Risposta di Gigi Cavalli 12:44 - 16/02/11

Il settimanale POLIS pubblica un comunicato di Claudio Barilli dove annuncia l'abbandono della politica.

«Lascio la politica. Mi faccio da parte. Do spazio a chi ho trascurato per questi 15 anni di politica attiva: alla mia famiglia. I risultati delle primarie hanno influito, certo. Ma non sono stati determinanti. Mi sento come sgravato da un carico che ultimamente facevo fatica a sopportare. Sono figlio di contadini: arrivare sino a qui per me è motivo di grande orgoglio. Ora voglio solo terminare il mio mandato da assessore. Non sono abituato a lasciare le cose a metà. Poi lascerò la politica»

Boraschi / http://www.polisquotidiano.it .

Risposta di Claudio Agazzi 14:08 - 16/02/11

Non conosco Rossi, ma sento che ne parlano tutti bene.

Conosco per averlo incontrato in alcune occasioni, anche di lavoro, Barilli. E' stato oggetto di vari attacchi in questo ultimo periodo, probabilmente alcuni anche giusti.

Mi andava però di dire che in quelle occasioni dove ho avuto modo di conoscerlo ho sempre visto una persona che non si è risparmiava in nulla. Ho visto una persona che a suo modo ha sempre dedicato il suo tempo. L'impressione è stata positiva.

Mi fermo qui perché altro non conosco e quindi parlerei a sproposito.

Complimenti a Rossi per la vittoria. Comunque vada, se dovesse vincere lui anche nelle elezioni, gli auguro di provare a comportarsi diametralmente all'opposto di come i politici locali e nazionali si stanno comportando.

Cordialmente

Claudio Agazzi

Risposta di Nicola Lorusso 15:10 - 16/02/11

Se manterrà la promessa, se non accetterà incarichi di sottobosco politico ecc.ra, sarà un caso più unico che raro di persona che esce dalla politica (seppur  della piccola amministrazione locale e non della politica nazionale), ci pensate per un attimo se chi perde importanti elezioni a livello nazionale si dimettesse davvero da tutto...e non si facesse riciclare in un ente, in una amministrazione diversa, in un organismo politicizzato, ma semplicemente andasse a lavorare... ecc.ra... bè... non pensiamoci... tanto non esiste.

comunque complimenti a Claudio, se riuscirà a mantenere in pieno quanto promesso... non si può essere uomini buoni per tutte le stagioni!

 

Risposta di Fausto 00:51 - 18/02/11

Infatti Claudio ha avuto l'unico demerito di avere dietro un gruppo trito e ritrito. Per il resto se uno si fosse dovuto fermare al candidato la lotta sarebbe stata veramente pari penso. Claudiio si è sempre fatto un mazzo così... però si è presentato con un passato più pesante di quello di Diego, e i suoi non si sono certo esposti per parargli il culo. Oltre qualche intervento di facciata nessuno gli ha pulito il curriculum dalla consulenza in Provincia. E l'ha pagata veramente cara quella. Io resto dell'opinione che un politico che lo faccia veramente a tempo pieno debba essere pagato senza tanti giri strani. Barilli meritava quegli importi per il lavoro che faceva e non gli dovevano arrivare sotto altre voci... Questa cosa va cambiata perchè la gente seria va pagata e anche bene. Mi ricordo che tu Claudio una volta facesti riferimento ad un consulente che poteva far andare bene le cose... ma che avrebbe avuto un giusto prezzo.

Barilli solo con l'organizzazione della sagra del fungo al Borgo faceva rientrare molto più del suo costo.

Non trovo giusto che un politico lo debba fare solo per passione... perchè altrimenti si escludono intere categorie di profili.

Se uno è un dipendente può andare in aspettativa e mal che vada torna al suo posto.

Un imprenditore che fa della sua Azienda se la molla per 5 anni? I clienti mica stanno li ad aspettarlo...

E se lo vuoi fare bene non puoi farlo mezz'ora al giorno.

Un altro aspetto riguarda la "concorrenza" perchè se vieni retribuito con soldi pubblici allora anche i tuoi avversari potrebbero reclamare lo stesso trattamento...

Secondo me i consiglieri, una volta eletti, dovrebbero assumere un incarico a tempo determinato per la durata del loro mandato con regolare stipendio. E il loro mandato per "par condicio" dovrebbe scadere 3 mesi prima delle elezioni.

Se si unissero i Comuni questi discorsi potrebbero essere resi possibili. Certo con 100 assessori in Valtaro stipendiarli tutti non sarebbe sostenibile.

Se Barilli si riproponesse senza quelle zavorre alle spalle allora se la giocherebbe tutta.

E' stato poi coerente e leale fino in fondo, se solo penso alla storia politica di Delchiappo che arrivato in Regione è diventato Autonomo!!!!! Avesse fatto così anche Barilli forse ora avrebbe una pensione da RE. 

E chiudo dicendo che finalmente qualcuno ha perso le elezioni perchè di solito non si trova mai un perdente perchè sono tutti bravi a leggere i numeri a loro piacimento.

Claudio ha solo detto ho perso ed ha avuto il coraggio di non presentarsi in televisione a sparare le solite frasi di circostanza.

Perciò onore agli sconfitti che hanno perso con onore.

Risposta di Gruppo di sostegno Diego Rossi Sindaco 14:30 - 22/02/11

Mi inserisco nella disussione per segnalarvi la creazione di una pagina facebook che ha lo scopo di sostenere Diego e, soprattutto, di raccogliere idee e opinioni utili che possano influenzare positivamente le scelte della prossima Amministrazione.

http://www.facebook.com/diegosindaco .

Di seguito la presentazione del progetto. Grazie.

La straordinaria affluenza alle primarie di Borgotaro ha evidenziato quanto i cittadini desiderino essere parte attiva nella scelta dei propri rappresentanti e, più in generale, nelle decisioni che riguardano il proprio futuro.
Una voglia di partecipazione che era già emersa dai numerosi feedback ricevuti dopo la creazione di un community di sostegno alla candidatura di Diego. Sulla scia di questo rinnovato interesse per il bene del nostro paese, abbiamo deciso di perfezionare a ampliare la possibilità di condividere opinioni, idee e speranze, attraverso la creazione di una Pagina Facebook.
A differenza del gruppo, questo spazio permette di integrare diversi canali comunicativi in un unica soluzione, e di utilizzare numerose applicazioni interattive che ci consentiranno di sostenere e coadiuvare Diego nella corsa alla carica di sindaco e nell’individuazione delle priorità del prossimo Consiglio comunale.
Se credi che si possa costruire un futuro migliore per il nostro paese, partecipa attivamente a questo gruppo e invita i tuoi amici ad aderire!

Risposta di Fausto 18:00 - 22/02/11

Grazie per la segnalazione.

E' un bel gesto di apertura, sarebbe ancora più bello se però il popolo di facebook ne venisse a discutere in questa sede.

Ad esempio io mica l'ho ancora capito perchè Diego non si esprime sulla costruzione della Centrale.

Anzi, ho il dubbio di aver intuito ma vorrei che così non fosse.

Non è che hanno già venduto la pelle dell'orso prima di averlo catturato ed ora si trovano in una situazione un tantino difficile da far digerire alla popolazione?

Personalmente ho sempre sostenuto Diego ma è in questi frangenti che deve farsi valere, altrimenti potrebbe nascere il dubbio che andare a votare per Diego significhi alla fine continuare a votare per il vecchio sistema.

Nel bene o nel male serve una risposta perchè è ora di finirla con le vecchie tecniche elettorali.

Anche se fosse un si, lo motivi senza vergona.

Personalmente sono contro la costruzione di ogni possibile "oggetto" inquinante per il quale non gora l'intera comunità.

Perciò attendo le vostre risposte su questo forum.

Poi magari ne riparliamo anche su facebook.

Altrimenti sembrate come Gabriele Ferrari che ha usato questo spazio per tessere le sue lodi, sparare contro il Governo e poi... chi si è visto si è visto...

Grazie

 
Risposta di Molinari P. Luigi 13:32 - 24/02/11

Al futuro candidato sindaco nessuno ha mai fatto la domanda:

LEI E' A FAVORE O CONTRARIO ALLA COSTRUZIONE DELLA NUOVA CENTRALE A TURBO GAS?

Sono convinto che sia un dovere di dare questa risposta ai cittadini borgotaresi.

Grazie

Risposta di pk 14:26 - 24/02/11

Certo, durante il CC di Lunedì scorso... hai presente ...

http://images.sodahead.com/polls/000369393/polls_3713851_std_2302_835078_answer_3_xlarge.jpeg .

lascio a te assegnare il ruolo

PK

 
Risposta di Gigi Cavalli 14:44 - 24/02/11

Anch'io mi associo alla domanda.

Caro Diego Rossi,
dopo la mia doverosa disquisizione sulla tua “vittoria senza se e senza ma” (vedi http://www.esvaso.it/post.php?id=421 ), mi permetto di andare oltre, credendo che sia altrettanto opportuno porti oggi, alle porte della campagna elettorale, una domanda concernente il tuo personale orientamento sul progetto di realizzare o meno una centrale a turbogas a Borgotaro, anzi in Valtaro.
È più che evidente che tale scelta vada chiarita ora, anticipatamente.
Mi sorge questa domanda perché da alcune settimane non sento spirare intorno a me nessuna opinione, né a favore, né contraria, e questo mi preoccupa ancora di più. Non vorrei che la solita e vecchia “corrente” fosse già lì a tessere la sua ragnatela per avvolgerla attorno ai tuoi consensi ricevuti. 

Ti ricordo, ma non sarò certo io a farti meditare, che in questi decenni Borgotaro e l’intera Valtaro si sono guadagnati un posto d’onore nella qualità dell’ambiente, le centinaia di famiglie (italiane ed estere) che hanno deciso di investire qui i loro risparmi, con la prospettiva di trascorrere le vacanze e poi una eventuale vita futura, ne sono la testimonianza diretta, economicamente produttiva e concreta. Non ho problemi a farti un elenco dettagliato di queste famiglie, una ad una.

Questo è solo un aspetto, ma prima di tutto ci sono i cittadini. Fino a qualche tempo fa eravamo tutti soddisfatti di leggere sui cartelli che ti accolgono a Borgotaro le diciture: “Comune con Certificazione Ambientale ISO 14001” oppure di aderire al circuito delle città “Slow Food” appartenenti al Buon Vivere.

Un’altra domanda mi sorge quindi spontanea: ma queste certificazioni, sono solo dei fogli, magari per farsi "belli e puliti" sulla carta intestata e tra le referenze del Comune o sono una realtà oggettiva? Qualche anno fa si sono investiti soldi e sacrifici per ottenerli, ora se ne può fare a meno?

Non per ultimo il riconoscimento dell’unico fungo europeo con la denominazione IGP (Indicazione Geografica Protetta), siamo così sicuri che sarà poi mantenuto il prestigioso marchio o si farà ancora finta di niente, magari facendo passare sotto l’uscio la centrale a Turbogas come le Ceramiche e la Discarica di Tiedoli?
Mio nonno mi ha sempre detto che: “salvare capre e cavoli è sempre stato difficile, anzi impossibile”.

da: http://www.esvaso.it .

Risposta di Alessandra 16:26 - 24/02/11

Mi unisco alla richiesta di Gigi.
Diego è un ragazzo giovane e per questo forse più aperto a temi come le nuove tecnologie, la tutela della salute e la valorizzazione dell'ambiente.

Apprezzo la prudenza e la moderazione di chi non si lancia in dichiarazioni sensazionalistiche e promesse da marinaio, come quelle a cui ci ha abituati la politica attuale. Ma sono assolutamente d'accordo che la scelta di campo su una questione così importante debba essere chiarita prima delle elezioni.
Spero che non siano già stati presi accordi vincolanti all'insaputa dei cittadini nè che si debba parlare di risarcimenti alle imprese come nel caso della metropolitana di Parma.

Detto questo, il mio pensiero sul turbogas non si allontana da quello sul nucleare: il futuro dell'energia è nelle fonti rinnovabili e lì bisognerebbe investire.

Diego, sei abbastanza giovane da poter vedere i benefici o i disastri delle politiche che la nuova giunta metterà in atto. Cercate di pensare come se doveste respirare l'aria di Borgotaro e mangiare i suoi prodotti per i prossimi 100 anni.
Diceva una mia amica: pensa globale, agisci locale.

Risposta di PK 16:32 - 24/02/11

Il Sig. Cavalli, impunemente, ed incurante del grave e momento storico, scrisse ;-) :
È più che evidente che tale scelta vada chiarita ora, anticipatamente.

Non lo chiarirà mai, o meglio non farà mai completa chiarezza, un' idea potevi fartela assistendo al Consiglio Comunale del 21 cm, l'unica cosa chiara fu che non si voleva dare una risposta chiara, scusa il gioco di parole ma era proprio così.

Non capisco perchè il Vice Sindaco con delega a Bilancio e Tributi non sia in grado di dare una sua opinione.

Sarebbe sufficiente che riuscisse a rispondere a questa semplice domanda:
A chi giova la realizzazione della Centrale Elettrica Turbogas?

Rispondendo a questa riuscirebbe pure a non esprimersi contro o a favore, ma si sa, rispondendo a questa salterebbero fuori cose scomode.

PK

Risposta di Dionisio e Raymond - Olanda 17:22 - 24/02/11

Caro Diego Rossi,
siamo una di quelle famiglie che hanno appena acquistato una casetta nella splendida Borgotaro/Valtaro.
Le ragioni principali per noi sono il paesaggio, la natura e l'ambiente della regione.
Ti supplichiamo, salvaguardia il nostro ambiente per i rappresentanti dell'estero, della vostra bella regione.
Contiamo su di voi e mi auguro che altri stranieri sono da tempo li' per godere della natura incontaminata.

Dionisio e Raymond, Olanda / Amsterdam

http://www.casadelporticato.com .

Risposta di Paolino 17:46 - 24/02/11

Caro GG, leggendo anche il tuo precedente intervento ho notato che velatamente la domanda al Diego Rossi era già stata fatta, ho anche notato lo scarso interesse alle tue parole e sopratutto il non intervento dell'interessato. Sai invece cosa mi diceva mio nonno "qui gatta ci cova"

Risposta di Mario Sibelli 20:29 - 24/02/11

Sono anch'io un "milanese" innamorato e per questo residente per vacanza nelle nostre valli. Espongo una semplicissima domanda:
vi siete mai chiesti come mai nessun comune in Italia vuole le centrali a TurboGas?

Buona sera Mario Sibelli

Risposta di Federica Landi 22:24 - 24/02/11

Non so se una centrale a turbogas sia molto inquinante o meno, ma di sicuro entra in conflitto con la vocazione turistica di un territorio... Quando decisero di costruire il rigassificatore a Panigaglia (SP) mio nonno con altri provò a protestare, ma ebbe come risposta dal sindaco una delle frasi più stupide che abbia mai sentito: "i bei tramonti non danno pane"...
In nome di un ipotetico pane, dunque, fu deturpata per sempre una delle più belle baie del golfo di Spezia... mentre solo pochissime persone della zona furono assunte per far funzionare l'impianto, gestito prevalentemente (così mi hanno sempre detto i miei) da tecnici milanesi  http://it.wikipedia.org/wiki/Rigassificatore_di_Panigaglia .
Troverei invece molto più sensato installare dove possibile altri impianti eolici come quelli al passo della Cappelletta: nonostante le critiche che questo tipo di installazione riceve, mi sembra che non deturpi il paesaggio, anzi: ogni anno, quando veniamo in villeggiatura nella zona, non può mancare una gita familiare a vedere i "mulini a vento"...

 
Risposta di Remo Ponzini 18:30 - 24/02/11

Sono mesi che seguo le innumerevoli problematiche di questa ipotetica centrale ma non sono ancora riuscito a capacitarmi.
Praticamente tutti gli intervenuti hanno espresso preoccupazioni e gravi timori ambientali ma, semplicemente per completezza di informazione,  sarei interessato a conoscere anche i dati tecnici relativi all'inquinamento che potrebbe produrre.

C'è qualcuno che potrebbe soddisfare questa mia curiosità ?
E' possibile che i rappresentanti pubblici non li abbiano mai forniti ?

Può essere che mi sia sfuggito qualcosa e, se così fosse, chiedo venia.
Grazie per eventuali risposte.

Risposta di Moby Dick 22:31 - 24/02/11

Signor Ponzini e gentili lettori, vi seguo sempre e vorrei questa volta intervenire.

Il video che vi segnalo spiega con le semplici parole dell'ingenere Pierfederici l'analisi di una centrale alimentata a gas metano

1/ http://www.youtube.com/watch?v=WP5WVrauBf8 .

2/ http://www.youtube.com/watch?v=oN0C2p8lDtQ .

3/ http://www.youtube.com/watch?v=cA7Bo621zcM .

Risposta di Antonio 23:15 - 24/02/11

Quando un politico non risponde vuole dire che è già stata presa una decisione .

Siamo sicuri che legga il forum ?

Risposta di Fausto 00:36 - 25/02/11

Ocio perchè qui si sta parlando di giri d'affari di milioni di euro... non rompetegli i maroni con le vostre cagate!!!

Ci saranno anche ben 10 posti di lavoro in più tutti, tutti della Valtaro sicuramente.

L'Edilcuoghi casualmente proprio sotto elezioni sarà rilanciata e in men che non si dica pagherà pochissimo l'energia elettrica.

Qualche Ingegnere o Architetto o Geometra che assiste i progetti pubblicici dovrà ben essere, chi sarà???

Gli operai che eseguiranno i lavori di costruzione saranno certamente del posto.

Noi e i nostri figli respireremo finalmente aria buona.

L'ho detto e lo ribadisco, a mio parere (pura sensazione visto che nonostante tutta l'opinione pubblica gli si sia mossa contro procedono imperterriti) questa Amministrazione è nelle condizioni di non poter fare una scelta obiettiva.

Ma a me non frega niente dei loro problemi... se li risolvano. L'aria per i nostri figli non si tocca, non è in vendita.

Già dobbiamo sopportare quella dell'Edilcuoghi... ma almeno c'è una contropartita in termini di beneficio sociale.

Personalmente invito i sostenitori del Centro Sinistra ad imporsi e pretendere l'inserimento nel programma elettorale della chiara dichiarazione di posizione (sia essa positiva che negativa).

Dopo di che faranno le loro valutazioni.

Sono mesi che lo ripeto, l'aria che respirano i nostri figli  non deve essere in vendita.

Non sono mai sceso in piazza e sono sempre stato contrario a queste manifestazioni... ma qui tutto il discorso non segue alcun filo logico, perciò pretendo il rispetto massimo dell'ambiente in cui vivo che non è solo il vostro.

Somiglia molto alla storia delle righe blu... l'Amministrazione Uscente ha deciso ed ha ammazzato il commercio del centro del paese, con scelte unilaterali. Non è ancora chiaro il motivo per il quale non abbiano valutato di lasciare i primi 10-20 minuti a disco orario, o meglio è fin troppo chiaro che si tratta della fascia più redditizia... ma anche in questo caso la domanda è naturale... redditizia per chi?

Rispondo per coerenza a Gigi che ha messo a disposizione il forum proprio per discutere di queste problematiche e ci ha esplicitamente invitati a dibattere l'argomento però capisco chi lo fa in maniera anonima... gli sghei in ballo sono davvero parecchi... sinceramente ero tentato di mollare l'osso,,, si sa mai.

Di conseguenza anche se lo ha fatto con un nick, ringrazio Moby per i link chiarificatori.

Si parla sempre del conflitto di interessi di Berlusconi... ma anche al Borgo ne abbiamo avuto uno bello grosso per 10 anni e nessun sostenitore della sinistra lo ha mai evidenziato (l'Amministratore della cosa pubblica era anche Amministratore dell'organo preposto al controllo che avrà cetramente operato in tutta onestà, ma il conflitto comunque c'era).

E chiudo dicendo che vedendo le cagate che sono state fatte in questi anni da Esperti, Periti e Luminari dei vari settori, non vedo perchè dovrei fidarmi delle loro previsioni ottimistiche in questo caso specifico.

Uno dei pochi Assessori che si è fatto il culo li ha lasciati con una pedata nel sedere... ci sarà pure un motivo no???

Personalmente ringrazio la Lega e il PDL (ramo Marchini) e Toffanin perchè si sono espressamente schierati contro sta schifezza...

Quelli non pervenuti spero pervengano e li ringrazierò veramente di cuore senza preclusione alcuna.

Teniamoci stretti quelle potenzialità che, anche se non valorizzate al meglio, restano pur sempre una base di partenza per chi ne avesse le capacità.

Sono certo che non faranno fatica a trovare una alternativa per la costruzione, chi non vorrebbe una Centrale di questo tipo in casa? Ci sarà già la coda per aggiudicarsi questa potenzialità nel proprio territorio.

Risposta di PK 07:33 - 25/02/11

direi di si, c'è un messaggio del gruppo di sostegno Diego Rossi

Deve aver imparato da Oppo quando dichiarò che non servono i dibattiti pubblici

PK

Risposta di Italo Ravenna 10:21 - 25/02/11

Caro GG,
il tuo spunto, non sembra preoccupare molto la cittadinanza. Forse manca l'informazione. Una informazione fatta in modo sincero e corretto. Io per esempio, lo ammetto, nonostante abiti sotto dove dovrebbe nascere questa centrale non mi sono adegutamente informato. Lo farò nei prossimi giorni, e perchè no, ne parlerò anche con Diego.
Così facendo magari, potrò scrivere alcune opinioni e considerazioni in merito.
Grazie, come sempre, per la tua sensibilità e puntuale comunicazione sulle cose di casa nostra.
Con amicizia e stima
Italo

Risposta di Remo Ponzini 12:21 - 25/02/11

Grazie infinite Moby Dick per le sue preziosissime informazioni. Avevo trovato diverse notizie sul web ma i video dell'ing. Federici che ci ha segnalato sono estremamente chiari ed esaustivi. Consiglio a tutti di ascoltarli.

A questo punto penso di poter manifestare anch'io un parere ponderato: questa centrale NON si deve costruire.

 
Risposta di Serena Sirini 10:22 - 25/02/11

Caro GiGi... Come ben sai io e mio marito abbiamo scelto di venire a Borgotaro 'scappando' da Milano proprio per dare la possibilità ai nostri figli di crescere in un posto in cui l'aria è ancora pulita e respirabile ed in cui alzando gli occhi puoi ancora vedere che il CIELO è AZZURRO e che di sera è PIENO DI BELLISSIME STELLE!!!

Quando ho sentito dell'ipotesi della centrale a Turbogas mi si è gelato il sangue nelle vene!!! Sono andata ad informarmi meglio sull'argomento su internet e ho trovato paginate/blog/forum e quant'altro che parlano degli effetti negativi sulla salute (dati specialmente dall'inquinamento da polveri sottili -che non vengono considerate dagli studi fatti fare dai politici perché queste polveri sottili (a detta loro) sono solo un aspetto 'secondario' del turbogas)... peccato che questo aspetto SECONDARIO sia causa di aumento considerevole di TUMORI, TROMBOSI E LEUCEMIE (vi basta digitare TURBOGAS su google per trovare di tutto e di più, anche studi documentati e certificati)!!!

Mi chiedo quali siano gli interessi economici dietro a questa assurda proposta... e chiedo a Diego di non pensare all'introito 'immediato' che il comune potrà avere da un progetto del genere e di guardare più avanti...

Ci sono tantissimi altri modi per poter rendere florido un territorio con così tante potenzialità... le persone sono alla ricerca di posti INCONTAMINATI, PULITI, SPECIALI e non di altre ciminiere fumanti e inquinanti... la gente ha voglia e HA BISOGNO DI NATURA!!!

SIAMO NEL 2011 (santa pazienza) SIAMO NELL'ERA DEL BIOLOGICO/NATURALE/RINNOVABILE/ALTERNATIVO!!!! E di alternative a questo scempio del turbogas (sia per quanto riguarda la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che per la sponsorizzazione e rivalutazione del territorio) ce ne sono davvero tante... se l'amministrazione comunale non vede alternative mi propongo per dare alcune (molte) idee e come me sono certa che tante altre persone avrebbero interessanti proposte!!!

Un abbraccio a te, GiGi, e a tutti gli amanti di questa bella valle!!! Serena

 
Risposta di Pauline Goudswaard 12:21 - 25/02/11

Caro Gigi, ho capito piú o meno che cosa potrá succedere e sono contenta che ci fai sapere. Noi olandesi abbiamo scelto la nostra seconda casa dalle vostre Valle sopratutto perché è un posto unico, un posto tenuto come Dio ha creato il mondo: Aria pulita, bellissima natura, millioni stelle da godere. Siamo ospiti felici lí. Un posto che va bene per la salute dove mi sento viva! Spero che ho la possibilitá di dividere questo posto il piú possibile con altri amanti della vita pura in questa natura. Sará sbagliato se mettono una centrale turbogas... non ci sono alternative?

 
Risposta di Fausto 12:24 - 25/02/11

Se ci pensi però Gigi sei un bel soggetto pure tu!!!! hehehe

Prima spari il titolo vittoria senza se e senza ma!!! e poi gli vai a proporre un se e un ma grossi come una casa!

Lavori nel settore immobiliare perciò sei stato il primo a capire che per vendere le case prima ci doveva essere un sogno chiamato Valtaro da vendere e... penso che le ricette per popolare le nostre valli siano ancora: PANE - ARIA - INTERNET.

Quando avremo finito di fare della filosofia sulla classe operaia forse ci si renderà conto che il solo trasporto non renderà mai redditizio alcun insediamento INDUSTRIALE. Non dico ARTIGIANALE.... INDUSTRIALE....

Risposta di Fabio Paterniti 13:49 - 25/02/11

Leggo l’ultimo post di Fausto e tiro un sospiro di sollievo perché penso che non sono solo i milanesi, i bergamaschi, gli olandesi e i “foresti” in genere che vogliono che l’ambiente di queste valli si conservi pulito.

Venendo noi (io e mia moglie, figlie e nipotine) da Bergamo, a chi insiste nel sostenere un “sviluppo” acritico, possiamo organizzare una visita nelle valli bergamasche devastate.
Io che sono nato e vissuto in valle ho stampato nella mente quelle valli e quei paesi prima dello “sviluppo”, sviluppo spesso selvaggio. Se è quello lo sviluppo che i Valtaresi  e Valcenesi vogliono, che è fatto spesso di attività “rifiutate” da comunità più avvertite, meglio tutelate, allora non ci resterà che contrastare con il massimo impegno le opzioni di sviluppo scellerato.
Chi è interessato al confronto si manifesti in chiaro e non rinunci a priori a trattare e difendere il tema fondamentale della conservazione della salubrità dei luoghi e che vale tanti “denari“.

Sono intervenuto sul tema cave ofiolitiche, dopo un confronto istituzionale anche aspro e con una esposizione mediatica non usuale. Nonostante questo registriamo una “fuga” dalla problematica di una intera comunità e su questo comportamento ho commentato con la formula molti tacciono perché non sanno, pochi sanno ma tacciono ! Una classe dirigente in fuga dai problemi , le cosidette “autorita morali” silenziose mi fanno temere per il futuro.
 
Ora vengo informato che nuove insidie compromettono la salubrità di questi luoghi.
Per non tediarvi troppo e per non ripetere concetti già espressi vi invito a rileggere i miei tre precedenti interventi sui temi
 
-La cava Predelle è sicura?
-Caccia, bocconi e trappole
-cave ofiolitiche & amianto
 
Registro una silenzio assoluto … ma indicativo
 
Saluti a tutti
Fabio Paterniti

Risposta di Alessandra 17:41 - 25/02/11

Quando leggo di persone in fuga dalle terre d'origine inquinate, penso sempre che il ritardo nell'industrializzazione può rivelarsi una carta vincente: disponendo di un territorio incontaminato, l'unico sforzo da fare è preservarlo e valorizzarlo (non è esattamente il nostro caso visto che abbiamo il problema del piombo della ceramica, che se non ricordo male copre un'area di 7 chilometri intorno all'Edilcuochi, però, insomma, così male non stiamo).

Mia madre mi racconta sempre dei problemi che ha la Francia, del fatto che nelle campagne nessuno può coltivare niente di biologico perché la terra è avvelenata da radioazioni e metalli pesanti... Un poveretto, che voleva mettere su un allevamento di galline biologiche per avere uova da allevamento all'aperto, dopo aver fatto le analisi dei suoi prodotti è stato costretto a chiudere gli animali in batteria perché è venuto fuori che la terra dove ruspavano era inquinata.

Non arriveremo a questi livelli, ma è meglio non abbassare la guardia.

A proposito di inquinamento, se avete tempo guardate questo:

http://vimeo.com/20335270 .

 
Risposta di Luciano Moglia 13:54 - 25/02/11

Moby Dick ti quoto al 100% per l'utile informazione fornita. In 15 minuti è possibile farsi un ' idea di cosa voglia dire optare per la costrzione di una centrale a gas in una zona appenninica come la nostra. Ne consiglio la visione agli scettici o ai poco informati. L'ingegnere relatore spiega con parole semplici l'impatto negativo che ha sull'ambiente e sulla popolazione con dati alla mano.
Saluti Luciano

 
Risposta di Lorella Aviano 16:23 - 25/02/11

Solo un appunto per chi vuole la centrale a turbogas: ma vorrebbero davvero rendere l'aria come quella al centro di Milano?.. così anche da voi ci saranno le domeniche a piedi .. con il senno di poi al Comune toccherà prendere provvedimenti come bloccare il traffico, emettere regolamenti per abbassare i gradi di riscaldamento delle case, anche tutti i residenti saranno scontenti e intanto la centrale avvelenerà tutto intorno.. eppure tutte le critiche che possono venire da fuori capisco che si fa fatica ad accettarle. Non posso che fare un augurio alla Valtaro che non si bruci il futuro in quei camini della centrale...

 
Risposta di Andrea Dellanzo 19:15 - 25/02/11

Sono contrario perche' a mio avviso si tratta di un progetto del tutto sconnesso a qualunque altra attività valtarese.
Mi sembra (mi sbagliero'...) che vogliano darci da bere che grazie a questa centrale non chiuderà la Fincuoghi, tanto per trovare un pretesto per farla sembrare più utile.
In sostanza ci rimettiamo di immagine e di salute e ci guadagnamo poco, per come la vedo io.

Altra considerazione:
in tempo di crisi globale mi sembra anomalo che una multinazionale che ha sedi in 40 paesi e 4 continenti voglia investire al Boceto, quando in Italia ci saranno centinaia o migliaia di siti logisticamente migliori del nostro per fare un impianto di questo tipo. Non riesco a darmene una spiegazione positiva.
Saluti

Risposta di Moby Dick 19:43 - 25/02/11

Se non erro, la vostra è pari a 70 MW di potenza, perciò il 10% dei dati sotto indicati si equivarranno all’incirca al vostro caso specifico.

In varie città italiane sono in fase di progettazione una decina di centrali a turbogas. 
Dagli studi del ricercatore Nicola Armaroli, dell'Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività del CNR di Bologna e Claudio Po, medico presso l'Unità Operativa Rischio Ambientale dell'Asl di Bologna, risulterebbero meno "pulite" di quanto ritenuto sinora.


Utilizzando dati su impianti analoghi funzionanti in California è emerso che una centrale da 780 MW di potenza, che eroga 4670 GWh di energia, emetterebbe ogni anno, oltre ad anidride carbonica e ossidi di azoto (NOx) già preventivati, anche 290 tonnellate di particolato (PM 10, PM 2,5 e PM 0,1 - ovvero le "polveri" sospese in atmosfera, con diametro inferiore rispettivamente a 10-2,5-0,1 millesimi di mm), 9 tonnellate di ossidi di zolfo (SOx), 126 tonnellate di monossido di carbonio (CO), 205 tonnellate di metano e 42 tonnellate di altri composti organici volatili; sostanze che sarebbero sottostimate, se non del tutto trascurate, dai progettisti/costruttori.

 
Risposta di Gigi Cavalli 20:05 - 25/02/11

Alla luce di tali interventi, ricordo ai lettori del forum che è possibile consultare i dati tecnici della centrale in un recente articolo su Valtaro.it a firma di Mauro Delgrosso:

http://www.valtaro.it/centrale-termoelettrica-2010/index.htm .

Rammento inoltre che l'argomento "centrale turbogas" è stato ampiamente trattato, con dati e riflessioni, anche in altri due argomenti:

Centrale termoelettrica a gas a Borgotaro?

Centrale turbogas a Borgotaro

 
Risposta di Mary 10:28 - 26/02/11

Non posso che aggiungermi all'elenco di quelli che non vogliono la famigerata centrale per gli stessi (direi ovvi) motivi. E vorrei tanto che Diego, persona intelligente che stimo davvero moltissimo, prendesse una posizione chiara in merito PRIMA delle elezioni,in modo che si possa arrivare alle urne senza stupide strumentalizzazioni opportunistiche da parte delle opposizioni ma anche con la certezza di eleggere una persona che ha a cuore la salute del suo paese e dei suoi cittadini.

Risposta di Fausto 13:00 - 26/02/11

Mery, è proprio per il fatto che le opposizioni cavalcheranno questo cavallo che la posizione dell'Amministrazione Uscente è quanto meno sospetta...

Politicamente sono esperti nella gestione della comunicazione, unico settore in cui eccellono, perciò se non diramano i dubbi subito significa solo che non sono nella posizione di farlo.

Altrimenti da mò lo avrebbero fatto e avrebbero tolto questo vantaggio alle opposizioni.

Ci sono solo alcune considerazioni da fare che penso siano comunque semplicemente presupposti da non dimenticare:

1) Oppo, che non ha mai dato in escandescenza, nell'ultima intervista ad RTA sembrava alquanto alterato, e non essendo questo atteggiamento nelle sue corde... IL SEGNALE NON È BUONO...

2) Oppo e Rossi hanno pensato, accettato e vidimato ufficialmente questo progetto senza alcun confronto preventivo con la popolazione. IL SEGNALE NON È BUONO...

3) Solo dopo che sono stati messi alla gogna hanno aperto al confronto ma hanno messo come condizionale la presentazione di altri progetti. IL SEGNALE NON È BUONO...

4) Se le controindicazioni che stanno uscendo non sono proprio dell'ultma ora... la domanda che nasce spontanea è : perchè non le hanno valutate subito scartando il progetto, invece che previdimarlo? IL SEGNALE NON È PER NULLA BUONO...

5) Se veramente questo progetto era nato per agevolare la fornitura di energia elettrica perchè nel precontratto non erano stati stabiliti condizioni vincolanti? Del tipo: A chi sarebbe stata venduta l'energia elettrica? Perchè solo alle industrie? Con quali criteri sarebbero state selezionate le industrie che ne avrebbero goduto? A quali prezzi? Prezzi bloccati per quanti anni? IL SEGNALE NON È PER NULLA BUONO...

6) Anch'io penso che Diego sia persona : colta, erudita, onesta, sensibile, disponibile, molto molto paziente, diplomatico, giovane ed aperto... detto questo mi restano sempre e comunque e anzi ancor di più aperti i punti precedenti... perciò fino a quando una scelta mal strutturata, non lungimirante, economicamente vaga, viene proposta, vagliata, vidimata da un pirla allora è tutto OK. Ma se a farlo è uno come Diego... io penso che i casi siano pochi: SUPERFICIALITÀ (NON BUONO...), INCOMPETENZA (NON BUONO...), STATO DI NECESSITÀ (NON BUONO...).

Per quanto riguarda poi le strumentalizzazioni è ora di finirla da tutte le parti...

Allora riassumiamo per essere chiari:

1) PDL: espressamente contrari

2) LEGA: espressamente contrari

3) GRUPPO BOCCI: espressamente contrari ma non si capisce perchè vogliano tenere aperto il discorso per metterlo nei programmi?!?!? ma se sei contrario sei contrario mica a fini elettorali sei contrario a fini ambientali e di opportunità!!! In questi atteggiamenti si che è palese la volontà di strumentalizzare a fini elettorali. (mi sembrano sempre atteggiamenti da vecchia DC, contrari a tutto e favorevoli a tutto a seconda della convenienza)

4) PD (Diego Rossi): non pervenuto, ma preventivamente accettato e ribadito da OPPO che il progetto resta in piedi (perchè evidentemente per loro era, è e rimarrà valido). Perciò a conti fatti riassumedo: favorevoli.

A me le posizioni sembrano molto molto chiare, indipendentemente dalle elezioni.

E meno male che ci sono perchè altrimenti starebbero già iniziando i lavori...

Se poi non vi garba che la corrente politica di centro sinistra (PD + Comunisti) sia favorevole... ma vi piace Diego... il problema è solo di Diego che non si è proposto come a capo di una lista civica. Non sarebbe cambiato nulla per lui. La gente vota lui non il PD.... e avrebbe preso i voti anche dei moderati di centro destra!!!

Risposta di E. Mazzadi 17:39 - 26/02/11

Sono davvero contento che anche questo argomento si possa sviluppare sul Forum.

Una SCELTA IMPORTANTE per la VALLATA: continuare con l'idea di sfruttare il nostro territorio senza criterio (tipo discarica di Tiedoli) o decidere COSA VUOL FARE DA GRANDE QUESTA VALLE ?

L'idea di una centrale a Turbogas a Borgotaro è sbagliata per tanti motivi, già elencati perfettamente negli interventi precedenti.

Credo che il candidato sindaco di Borgotaro abbia interesse a far chiarezza, illustrando la sua opinione su un tema di grande interesse per tanti Valtaresi.

Ancora complimenti a chi ha posto la domanda e ai già tanti interventi di risposta!

 
Risposta di M. Brugnoli 11:31 - 28/02/11

Non è plausibile che un centro come la nostra Borgotaro pensi di fare una centrale a metano!! Solo un extraterrestre può concepire una simile ipotesi!!!

 
Risposta di Fed.ro 12:40 - 28/02/11

Penso che non solo sia scellerato e miope il progetto proposto, ma che occorra anche concepire un metodo altro per produrre energia: risparmiarla. Mi piace lo slogan: "Il miglior kiloWatt prodotto è quello non consumato..."

Quanti sprechi sono facilmente eliminabili? Quante lampadine ad incandescenza vanno ancora cambiate? Quante luci si possono spegnere?
Efficienza energetica e fonti rinnovabili, laddove sono state valorizzate nella dimensione locale, hanno portato sviluppo e sicurezza energetica. Perché, insieme allo scrivere su blog, non proporre un'alternativa che sia fondata proprio sui contenuti di questi interventi? Chi può farlo se non noi?

fed.ro

Risposta di U. Bianchi 14:18 - 28/02/11

Utilizzare aggettivi come miope e scellerato in questa discussione mi sembra davvero ingeneroso.
E' scontato che in questi periodi di transizione, c'è chi si mobilita per convizione, chi per convenienza, chi per condiscendenza. Lei mi sembra di quelli convinti, ma questo non le da il permesso di giudicare prima di vedere come si evolveranno le cose. Continui la sua battaglia ma con serenità e apertura al dialogo, altrimenti potrebbe essere lei a passare per quello miope!

Risposta di fabio paterniti 16:16 - 28/02/11

Egr. Sig. U. Bianchi

Gli aggettivi “miope“ e “scellerato” sono espressioni di civile dissenso, che in questa vicenda, anche personalmente condivido. Mi auguro che il tutto si concluda al meglio per non dover ritornare più pesantemente sul tema.

Mi permetto di suggerirLe una riflessione su quanto è già stato pubblicato, poi se vorrà ci vediamo sabato 12 al Convegno per parlare “con serenità e apertura al dialogo”. Magari alla fine potremo concordare aggettivi anche più negativi.

Un saluto

Fabio Paterniti

Risposta di U.Bianchi 18:23 - 28/02/11

Signor Fabio,
sulla mia agenda l'appuntamento del 12 è già segnato da tempo. Io andrò al convegno per acquisire ulterori informazioni ( mi sono già documentato ma credo che più si ascolta meglio si pensa), lei da come scrive mi vien da pensare che verrà per informarci. Bene, accetterò di buon grado quello che avrà da dire.
Il mio appunto voleva essere solo di forma: vorrei solamente che nel nostro piccolo non si perpetrasse la stessa visione dicotomica e improduttiva che vediamo oramai in tutte le questioni nazionali, dove esiste solo il bianco o il nero, l'alto o il basso, il torto o la ragione; dove ci si deve solo scontrare e mai confrontare perchè gli alti rappresentano il male e agiscono per esso.
Chiudo dicendole che se alla fine dovessi concordare con lei (cosa probabile) sull'inopportunità di alcune proposte, non andrei a cercare termini più negativi perchè credo che basti dimostrare la fondatezza della propria opinione, senza lasciarsi andare a slogan o aggettivazioni da Parlamento italiano...

Saluti

Umberto

 
Risposta di Gigi Cavalli 09:49 - 01/03/11

Il punto di vista di Diego Rossi, quindi anche una risposta alla mia domanda, arriva dal suo nuovo blog.
Uno dei punti, certamente il primario, è la scelta di indire un eventuale referendum tra la popolazione, scelta altamente democratica e lungimirante.

L'intero testo:

http://www.rossidiego.ilcannocchiale.it .  

Risposta di Fausto 14:44 - 01/03/11

??? io ho letto tutto e riletto tutto. E non c'è alcun tipo di risposta. Soprattutto alla luce del fatto che tale referendum sarabbe stato necessario prima di stipulare un preliminare e non dopo.
Tra l'altro il giorno che Diego era in via Nazionale c'erano anche i raccoglitori di firme anti centrale, pertanto vorrei capire se l'unico referendum valido è quello fatto dal PD oppure se tra le firme anti centrale c'era anche la sua. Inoltre resto sempre del parere che non capisco perchè il PD abbia bisogno di un referendum? Significa che per loro va fatto ma se vedono dal referendum che alla gente proprio non va giù allora si adegueranno. Per quanto mi riguarda personalmente la mia posizione si allinea con quella del PDL e della LEGA. NO ALLA CENTRALE PERCHÈ IN UN CONTESTO COME IL NOSTRO NON HA SENSO.
Diego nel suo blog deve spiegare perchè per lui ha senso, perchè ha avallato il preliminare, perchè ha bisogno di un referendum per capire che la gente non la vuole. Il resto sono giri di parole. In questo argomento VOGLIO, PRETENDO ED ESIGO chiarezza.
Pertanto invito Gigi a specificarmi il passaggio che ho saltato in cui Diego afferma che è contrario alla realizzazione di sto affare (perchè mi sembra che tu stesso abbia sollevato il problema perchè contrario, salvo ora accontentarti di un BAH, VEDREMO, MAGARI FAREMO UN REFERENDUM).
Da Diego, proprio perchè ne ho grande stima, mi aspetto una presa di posizione netta, dopo di che se sarà eletto, perchè e bravo ecc... ecc...  e deciderà di portare avanti sta roba... spero solo che abbia ragione lui. Non lo spero solo per me ma per tutte le generazioni a venire che dovranno BERSI (oltre che respirarsi) questa scelta senza poter più dire la propria.

Risposta di Elena 18:31 - 01/03/11

Concordo totalmente con quanto detto da Fausto . Penso che in una problematica così importante sia necessaria una presa di posizione netta e decisa, i cittadini almeno questa volta devono sapere come la pensano i loro amministratori.
Diego Rossi è una persona giovane ed onesta e deve dimostrare che si può fare politica anche in modo diverso. Spero che i nostri amministratori comprendano l' errore che sarebbe costruire una centrale sul nostro territorio e grazie ad una politica più lungimirante ed un maggiore coinvolgimento dei cittadini abbia inizio un periodo di rinascita per il nostro bellissimo territorio. 

 
Risposta di Gigi Cavalli 14:57 - 01/03/11

Era circa l’una di notte quando mi è arrivata la notifica che Diego Rossi aveva postato un nuovo argomento su Twitter, in altre parole aveva reso pubblica la sua posizione in merito alle energie rinnovabili, tema molto discusso in questo periodo poiché riguarda anche la scelta sulla famigerata centrale a turbogas di Borgotaro.
Nonostante l’ora tarda ho letto il lungo testo. La prima impressione è stata quella di un “nì” e fondamentalmente, dopo averlo riletto, la rimane anche oggi, anche perché una posizione netta non la riesco a scorgere, pur intravedendo un parere favorevole al progetto di costruzione.
Un altro dei punti toccati, a mio giudizio il primario, è la valutazione di indire un eventuale referendum tra la popolazione, scelta altamente democratica e lungimirante, e stabilire così, assieme, un parere favorevole o contrario alla realizzazione.
Se realmente percorresse questa strada sarebbe veramente una grande scelta, anche perché, per la prima volta nella nostra vallata, si avrebbe chiaro il significato della parola “Sindaco”, ovvero: forma giuridica, eletta da una comunità, che rappresenta tutti i cittadini.
 Sono certo che se Diego Rossi prendesse il via da questo semplice ma logico concetto, partirebbe con il piede giusto.
Ad ogni buon conto, sempre da ieri sera, ha preso il via il suo nuovo blog, altra scelta condivisibile e pluralista, quindi, per chi volesse continuare a seguire l’evoluzione di suoi concetti, scelte o riflessioni, ora lo può fare: http://www.rossidiego.ilcannocchiale.it .

Da: http://www.esvaso.it .

 
Risposta di Federico Rolleri 17:12 - 02/03/11

Intervengo in quanto direttamente tirato in causa, in modo un po' inesatto.

Innanzitutto, non è stato firmato alcun accordo preliminare.
Poi, Diego Rossi si è dimostrato aperto al confronto e sono sicuro che le valutazioni che si è proposto di fare sulla Centrale terranno conto del parere dei cittadini. Per questo motivo, invito a partecipare al Convegno "Turbogas o nuove culture dell'energia?" (sabato 12 marzo, ore 16, Comunità Montana, Borgotaro), durante il quale si cercherà di intraprendere un percorso di partecipazione delle scelte sul merito della Centrale.

Si veda l'articolo
http://www.valtaronatura.it/turbogas-o-nuove-culture-dellenergia .

Ho contribuito attivamente alla raccolta firme (...e basta con le strumentalizzazioni da parte dei gruppi di opposizione) perché ritengo, e come me gli appartenenti al Laboratorio di partecipazione Energie Locali, che un progetto come la turbogas abbia più svantaggi che vantaggi: non porta sviluppo territoriale e sociale, non incentiva al risparmio energetico, è in contrasto con il carattere ambientale della valle e, viste l'importanza e la portata del progetto, ritengo dovrebbe essere discussa con la popolazione.

La proposta parallela alla raccolta firme riguarda la pianificazione energetica partecipata, strumento utile a distribuire non solo la produzione di energia (generazione distribuita con la valorizzazione di risorse locali) ma anche i vantaggi del ricorso alle fonti rinnovabili (tariffe più basse per la cittadinanza, responsabilità diffusa nella produzione e nel consumo di energia, partecipazione dei cittadini alle scelte e alle decisioni su quali tecnologie utilizzare e dove installarle, attivazione di filiere produttive locali). Questa è la reale democrazia. Partecipata.

Per il resto, il Referendum non risolve tutte le problematiche in campo, in quanto accanto al parere sulla turbogas si dovrebbe pensare a quale alternativa si vuole approdare: il Laboratorio di partecipazione Energie Locali propone un Tavolo di Lavoro al quale possano partecipare tutti i portatori di interesse (dalle Aziende ai Cittadini, passando per le Amministrazioni), in modo da avviare un confronto/discussione che si ponga l'obiettivo di approdare ad una scelta condivisa sul futuro energetico dell'alta valle.

Con cortesia.
Federico Rolleri

Risposta di Fausto 18:56 - 02/03/11

Con cortesia ;) Fed.Ro.

ho letto e riletto anche il tuo ma... non ci trovo la quadra...

Ho letto che aprirà il convegno proprio il Sindaco Oppo (di solito l'apertura la fa l'organizzatore, devo dedurre che l'organizzatore sia lui?).

Aiuti a raccogliere le firme contro la centrale e poi dici che Diego (tra un pò mi uccide!!!) è aperto e disponibile al confronto però, fino a prova contraria è per il SI, sai forse qualcosa che noi non sappiamo?

Poi aggiungi che "il Referendum non risolve tutte le problematiche in campo, in quanto accanto al parere sulla turbogas si dovrebbe pensare a quale alternativa si vuole approdare", che in soldoni significa che condizione vincolante per poter dire di no è che ci siano dei progetti alternativi.

Io, invece, tanto per far capire che si può essere chiari nelle proprie prese di posizione...  parto da un presupposto molto differente: La centrale non si deve fare PUNTO, concordi?

Se poi si vorranno portare giustamente all'attenzione delle future amministazioni progetti ed altro ben venga... ma questi sono due ragionamenti ben distinti e tali devono rimanere, tenerli insieme giova solo a chi vuole la centrale.

Ti ho apprezzato molto nei panni del crociato, ma un pò meno ora che nel tuo discorso dai un colpo al cerchio ed uno alla botte...

Intendiamoci, il confronto è certamente salutare e cercherò di presenziare, però questa volta sono i cittadini che devono far calare le braghe ai politici, volete il voto? Allora NO ALLA CENTRALE.

Non contiamo un cacchio per 5 anni... almeno sotto elezioni diciamo la nostra no???

Aspetto una tua risposta perchè ti reputo molto preparato e ragazzo attento, so che mi risponderai con dei contenuti che saranno interessanti per tutti.

Ti ho provocato perchè nel tuo intervento ho trovato un 2+2= 3 ..... ed ho bisogno di capire se torna 4.

Ciao.

Risposta di PK 23:42 - 02/03/11

Ho contribuito attivamente alla raccolta firme (...e basta con le strumentalizzazioni da parte dei gruppi di opposizione)

Questa me la devi spiegare, allora, c'è una amministrazione che mette in cantiere un progetto, allegramente infischiandosene dei suoi elettori, anzi "datori di lavoro".
Un Sindaco che per sua dichiarazione rifiuta e giudica superfluo ogni rapporto con l'opinione pubblica, e così la giunta, e di riflesso ovviamente il Vice Sindaco.
Appurato di chi è l'intenzione di portare avanti questo progetto e il modo di portarlo a conclusione, mi spieghi perchè scrivi che c'è strumentalizzazione da parte dell'opposizione, sembra quasi che ti dispiaccia chi sia chi propone e chi sia chi si oppone.
Poi mi accodo al dubbio di Fausto, ma che c'entra il Sindaco come presentazione, se un domani ti saltano su con un progetto di inceneritore, che fai, inviti il Sindaco per aprire ed introdurre una conferenza per la raccolta differenziata?

Sono probabilmente ingenuo, ma pensavo che su certi argomenti, sui temi ambientali, si andasse oltre il colore politico, e lo spero ancora, però questo tuo atteggiamento mi lascia basito, vedi grandi prospettive nelle dichiarazioni di Rossi, dichiarazioni sul nulla, penso di avere capacità di analisi semantica, ma in quello che è stato scritto, pari pari uguale a quando dichiarato in Consiglio Comunale, non mi dice assolutamente nulla, una raccolta di banalità.

Ci rendiamo conto che queste persone, questi amministratori non sono stati capaci di scrivere un contratto, per dichiarazione dello stesso Sindaco nel corso dell'ultimo CC, "il contratto, si... aveva degli errori... si il prezzo a mq non era corretto, volevamo indicare 80 euro ma c'è stato un errore...", ecco questi sono i nostri amministratori.

Una domanda, ma secondo te, Rossi è per il SI o per il NO, forse tu l'hai capito.

PK

Risposta di Antonio 22:28 - 03/03/11

Io sono di sinistra e ho sempre votato prima per l'ulivo e poi per il pd , ad ogni modo se non si fà chiarezza sulla questione turbogas , anche se non mi piace, anche se il livello locale oltre che nazionale lo ritengo molto basso credo che voterò LEGA.

Referendum, concertazioni ... sono tutte cazzate a mio avviso, il grosso problema di Diego è che per stare in piedi ha bisogno del supporto di coloro che nel suo partito hanno spinto per questa centrale, per cui se devo votare una marionetta preferisco allora votare l'altro schieramento che almeno si è dichiarato contrario.

Spero che capisca l'errore che sta facendo a non dichiararsi contrario.

Buona Notte Antonio

Risposta di Antonella 14:01 - 04/03/11

Anch'io penso che se le cose stanno così mi tappo il naso e voto per le camice verdi.

Risposta di Giuliano sala,Yeenky99 18:02 - 07/03/11

io non voto piu, x conto mio noi non contiamo piu niente.

 
Risposta di Remo Ponzini 13:56 - 07/03/11

CHE TRISTEZZA !!!!  

Mi sono sempre espresso a favore del ricambio generazionale.
Ho sempre tifato per i giovani sperando che fossero più lindi, più trasparenti e più dignitosi.
Non ho affatto cambiato idea su questo presupposto che potrebbe donarci una visione più credibile ed affidabile della politica ma l'atteggiamento elusivo del signor Rossi mi ha particolarmente deluso ed amareggiato.

Se ne discute in ogni dove da diversi mesi. Tutti ne parlano con sommo interesse ed apprensione. Mi sembra che fosse ovvio che tutti i valligiani si attendessero risposte franche da coloro che si candidavano a rappresentarci. Direi che fosse una esigenza ineludibile.
Ma il ritardo, accompagnato da un silenzio.. molto rumoroso, faceva presumere che ci fossero situazioni dubbiose ed intrecci non ben definiti.

Ora ci è arrivata una risposta che di fatto lascia aperte entrambe le possibilità. I soliti giochini paludosi della vecchia politica che abbiamo sempre stigmatizzato.
Mi auguro che questo giovane ragazzo di 33 anni si "ravveda" con celerità. Non credo al possibile referendum che ha prospettato; mi sembra una bagatella.
E sopratutto spero che non abbia intenzione di farlo ad elezioni avvenute. Sarebbe troppo tardivo, troppo comodo e molto irrispettoso.

Mi sembra anche ridicola l'ipotesi di una possibile strumentalizzazione avanzata da qualcuno. Abbiamo bisogno solo di schiettezza e poi più.

E' intenzionato a cedere alle pressioni ed ai vantaggi economici che deriverebbero al Comune del Borgo in caso di consenso alla costruzione ???
Ce lo dica e ce lo spieghi; semplicemente e doverosamente.

Risposta di Nello 19:10 - 07/03/11

Credo proprio che purtroppo si sia bruciato in partenza, nonostante la giovane età mi aspettavo risposte sincere e dinamismo, invece ho visto una maturata ambiguità democristiana tipica dei politici montanari.

Anch'io sono di sinistra ma pittosto che votare l'altro schieramento non vado a votare.

DELUSIONE

Risposta di Fausto 10:41 - 09/03/11

Io sto ancora aspettando i chiarimenti di Federico Rolleri, non mi sembra di essere stato sgarbato nel proporre i miei dubbi.

Si vede che si è allineato con la filosofia dell'Amministrazione uscente... un bel tacer non fu mai scritto...

Se riassumiamo a questo punto abbiamo fatto il pieno... Amministrazione, Controllo pubblico dell'Amministrazione, Ambientalisti, tutti riuniti sotto un unica bandiera.

A questo punto i comuni cittadini per difendersi hanno un solo modo. Democraticamente mandare a casa tutti alle elezioni.

Ho atteso parecchio una risposta perchè speravo veramente che arrivasse.

Vorrà dire che verrò a chiedere direttamente all'incontro del 12 Marzo INTRODOTTO da Oppo Sindaco dell'Amministrazione promotrice del progetto della CENTRALE.

Con sommo rammarico,
Fausto

Risposta di Fausto 09:17 - 24/03/11

Il politico cartomante si è rifatto vivo... dopo aver espresso i dubbi sull'apertura mentale, del suo stesso partito, verso un ricambio generazionale (palesemente smentiti) ora ha sparato addosso al governo nazionale facendo una precisazione "politicamente doverosa". Secondo lui il governo ha tagliato i fondi a Comuni, Istruzione, trasporti, turismo ecc... beh... non ci resta che sperare che ci becchi come l'ultima volta.

Prima fate un plebiscito per mandare i soldi a Napoli e dintorni... poi vi lamentate che mancano per noi (forse pensate che nascano sull'albero dei denari?).

Coerenza sempre e comunque mi raccomando, oltre al fatto che non ha avuto il coraggio di ammettere che si era sbagliato di grosso. Ma forse l'unica cosa che aveva sbagliato era il paragonarsi a Diego solo per motivazioni anagrafiche.

Il cartomante con questa ennesima sparata ha messo le mani avanti prevedendo un'annata catastrofica, mi sa che qualcosa bolle in pentola... preparatevi a Bedonia e dintorni...

Risposta di Alessandra 13:35 - 13/04/11

Vi volevo segnalare questo articolo. :)

http://www.videotaro.it/editoriali_dettagli.php?ideditoriale=1420 .

Diego Rossi dico "no" alla centrale turbogas

13 Apr 2011

E raggiunge l'accordo con Rifondazione Comunista

Raggiunto l’accordo con Rifondazione Comunista che, non solo sosterrà la sua candidatura a aindaco, ma avrà alcuni rappresentanti all’interno della lista, Diego Rossi cancella il progetto della centrale a turbogas. Il candidato del centrosinistra alle elezioni comunali di Borgotaro, del prossimo mese di maggio, ha annunciato, ufficialmente, che il programma della lista da lui giudata punterà a creare le condizioni perchè, sul territorio comunale borgotarese possa diventare conveniente investire sulla costruzione di umpianti per la produzione di energia elettrica funzionanti, esclusivamente, mediante fonti rinnovabili. Quindi, in caso di vittoria elettorale, Rossi promuoverà lo sviluppo degli studi necessari per un adeguato sfruttamento delle, cosidette, energie alternative, con l’obiettivo, tra l’altro, di recuperare fondi per le casse comunali.

Per maggiori dettagli guarda il Tg di RTA del 12/04

Risposta di patrizia 17:17 - 13/04/11

tutto è bene quel che finisce bene: il centro sinistra si è riunito in una sola lista e coloro che avevano promosso la centrale la ritirano dal "carrello"; Speriamo che, come è già successo altre volte, una volta avuto i voti, non si faccia marcia indietro .........

Risposta di Fausto 17:25 - 13/04/11

La chiamano Se..a cinese, ti martelli i maroni e godi quando non li prendi.

Diego ha sbagliato il colpo ed io godo immensamente (oltre a ringraziare)... ma a menare di martello chi era stato scusa?

Tutto il tempo perso in un progetto definito ora non valido chi ce lo rende a noi come cittadinanza?

Non caschiamo in banali trucchetti mediatici!!! Poteva anche dire di no 2 mesi fa o nemmeno presentarlo sto progetto.

Il solo averlo concepito è sintomatico della non lungimiranza di questi personaggi.

Progetti a lungo termine non se ne fanno da troppi anni, per quello ora siamo alla canna del gas.

 
Grazie per aver visitato Forumvaltaro.it - Rimani aggiornato per i prossimi argomenti, iscriviti alla newsletter.
Le fotografie e i testi presenti nel Forum - Copyright © 2006/2017